Corea del Sud, il nuovo presidente è crypto friendly
Corea del Sud, il nuovo presidente è crypto friendly
Criptovalute

Corea del Sud, il nuovo presidente è crypto friendly

By Vincenzo Cacioppoli - 11 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Si insedierà il 10 maggio il nuovo presidente della Corea del Sud, Yoon Suk-Yeol che ha battuto per circa 240.000 voti il candidato democratico, Lee Jae-myung, ottenendo il 48,56% delle preferenze, contro il 47,83% dei voti a favore dell’avversario.

Corea del Sud, chi è il nuovo presidente crypto-friendly

Questa notizia ha subito scatenato la comunità crypto, perché sulla base delle dichiarazioni in campagna elettorale, il nuovo presidente ha promesso leggi molto favorevoli per le aziende del settore e per chi detiene asset digitali.

Yoon, 61 anni è diventato celebre per le sue inchieste come  pubblico ministero, che hanno messo nei guai due ex presidenti con l’accusa di corruzione. Si è impegnato ad aumentare la soglia per il pagamento dell’imposta sulle plusvalenze sui guadagni di Bitcoin e altre criptovalute da $ 2.000 a $ 40.000, diventando uno dei più generosi al mondo in quanto ad agevolazioni fiscali per il mondo delle criptovalute.

Corea del Sud nuovo presidente
Il nuovo presidente sudcoreano cambierà le politiche in tema di criptovalute

Le politiche crypto della Corea del Sud 

Il nuovo presidente  ha anche affermato che probabilmente rivaluterà il divieto imposto dal governo nel 2017 sulle offerte iniziali di monete (ICO). Non è da escludere sulla base delle sue dichiarazioni che questo divieto possa anche presto essere tolto.

In realtà anche il candidato progressista già in campagna elettorale aveva mostrato un atteggiamento favorevole alle criptovalute, accettando donazioni di sostegno alla sua candidatura in criptovaluta, utilizzando anche lo strumento degli Nft.

Ma è un dato di fatto che il suo partito al governo abbia invece attuato una politica non certo favorevole al settore, attuando una regolamentazione assai restrittiva che ha portato anche alla chiusura di 60 exchange attivi nel paese.

Yoon da subito ha puntato non solo  sulle criptovalute ma anche sulla tecnologia blockchain per promuovere la sua candidatura sull’elettorato più giovane del paese, con utilizzo anche di Avatar per rispondere alle domande degli elettori.

Questo probabilmente è  stato  il fattore che gli ha permesso di vincere le elezioni se si considera che sulla base dei sondaggi il 59,5% % dei ventenni e il 54% dei trentenni  avrebbe votato per lui, mentre per il democratico avrebbe votato in larga parte l’elettorato femminile.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.