Un browser internet basato su Bitcoin: Impervious
Un browser internet basato su Bitcoin: Impervious
Bitcoin

Un browser internet basato su Bitcoin: Impervious

By Marco Cavicchioli - 11 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Ecco Impervious, un browser basato su Bitcoin che grazie a Lightning Network consente di sbarazzarsi completamente di tutti gli intermediari.

Impervious: un nuovo browser web decentralizzato basato su Bitcoin

Durante la grande conferenza Bitcoin 2022 di Miami è stato annunciato il lancio di nuovo browser web decentralizzato basato su Bitcoin, chiamato Impervious

Lo ha svelato direttamente il CEO di Impervious AI, Chase Perkins, grazie ad una demo dal vivo in cui si è connesso con il suo ingegnere capo per pochi secondi, con una spesa di 15 Satoshi.

La connessione avviene peer to peer su Lightning Network, e per questo ha costi molto contenuti. 

Si tratta del primo browser web nativo su Lightning e consente agli utenti di connettersi direttamente tra loro senza intermediari che cercano di trarne profitto. Questo consente agli utenti un‘esperienza decentralizzata, senza censure e senza dover concedere a terzi propri dati personali. 

Impervious AI sta lavorando al nuovo browser solamente da sei mesi, quindi quello che ha mostrato Perkins sarebbe solamente l’inizio. L’obiettivo è quello di riguadagnare la propria dignità digitale e normalizzare lo standard Internet peer-to-peer.

Architettura e mission di Impervious

Impervious API è un “programmatic layer” di terzo livello che consente agli sviluppatori di utilizzare Bitcoin come livello base per la verifica, e Lightning Network come livello 2 per la trasmissione dei dati.

Secondo Perkins gli utenti web ormai sono diventati soggetti alla tirannia digitale delle grandi aziende tecnologiche, che controllano, vendono e tracciano tutti i nostri dati. In questo modo gli utenti web sarebbero diventati a loro volta dei veri e propri prodotti che vengono venduti.

impervious layers

Invece Impervious consentirebbe di rimuovere tutti gli intermediari, comprese ovviamente le grandi aziende del web, così che le informazioni personali degli utenti non possano essere mercificate.

Consente anche agli sviluppatori di scrivere programmi su di esso, grazie alla blockchain di Bitcoin utilizzata come base su cui è costruito il resto, e Lightning Network per creare connessioni peer-to-peer per transazioni che non devono passare per il livello di base di Bitcoin. 

In questo momento non risulta ancora scaricabile liberamente, ma vi è una lista d’attesa a cui ci si può registrare. 

Da notare però che il profilo Twitter ufficiale ha già oltre 17.000 follower senza ancora che il browser sia stato rilasciato, quindi è chiaro che online vi sia già interesse nei confronti di un’iniziativa del genere. D’altronde è sicuramente sentito sia il problema della censura sia quello della rivendita dei dati personali degli utenti. 

Lightning Network oltretutto è un protocollo estremamente scalabile, perché prevede transazioni P2P che non necessitano di coinvolgere terze parti, quindi sono di fatto espandibili senza reali limitazioni di quantità. 

Su docs.impervious.ai è già disponibile della documentazione sul browser grazie alla quale gli sviluppatori possono già farsi un’idea del suo funzionamento. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.