La Russia attacca l’Ucraina: tonfo dei mercati finanziari
La Russia attacca l’Ucraina: tonfo dei mercati finanziari
News dal Mondo

La Russia attacca l’Ucraina: tonfo dei mercati finanziari

By Marco Cavicchioli - 24 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Ieri notte l’esercito russo ha iniziato a bombardare la capitale dell’Ucraina, Kiev, ed altre città. 

L’inizio dell’attacco Russo contro l’Ucraina

Il pretesto utilizzato da Putin per giustificare l’aggressione sarebbe quello di cercare di annientare l’esercito ucraino in modo da impedirgli di intervenire in Donbass, ma ormai alle parole di Putin non crede quasi più nessuno. 

L’attacco alla capitale Ucraina, distante molte centinaia di chilometri dal Donbass, rivela le vere ambizioni di Putin, ovvero la conquista e l’occupazione dell’Ucraina. 

I mercati finanziari hanno preso male la notizia, tanto che tutti quelli asiatici, già aperti da diverse ore, fanno registrare forti cali. 

Anche i mercati europei hanno aperto in forte calo oggi, e ci si aspetta che possano fare così anche quelli americani. 

Mercati crypto influiti dall’attacco in Ucraina

Il prezzo di Bitcoin è sceso fino poco sopra i 34.000$, ovvero un livello in realtà superiore rispetto a quello di un mese fa. Non si è pertanto trattato di un crollo, ma solamente di un ritorno alla situazione di fine gennaio scorso. Inoltre non è sceso sotto la linea di trend del minimo storico. 

Tutti i mercati crypto oggi sono in forte sofferenza, con Bitcoin che perde meno di molte altre criptovalute. Infatti la sua dominance su CoinGecko oggi è risalita al 41%, mentre nei giorni scorsi si era stabilizzata attorno al 40%.

Il futuro della guerra tra Russia e Ucraina

Il vero problema però non è soltanto l’inizio della guerra, ma in particolare il suo possibile proseguimento. 

Infatti non vi sono certezze che rimanga confinata in Ucraina. 

Putin ha dichiarato esplicitamente che ci saranno ripercussioni mai viste per tutti coloro che oseranno aiutare l’Ucraina a difendersi, di fatto minacciando velatamente anche di utilizzare armi nucleari. 

In questo momento l’Ucraina sembra che riceva già aiuti da alcuni paesi della NATO, ma non risulterebbero ancora truppe straniere sul fronte ucraino. 

Qualche giorno fa Putin aveva parlato alla nazione del glorioso vecchio impero russo, che comprendeva anche Ucraina e Bielorussia, ed in questo momento l’ipotesi che si sta facendo strada è proprio quella di un tentativo di ricostruirlo. Sembra infatti che Putin voglia annettere l’intera Ucraina alla Russia, ma gli altri paesi europei non sono d’accordo. 

Qualora la guerra rimanesse confinata in Ucraina è possibile che i mercati finanziari ne stiano già scontando le gravi ed inevitabili conseguenze, ma se si dovesse estendere la situazione si farebbe ancora più preoccupante. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.