Mining di Ethereum: nuovo record per l’hashrate
Mining di Ethereum: nuovo record per l’hashrate
Ethereum

Mining di Ethereum: nuovo record per l’hashrate

By Marco Cavicchioli - 28 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’hashrate di Ethereum ha raggiunto un nuovo massimo storico assoluto. 

Profittabilità e hashrate del mining di Ethereum

Infatti negli ultimi giorni ha sfiorato i 950 Thash/s, mentre fino al mese scorso non aveva mai superato i 900. 

Il punto chiave è la profittabilità del mining di Ethereum, decisamente elevata grazie a prezzi abbastanza alti di ETH. 

Infatti sebbene il suo prezzo attuale sia del 20% rispetto al massimo storico di quasi 4.900$, questo è stato toccato poco meno di due mesi fa, ma il ritmo di incremento dell’hashrate è molto più lento. 

Basti pensare che ad inizio ottobre il prezzo di ETH era inferiore a 3.500$, mentre ora è superiore del 12%. L’hashrate di Ethereum ad inizio ottobre era di circa 730 Thash/s, mentre quello attuale è superiore del 27%. 

Nel corso del 2021 la profittabilità del mining di Ethereum è sempre rimasta elevata, visto che a gennaio era di circa 0,05$ al giorno per Mhash/s, mentre ora è di circa 0,06$. A gennaio 2020 era attorno a 0,01$ per Mhash/s. 

Quindi l’attuale profittabilità del mining di Ethereum è sei volte quella dell’inizio dell’anno scorso, e con questi livelli è lecito attendersi che l’hashrate possa ancora aumentare. Ovviamente tutto dipende dal prezzo di ETH, che tuttavia non è detto che rimanga sopra i 3.500$. 

Ad esempio secondo alcune stime, un ASIC da 1,5 gigahash al secondo (Gh/s) in questo momento può generare un guadagno netto di oltre 81 $ al giorno, ovvero più di 2.400 $ al mese e di 29.000 $ all’anno, che consente di ammortizzare l’investimento in meno di due anni. 

D’altronde il prezzo di ETH è cresciuto del 465% negli ultimi 12 mesi, mentre l’hashrate è aumentato solamente del 217%, indicando che molto probabilmente aumenterà ancora se il prezzo terrà, o crescerà. 

Ethereum mining hashrate
Ethereum ha raggiunto record di prezzo e hashrate

Il passaggio alla Proof-of-Stake

La cosa curiosa è che con il passaggio alla Proof-of-Stake, che avverrà presumibilmente l’anno prossimo, ETH non si potrà più minare con gli attuali dispositivi. Bisognerà invece mettere in staking i propri ETH su appositi nodi che convalideranno le transazioni al posto dei miner. 

Questo significa che i miner di Ethereum dovranno spegnere le loro macchine, e smettere di minare ETH, oppure utilizzarle per minare altre criptovalute basate su Proof-of-Work. Visto però che il mining di Ethereum utilizza un algoritmo diverso rispetto a Bitcoin, in genere i macchinari utilizzati per il mining di ETH non possono essere usati per il mining di BTC.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.