Cardano SPO: TOPO Pool [TOPO⚡]
Cardano SPO: TOPO Pool [TOPO⚡]
Interviste

Cardano SPO: TOPO Pool [TOPO⚡]

By Patryk Karter - 1 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool gestito da un membro fondatore di Cardano Hispano e ALDEA DAO, e un attivo collaboratore nella comunità tecnica: TOPO Pool [TOPO⚡].

L’ospite della scorsa settimana era uno stake pool che opera al 100% con energia rinnovabile e si concentra sulla realizzazione del potenziale della blockchain verde di Cardano.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista con TOPO Pool [TOPO⚡]

topo pool cardano spo
Cardano SPO [TOPO⚡] è un membro fondatore di Cardano Hispano

Ciao, grazie per il tuo tempo. Raccontaci qualcosa di te, dove vivi e qual è il tuo background?

Ciao, il mio nome è Alfred e attualmente vivo in Perù. Io e la mia famiglia ci siamo trasferiti qui circa 3 mesi fa dopo 12 anni fantastici in Argentina. Lavoro nell’IT da quando avevo 15 anni, e sono sempre stato entusiasta riguardo all’apprendimento di nuove cose interessanti e ai miei “giocattoli” (server, apparecchiature di rete, ecc.).

Ora sono il CEO di TOPO Labs, SPO per TOPO Stake Pool, IT Manager per una società internazionale di PR e un freelancer per tutto ciò che concerne l’IT.

Perché Cardano e cosa ti ha spinto a diventare uno Stake Pool Operator (SPO)?

Ho iniziato a ricercare Cardano nel 2019, e da un punto di vista tecnologico e sociale, la visione di Cardano ha davvero risuonato con me. Avendo vissuto in diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti, conosco in prima persona i diversi tipi di difficoltà che le persone affrontano. 

Con il lancio dell’era Shelley ero certo che l’approccio sicuro e costante e il grande team dietro il progetto sarebbero stati una svolta, così ho deciso di lanciare TOPO Stake Pool per sostenere la rete e cercare di guadagnare abbastanza per dedicarmi a tempo pieno allo sviluppo della blockchain. I primi 6 mesi sono stati duri, ma abbiamo iniziato a contribuire aiutando gli altri nella comunità con le nostre guide spagnole e i nostri contenuti, inoltre aiutiamo altri SPO a rendere sicuro e ottimizzare i loro impianti per servire meglio la rete. 

In questo momento siamo coinvolti in diversi progetti che operano su Cardano, dai sistemi di minting NFT alle soluzioni immobiliari basate su BC. Lavoriamo anche con un paio di DEX e forniamo strumenti gratuiti per la comunità, come un submit-api (collegato anche a freeloaderz) e aiutiamo ad educare la comunità in generale.

Sei un membro fondatore di Cardano Hispano. Raccontaci della diffusione di Cardano nei paesi dell’America Latina.

Cardano si è presentato come uno strumento molto potente per le comunità sottosviluppate in tutto il mondo, concentrandosi in Africa in particolare. Tuttavia, in America Latina ci sono milioni di persone che affrontano gli stessi ostacoli e c’è anche un grande potenziale di crescita. Abbiamo talenti di livello mondiale che devono essere coltivati e formati. 

L’inflazione dilagante, i disordini politici e la corruzione in tutto il continente sono serviti solo a riempire una piccola quantità di tasche a scapito della crescita dei nostri paesi per gli anni a venire.

Cardano e altre criptovalute serie sono un ottimo modo per proteggere i nostri risparmi dalla svalutazione e la DeFi apre una pletora di opzioni che sono accessibili praticamente a qualsiasi individuo indipendentemente dalla sua origine, dal suo background economico o sociale. Questo, abbinato a soluzioni di identità digitale come ATALA Prism può dare alle persone che non hanno mai avuto accesso a un conto bancario o anche un ID rilasciato dal governo l’opportunità di utilizzare gli stessi strumenti di un cittadino europeo o nordamericano. 

Milkomeda è stato recentemente lanciato su Cardano. Cos’è e come sta aiutando l’ecosistema Cardano?

Milkomeda C1 è una sidechain compatibile con EVM che gira su milkADA (wrapped ADA), questo combina un po’ due mondi, permettendo agli sviluppatori di Solidity di iniziare facilmente a scrivere codice e fare uso delle caratteristiche interessanti che il modello eUTXO ha da offrire.

Ha anche blocchi ogni 4 secondi circa e le commissioni sono di solito sotto i 2 centesimi, quindi c’è anche questo 🙂

In futuro, saranno lanciate altre side-chain sul protocollo Milkomeda, basate su IELE, Solana VM, Hyperledger Fabric, ecc. Una caratteristica molto interessante è il wrapped smart contract, che fondamentalmente permette di “condividere” o eseguire un contratto Plutus Smart e interagire con entrambe le sidechain Cardano L1 e C1 in modo trasparente.

Ottimo. Qualche pensiero finale? Dove possono contattarti le persone?

Sono grato per l’opportunità di essere parte di questo grande ecosistema e credo davvero che a lungo termine Cardano sarà uno dei principali attori nel mondo della blockchain. Voglio anche portare l’attenzione su alcuni progetti che lavorano in Argentina come WHITE pool (che dà da mangiare a più di 400 bambini al giorno, oltre 1000 persone in totale) o il progetto fotovoltaico di ADA1.

ALDEA è una DAO costruita su Cardano da un gruppo di SPO ispanofoni con uno scopo sociale. Ha una propria tesoreria, ha già finanziato 2 progetti sociali e mira ad essere un Project Catalyst in scala ridotta per la comunità ispanica.

Potete trovarmi principalmente su Telegram o Twitter.

Grazie!

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOG.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.