Gestione dei diritti digitali attraverso l’utilizzo degli NFT
Gestione dei diritti digitali attraverso l’utilizzo degli NFT
NFT

Gestione dei diritti digitali attraverso l’utilizzo degli NFT

By Vincenzo Cacioppoli - 28 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il ruolo della blockchain nella gestione dei diritti digitali sta aumentando grazie alla sempre più crescente diffusione degli NFT e della DeFi.

NFT e blockchain: come miglioreranno il mondo dei diritti digitali

Gli NFT rappresentano ormai una componente sempre più importante nel mondo dell’arte e dello sport per la loro caratteristica di essere grazie alla blockchain un sistema di revenue chiaro, sicuro e trasparente per i diritti digitali e il copyright di artisti e sportivi. Si tratta di una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare probabilmente tutto il complesso sistema della gestione dei diritti in genere.

Secondo un rapporto di ricerca pubblicato da Transparency Market Research, si stima che il mercato globale della gestione dei diritti digitali possa valere 9 miliardi di dollari entro il 2026, crescendo a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 15,3% dal 2018. Si stima che le entrate perse a causa della pirateria online raddoppierà quasi tra il 2016 e il 2022 per raggiungere almeno 51,6 miliardi di dollari, secondo il rapporto sulle previsioni sulla pirateria della TV online del 2017.

Gli NFT in pratica sono certificati unici digitali che garantiscono a chi li possiede il diritto unico su un’opera, il tutto sancito da uno smart contract. In questo modo l’acquirente ha la certezza di avere la proprietà unica dell’opera digitale e lo smart contract certifica che l’opera è autentica ed originale.

Come avviene la registrazione in blockchain 

La blockchain per le sue caratteristiche di disintermediazione, di sicurezza e garanzia di privacy, è uno strumento sempre più fondamentale per la gestione e la tutela dei diritti digitali e del copyright. La garanzia dell’autenticità dell’opera è certificata direttamente dall’autore stesso che digitalmente grazie alla blockchain sigla uno smart contract che determina senza dubbio la genesi e l’originalità dell’opera digitale da lui creata.

nft_blockchain
L’importante ruolo degli NFT nel campo della registrazione dei diritti digitali

Il fatto che i contratti in blockchain siano certi ed immodificabili dà un’ulteriore garanzia della validità dell’oggetto dello stesso. Gli NFT in particolare poi riescono probabilmente a risolvere il problema sentito un po’ da tutti gli artisti che operano nel campo digitale, e cioè quello relativo alla provenienza, possesso, distribuzione e controllo delle stesse opere d’arte digitali.

Prima degli NFT, stabilire autenticità ed originalità di un’opera digitale era sicuramente un’operazione molto più complicata. Questo fatto ha contribuito a determinare una vera e propria esplosione del mercato dell’arte digitale, che è culminata con la vendita di un opera di Beeple per 69 milioni di dollari ad un’asta di Christie. Anche un articolo digitale del New York Times è stato venduto per 500.000 dollari, o ancora il primo tweet della storia del suo fondatore Jack Dorsey per 2 milioni di dollari.

Non solo l’arte sta approfittando di questo strumento per valorizzare i diritti d’immagine digitale. Anche nello sport si sono registrate vendite record di video ed immagini di campioni del basket americano o del calcio internazionale. Molte aziende di criptovalute e blockchain sono diventate recentemente sponsor di grandi avvenimenti sportivi. Ultima in ordine di tempo Crypto.com diventato sponsor ufficiale dei mondiali del Qatar.

Questa è forse la principale componente che la blockchain sta portando nel business dei diritti digitali: aumentare in maniera esponenziale il loro valore, garantendo in modo certo la loro provenienza ed autenticità. 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.