Morgan Stanley: la discesa di Bitcoin è solo una correzione
Morgan Stanley: la discesa di Bitcoin è solo una correzione
Bitcoin

Morgan Stanley: la discesa di Bitcoin è solo una correzione

By Vincenzo Cacioppoli - 3 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo un report della banca d’affari americana Morgan Stanley ,il calo del 50% di Bitcoin e della maggior parte delle criptovalute da novembre ad oggi dal record di novembre, non è assolutamente preoccupante: si tratterebbe solo di una correzione. 

L’analisi di Morgan Stanley su Bitcoin

Secondo gli analisti di Morgan Stanley nel loro report intitolato”Stato del mercato ribassista”, la discesa di Bitcoin e del mercato delle criptovalute rientra nelle storie storiche della valuta digitale, e non deve destare eccessive preoccupazioni da parte degli investitori.

Il report afferma che Bitcoin è, in questo momento, ad un livello di prezzo interlocutorio, ma che non deve appunto preoccupare. Secondo gli analisti di Morgan Stanley  il livello attuale intorno ai 36/37000 dollari è abbastanza distante da quello che viene considerato come un importante supporto a 28000 dollari. La rottura di questo livello di prezzo, infatti, potrebbe portare ad una pesante pressione ribassista sulle quotazioni del Bitcoin. Viceversa in caso di superamento al rialzo del livello di 45000 dollari, porterebbe probabilmente ad  un ritorno in massa degli acquisti.

Gli analisti della banca americana fanno notare come dalla sua nascita nel 2009 Bitcoin abbia attraversato ben 15 periodi di forti cali delle sue quotazioni, e in questo momento si starebbe assistendo appunto ad uno di questi momenti ribassisti.

“Fino a quando il bitcoin non sarà comunemente usato come valuta per le transazioni di beni e servizi (nel mondo crittografico o non crittografico), è difficile valutare il bitcoin su una domanda fondamentale al di là della speculazione sugli asset”, 

ha affermato Morgan Stanley.

Secondo il report la diffusione della DeFi e del mercato degli NFT saranno sicuramente dei driver importanti per il rialzo delle quotazioni del mercato delle criptovalute nel prossimo futuro.

Morgan Stanley Bitcoin
Secondo Morgan Stanley Bitcoin e le criptovalute sono solo in fase correttiva

Goldman Sachs: Bitcoin a 100.000 dollari

Ma non è solo Morgan Stanley ad avere una visione positiva sul futuro delle criptovalute. Anche Goldman Sachs recentemente si è spinto a fare previsioni assai ottimistiche sulle future  quotazioni del Bitcoin, malgrado i grandi cali di questi ultimi due mesi.

Il 6 gennaio scorso in un dettagliato report sui mercati finanziari, l’importante banca di investimento a stelle e strisce, ha previsto per Bitcoin il superamento dei 100.000 dollari entro i prossimi cinque anni.

“Pensiamo che la quota di mercato di bitcoin molto probabilmente aumenterà nel tempo come sottoprodotto di una più ampia adozione di risorse digitali”, 

Questo ha scritto nel rapporto Zach Pandl, co-responsabile della strategia globale di cambio, tassi e mercati emergenti della banca.

Secondo lo strategist di Goldman Sachs, il Bitcoin dovrebbe guadagnare sempre più terreno rispetto all’oro, le cui quotazioni sembrano aver trovato una forte resistenza al prezzo di 1800 dollari all’oncia,  come riserva di valore.

JP Morgan bullish su Bitcoin

Infine Jp Morgan, la terza più importante banca d’affari americana, ha previsto una forte crescita del mercato degli NFT e della blockchain ed ha mantenuto la sua previsione sul raggiungimento di 146.000 dollari per il Bitcoin entro la fine dell’anno o al massimo entro i primi mesi del 2023.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.