banner
5 carte Visa con reward con cui spendere bitcoin
5 carte Visa con reward con cui spendere bitcoin
Criptovalute

5 carte Visa con reward con cui spendere bitcoin

By Marco Cavicchioli - 12 Dic 2020

Chevron down

Esistono ormai diverse carte Visa che consentono di spendere ovunque bitcoin e criptovalute e che danno dei premi a chi le usa. 

L’ultima arrivata, ad esempio, è quella di BlockFi, che tra l’altro consente di incassare premi direttamente in BTC. 

Si tratta di vere e proprie carte di debito Visa utilizzabili ovunque siano accettate come mezzo di pagamento, ovvero in milioni di siti e negozi nel mondo. 

Tuttavia non sono agganciate ad un conto in valuta fiat, ma a wallet di criptovalute a cui possono attingere al momento del pagamento. 

In altre parole, l’utente che possiede criptovalute può detenerle nel wallet della carta, per poi spenderle liberamente pressoché ovunque utilizzando la carta stessa. 

Infatti, al momento del pagamento le criptovalute vengono scambiate automaticamente in valuta fiat, cosicché il pagamento effettivo sul circuito Visa possa essere eseguito in normale valuta fiat. 

In questo modo l’utente paga con le sue criptovalute, ma l’esercente incassa valuta fiat. 

In genere questi pagamenti applicano due tipologie di commissione

  • quella tradizionale di Visa, a carico di chi incassa il pagamento,
  • quella della piattaforma che esegue il cambio valuta, a carico dell’utente. 

Inoltre molte di queste carte crypto concedono premi ai loro utenti. 

Le carte Bitcoin Visa con Reward

Oltre a quella di BlockFi, che offre cashback in BTC, ce ne sono in commercio molte altre.

Quelle più conosciute sono probabilmente quelle degli exchange. Infatti ad esempio sia Coinbase che Binance offrono questo servizio. 

Coinbase lanciò la sua carta Visa a metà dell’anno scorso, mentre Binance l’ha lanciata qualche mese fa

Anche Eidoo ha lanciato la sua carta Visa quest’anno, ma con una particolarità: Eidoo infatti è allo stesso tempo sia un exchange ibrido, sia un wallet non custodian. Pertanto, a differenza di Coinbase o Binance, non obbliga l’utente a lasciare la custodia dei propri token in mano di terzi, ma invece lascia all’utente stesso il pieno e totale controllo dei fondi. 

In modo simile funziona anche la carta Visa MCO di Crypto.com, esistente in diverse tipologie

Esistono anche altre carte simili, come Fold Card o Block Card, e tutte prevedono premi per chi le utilizza. 

Tuttavia recentemente ne è stata annunciata una che sarà diversa dalle altre: quella di Circle.

Infatti in questo caso è la prima volta che Visa stessa partecipa in prima persona ad un’iniziativa simile, con un investimento di 40 milioni di dollari in Circle, che è anche l’emittente della stablecoin USDC, insieme a Coinbase. 

Tra l’altro essendo USDC una stablecoin scambiabile alla pari con il dollaro americano, i possessori di questa carta potranno spendere USDC in dollari senza di fatto doverla cambiare in un’altra moneta, ma semplicemente redimendo i token per ricevere in cambio i dollari americani spendibili tramite il circuito Visa.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.