Il Metaverso è già una realtà affermata
Il Metaverso è già una realtà affermata
NFT

Il Metaverso è già una realtà affermata

By Marco Cavicchioli - 22 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Nonostante si parli ancora spesso del metaverso come un’innovazione futura, o futuribile, in realtà i metaversi esistono già da tempo, ed stanno riscuotendo un certo successo. 

Casi di metaverso che sono già realtà

Per ora si tratta di iniziative di nicchia, non note al grande pubblico, ma si tratta lo stesso di realtà già esistenti e funzionanti. 

I casi più noti sono probabilmente quelli di Decentraland e The Sandbox, dove ad esempio gli acquisti di terreni nel mercato immobiliare virtuale sono già una realtà consolidata. Ma si sta già passando allo step successivo, ovvero la sovrapposizione della realtà aumentata (AR) alla superficie della Terra. 

Infatti è già possibile su alcuni metaversi acquistare la possibilità di creare effetti AR che vengono posizionati in determinati luoghi fisici, grazie ad apposite App che mostrano tali effetti a chi si reca in quei luoghi. 

Se da un lato i metaversi sono già una realtà, il loro stato attuale però è ancora decisamente pionieristico, con ancora moltissime innovazioni ed evoluzioni che potrebbero arrivare in futuro. Uno di questi potrebbe essere lo sviluppo di un vero e proprio framework normativo che regoli i diritti virtuali dei loro frequentatori.

Meta Facebook
Meta è stata nominata peggiore società dell’anno

Il palpeggiamento su Meta

Un caso curioso emerso in tal senso in questi giorni è quello di un “palpeggiamento” avvenuto sulla piattaforma di test di Meta, ovvero la società precedentemente nota come Facebook. 

Infatti stando ad un report interno, lo scorso 26 novembre una dei primi utilizzatori della piattaforma è stata vittima di un episodio di molestie sessuali mentre stava testando la prima versione del nuovo metaverso, chiamata Horizon Worlds

L’utente sarebbe stata avvicinata da un altro avatar che avrebbe cominciato a “toccarla” virtualmente, oltretutto incitato da altri utenti. Episodi come questo sembrano indicare già ora la necessità di normale o regolamentare i comportamenti all’interno dei metaversi. 

I guai di Meta

Tra l’altro la stessa Meta è stata di recente incoronata come peggior compagnia del 2021. 

Secondo un sondaggio di Yahoo Finance sarebbe risultata la peggior società dell’anno, a causa soprattutto dello scandalo sollevato dalle dichiarazioni dell’ex dipendente Frances Haugen in merito alla presunta mancanza di eticità nel gestire le fake news, e gli effetti sui bambini di Facebook e Instagram.

Il Quirinale come metaverso

D’altro lato però anche luoghi fisici di grandissima importanza, come il Quirinale in Italia, iniziano a diventare anche virtuali. 

Quella che è stata per secoli la residenza ufficiale dei Papi, per poi diventare la residenza ufficiale dei Re d’Italia e dei Presidenti della Repubblica italiana, ora è visitabile virtualmente grazie ad un progetto di Google Arts&Culture. 100km di percorsi e 1.000 foto per godersi lo splendore di uno dei palazzi antichi più belli al mondo. 

Tutto fa pensare che ormai sia solo una questione di tempo prima che il metaverso entri a far parte delle vite di tutti, o quasi.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.