Donne e Bitcoin: in aumento coloro che puntano al risparmio
Donne e Bitcoin: in aumento coloro che puntano al risparmio
Criptovalute

Donne e Bitcoin: in aumento coloro che puntano al risparmio

By Stefania Stimolo - 9 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Una ricerca della banca digitale N26 conferma che la motivazione principale che spingerebbe le donne a investire è accrescere i propri risparmi a lungo termine. Il range delle investitrici in aumento risulta essere quello tra i 35 e 44 anni e tra gli asset più scelti dalle donne ecco Bitcoin e criptovalute con il 26%. 

Donne e Bitcoin: i numeri della ricerca di N26 

Secondo quanto riportato, pare che le donne investitori stiano aumentando negli anni, col 41% che vorrebbe accrescere il risparmio a lungo termine, il 40% che punta alla sicurezza finanziaria per la famiglia e il 29% che vorrebbe, invece, aumentare il rapidamente il proprio capitale. 

Con queste motivazioni, le donne si aprono sempre di più ai mercati dei capitali e agli investimenti. Il range di investitrici che risulta essere più propenso all’investimento è proprio quello tra i 35 e i 44 anni.

Queste donne affermano che stanno pianificando di raddoppiare la cifra destinata agli investimenti, rispetto quella del passato. In questo range, esistono poi quelle che non investono ancora, ma che si dicono aperte nel farlo in futuro. Ecco, queste donne affermano che probabilmente prenderebbe in considerazione il settore immobiliare (29%), seguito da criptovalute (26%) e prodotti bancari (23%). 

Ci sono poi delle motivazioni che, invece, bloccano alcune donne interessate agli investimenti. L’indagine afferma che il 33% delle donne si dice incerta sulla propria stabilità finanziaria futura, il 32% sostiene di non aver abbastanza conoscenza del mercato e il 15% parla di mancanza di fiducia nei prodotti di investimento. 

donne Bitcoin
In Italia è triplicato il numero delle donne che possiede Bitcoin

Donne e crypto: i numeri in Italia

In Italia, il 72% delle donne che già investe, afferma che nel 2022 prevede di aumentare la propria somma mensile. E infatti, tra le donne italiane che già investono, il 76% si sente sicura nel prendere decisioni in questo ambito, il 55% dichiara di essere adeguatamente informata sugli strumenti finanziari, mentre solo le più giovani tra i 18 e i 24 anni, sembra non avere un’adeguata informazione. 

A tal proposito, Paula Mariani, Director of User Experience a N26 afferma:

“la ricerca dimostra chiaramente come nell’ambito degli investimenti finanziari ci siano tante opportunità per le donne. È molto positivo che anche le donne stiano cominciando a prendere in considerazione e valutare gli strumenti migliori per far crescere il proprio patrimonio. Per N26 è prioritario contribuire proattivamente a questo processo, facilitando il dialogo con le nostre clienti e creando strumenti per la gestione del risparmio e degli investimenti che siano sempre più inclusivi”. 

La manager rivela anche come la percentuale di donne che detiene Bitcoin sia triplicata negli ultimi tre anni e che, tuttavia, la percentuale di uomini sia ancora sei volte più grande.

Gestione della finanza in rosa

Due anni fa, sempre N26, avrebbe diffuso un suo studio in merito alla gestione delle finanze in rosa, affermando già che le donne italiane sono più organizzate sul fronte del risparmio e gestiscono le proprie finanze in maniera più consapevole ed efficace rispetto al sesso maschile. 

All’epoca, la ricerca era stata condotta su un pool di donne italiane tra i 16 e 64 anni, scoprendo che l’81% delle italiane pianifica i propri obiettivi finanziari annuali e che l’84% riesce anche a raggiungerli. 

N26 è stata fondata nel 2013 e ha 7 milioni di clienti in tutto il mondo.  

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.