Cresce adozione crypto nel luxury
Cresce adozione crypto nel luxury
Criptovalute

Cresce adozione crypto nel luxury

By Vincenzo Cacioppoli - 8 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Sempre più marchi luxury stanno adottando le crypto nei propri sistemi di pagamento, tra Bitcoin, Ethereum e Ripple.

Le crypto irrompono nel mercato luxury

crypto btc eth
Sempre più brand di lusso accettano le crypto per i propri pagamenti

Secondo alcuni recenti dati il mercato globale del lusso dovrebbe raggiungere circa 1,5 trilioni di dollari di fatturato entro il 2025, con i giovanissimi che rappresenteranno quasi il 50% del mercato totale. 

E sono proprio i giovani che stanno trainando i grandi marchi del lusso ad adottare per i loro pagamenti le criptovalute.

Una delle ultime in ordine di tempo è la casa di moda Off-White, creatrice di  uno dei marchi di scarpe più apprezzati dai giovani e di maggior tendenza degli ultimi anni. La società ha annunciato che accetterà anche i pagamenti in criptovalute, affermando che si tratta di:

“Un altro passo importante nella crescita del marchio… comprendendo le esigenze e i desideri della sua base di clienti in continua evoluzione”

Nel luglio 2021, il 60% delle azioni di Off-White sono state acquisite dal conglomerato di lusso LVMH, aggiungendo il marchio alla sua lunga lista di marchi del lusso che la rendono la 18esima società al mondo per capitalizzazione.

Il marchio di orologi di lusso Hublot ha iniziato ad accettare pagamenti in criptovalute nel febbraio 2022 e ha anche lanciato un orologio in collaborazione con Ledger. 

La casa di moda tedesca Philipp Plein uno dei marchi di moda più costosi e molto di tendenza tra clienti facoltosi è stato uno dei primi ad accettare pagamenti in Bitcoin ed Ethereum.

La stessa Tesla ha provocato pesanti riflessi sul prezzo di Bitcoin quando ad inizio 2021 ha prima comunicato di accettare pagamenti in Bitcoin e poi è tornato sui suoi passi per il consumo eccessivo di energia. 

Nel luglio dello stesso anno poi ha di nuovo comunicato che avrebbe accettato pagamenti in Bitcoin e probabilmente anche in Dogecoin, la criptovaluta fatta schizzare dai tweet del proprietario e fondatore della società Elon Musk 

Anche gli NFT alla ribalta 

La diffusione del mercato degli NFT ha dato poi un ulteriore slancio a questa tendenza in atto, con moltissimi marchi del lusso a cominciare da Gucci, Luis Vuitton, Prada e Bulgari che hanno realizzato collezioni di moda esclusive solo in NFT.

Un altro esempio eclatante è rappresentato da quello che ha realizzato Nike, che ha adottato questa tecnologia e quindi ha prodotto scarpe digitali, che sono rappresentazioni virtuali, uniche e scambiabili di prodotti reali.

In Italia lo scorso anno è stata realizzata una transazione record per $500.000 in criptovalute per il noleggio di un jet privato, attraverso la piattaforma Fast Private Jet e il sistema di elaborazione di transazioni crypto BitPay. 

Vincent Quan, Professore Associato Fashion Business Management presso il Fashion Institute of Technology, ha detto a proposito delle criptovalute nel settore lusso:

“La criptovaluta è stata una svolta rivoluzionaria sin dal suo sviluppo e dall’adozione continua, ma cauta, come forma di pagamento soprattutto nel mondo della moda di lusso. I marchi di moda hanno cercato di far crescere la loro base Millennial mentre catturano i consumatori più giovani della Gen Z. Fortunatamente, questi due segmenti di mercato hanno un’affinità con le criptovalute, il che fa ben sperare per l’intero settore della moda.”

La blockchain, la tecnologia che sta dietro alla criptovalute viene considerata una delle frontiere della lotta alla contraffazione, che è ancora uno dei problemi maggiormente sentiti dal settore del lusso, con perdite che sfiorano i 30 miliardi di dollari all’anno.

La blockchain e la sua capacità di registrare e certificare tutti i passaggi della filiera della produzione sta già dando ottimi risultati nella lotta alla contraffazione dei marchi del lusso.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.