Visa lancia un nuovo programma NFT per imprenditori
Visa lancia un nuovo programma NFT per imprenditori
NFT

Visa lancia un nuovo programma NFT per imprenditori

By Vincenzo Cacioppoli - 31 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Visa sta cercando imprenditori nel campo della moda, arte e spettacolo per coinvolgerli in un loro nuovo progetto legato agli NFT.

Anche Visa nel mondo degli NFT

Visa ha presentato due giorni fa il Visa Creator Program, una nuova offerta che potrebbe aiutare artisti digitali, musicisti, stilisti e registi a costruire le loro imprese attraverso i Non-Fungible Token (NFT). 

Secondo il comunicato della società di carte di credito americane si tratta di una fetta di business assai interessante, considerando che annovera circa 50 milioni di artisti di vario genere, per un volume d’affari complessivo di $100 miliardi.

Cuy Sheffield, capo del settore legato allo sviluppo del business della criptovalute di Visa, ha affermato in una nota:

“Abbiamo studiato l’ecosistema NFT e i suoi potenziali impatti sul futuro del commercio, della vendita al dettaglio e dei social media. Attraverso il Visa Creator Program, vogliamo aiutare questa nuova generazione di piccole e micro imprese ad attingere a nuovi mezzi per il commercio digitale.”

All’inizio dell’anno proprio un sondaggio preparato da Visa aveva indicato come circa il 24% delle PMI sarebbe già pronta ad accettare i pagamenti in criptovalute nel loro attuale business. E sempre secondo i dati del sondaggio ben il 59% delle stesse aziende che hanno preso parte al sondaggio afferma di utilizzare già solamente pagamenti digitali. 

Gli obiettivi del programma

Visa ha inaugurato il suo programma per la prima volta ad ottobre, come in una sorta di test, con un ex giocatore di baseball professionista Micah Johnson, che ha creato la società di intrattenimento e media Aku. 

Il programma prevede di aiutare gli imprenditori scelti ad approfondire la loro conoscenza nel mondo delle criptovalute e degli NFT, verso i quali Visa sembra destinata ad investire molto nel prossimo futuro.

In questo modo Visa supporterà  gli imprenditori e allo stesso tempo potrà studiare sul campo come gli NFT possano impattare l’economia reale e quali possono essere i suoi utilizzi più adeguati.

I vantaggi sulle PMI

Lo scorso Agosto, in un lungo blog sul sito dell’azienda, in occasione dell’acquisto da parte di Visa di un NFT della collezione CryptoPunk per circa $150.000, si leggeva:

“Gli NFT hanno il potenziale per diventare un potente acceleratore per l’economia dei creatori e abbassare la barriera all’ingresso per i singoli creativi per guadagnarsi da vivere attraverso il commercio digitale. Gli NFT stanno iniziando a inaugurare una nuova forma di social commerce che autorizza sia i creatori che i collezionisti.” 

Il blog faceva espressamente riferimento al possibile futuro legame tra gli NFT e le PMI, specificando come:

“Gli NFT potrebbero anche alimentare le piccole e medie imprese (PMI) in modi nuovi e potenti. L’ascesa dell’e-commerce ha consentito alle PMI di vendere online e raggiungere clienti in tutto il mondo. Ma devono ancora produrre e spedire beni fisici, che possono avere costi iniziali elevati. Gli NFT offrono alle piccole imprese l’opportunità di sfruttare blockchain pubbliche per la produzione di beni digitali, che possono essere consegnati istantaneamente a un portafoglio crittografico.”

Visa crypto
Visa offre numerosi servizi nel campo delle criptovalute espandendo così i servizi di pagamento

Visa ha da tempo già molte carte di credito che permettono di pagare e di trasferire denaro in criptovalute, cinque di queste anche con il sistema del cash back. Segno tangibile ed inequivocabile che la società così come la sua storica rivale Mastercard da tempo stanno guardando con sempre maggiore interesse al mondo delle criptovalute.

 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.