Dogebonk sfida Dogecoin nella guerra delle meme coin
Dogebonk sfida Dogecoin nella guerra delle meme coin
Altcoin

Dogebonk sfida Dogecoin nella guerra delle meme coin

By Eleonora Spagnolo - 22 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

DogeBonk ha inaugurato ufficialmente la guerra delle meme coin, sostenendo di essere la prima meme-coin ad arrivare nello spazio.

Dogebonk, la prima meme coin nello spazio

Lo ha fatto lanciando un pallone meteorologico stratosferico con tanto di telecamera, schermo e Ledger a testimoniare il percorso, trasmesso in diretta su Twitch. Il tutto è stato poi accompagnato dall’hashtag #SorryElon che è diventato trend topic su Twitter.

Già perché Elon Musk aveva annunciato che l’anno prossimo con il decollo di uno dei suoi shuttle di SpaceX, Dogecoin sarebbe stata la prima meme coin ad arrivare nello spazio. A quanto pare è stato battuto da un’altra meme coin con soli due mesi di vita.

La notizia, ripresa dal quotidiano Express UK ha fatto ovviamente il giro del web, sebbene qualche utente abbia messo in dubbio l’autenticità del video. 

Dogebonk
Dogebonk nello spazio

La guerra delle memecoin

Sta di fatto che Dogebonk va ad aggiungersi alla ormai infinita lista di meme coin che tentano di emulare Dogecoin e il suo successo.

Solo Shiba Inu però è arrivata a mettere in “pericolo” la popolarità della meme coin preferita da Elon Musk, quando per pochissimo l’ha persino superata per capitalizzazione di mercato. 

La stessa Dogebonk, nonostante il successo del suo lancio spaziale, è ancora molto indietro nella classifica delle maggiori capitalizzate. Coinmarketcap la colloca alla posizione 542. Ha raggiunto il suo ATH lo scorso 7 dicembre, da allora ha perso il 91% e neppure il lancio nello spazio è riuscita a farle toccare nuovi record. 

Al momento insomma il panorama delle memecoin a tema canino sembra saldamente dominato da Dogecoin e Shiba Inu.

Un’altra meme che si sta facendo strada è Floki Inu, che ha saputo sfruttare il trend che collega le criptovalute allo sport: è uno degli sponsor del Napoli Calcio. Ma anch’essa in quanto a capitalizzazione di mercato è decisamente  lontana da Dogecoin: Coinmarketcap la colloca alla posizione 2827. 

Il 2021 l’anno delle meme coin

Insomma, si può dire che il 2021 sia stato l’anno delle meme coin. L’anno è stato inaugurato dal pump di WallStreetBets e dai tweet di Elon Musk che hanno fatto crescere il prezzo di Dogecoin. È seguita poi l’ascesa di Shiba Inu. Nel contempo sono nate tantissime altre monete la cui utilità è di dubbia natura, molte delle quali con il nome che richiama Dogecoin, Shiba Inu o Floki, e loghi che raffigurano cani. 

Una certezza la danno le meme coin: proprio perché sono dei meme, sono anche soggette ad una forte volatilità che fa fare enormi escursioni di prezzo. Per questo chi si approccia ad esse deve stare ben attento e tenere presente che a forti guadagni possono seguire brusche ed ingenti perdite. 

Se questo è stato il panorama del 2021, viene da chiedersi cosa ci riserva il 2022. Qualcuno ha detto che le meme-coin sono destinate a morire o ad esplodere. Altri sono certi che nel metaverso e nel mondo NFT potranno rimanere e trovare una loro collocazione. 

L’anno nuovo alle porte sancirà chi ha ragione.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.