Chainalysis raccoglie $170 milioni: ora vale $8,6 miliardi
Chainalysis raccoglie $170 milioni: ora vale $8,6 miliardi
Criptovalute

Chainalysis raccoglie $170 milioni: ora vale $8,6 miliardi

By Marco Cavicchioli - 11 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Chainalysis sta raccogliendo investimenti per un totale di 170 milioni di dollari, portando il suo valore di mercato a $8,6 miliardi.

Chainalysis raddoppia il suo valore

La società offre servizi per rilevare e monitorare le frodi legate al mercato crypto e grazie a questi investimenti è stato calcolato che il suo valore complessivo sarebbe di circa 8,6 miliardi di dollari, ovvero più o meno il doppio rispetto alla precedente valutazione del giugno scorso.

Lo ha rivelato “una persona con conoscenza diretta della questione” a The Information, rivelando anche che l’investimento è guidato dal fondo sovrano di Singapore, GIC. 

La società è molto nota nel settore crypto per aver aiutato diverse volte le forze dell’ordine a rintracciare truffatori, ladri e fondi rubati legati agli asset digitali.

Il fatto che tali frodi siano purtroppo relativamente comuni nel settore crypto fa sì che Chainalysis abbia ancora un ottimo potenziale di crescita, soprattutto alla luce dei risultati ottenuti nel corso degli anni. Ad esempio di recente ha aiutato la giornalista Laura Shin a rintracciare il sospetto autore del celebre hack a The DAO del 2016. 

chainalysis investimento
Chainalysis raccoglie centinaia di milioni di dollari in un round di finanziamenti

Singapore nel mondo crypto

Singapore è allo stesso tempo una delle più importanti piazze finanziarie asiatiche in assoluto, ed una delle sedi principali di molti operatori crypto asiatici. 

In precedenza aveva già raccolto altri 366 milioni di dollari, e nel 2020 aveva aperto uffici a Singapore e Tokyo per incrementare la propria presenza nell’area Asia-Pacifico. Tra i suoi clienti conta anche agenzie governative, istituzioni finanziarie, società di sicurezza informatica ed exchange. 

Nonostante a partire da gennaio 2022 il mercato crypto sia entrato in una fase di calo, i finanziamenti ai protagonisti del settore non sembrano essere crollati. Ad esempio nel solo primo trimestre del 2022 sono stati racconti finanziamenti pari alla metà di quelli raccolti in tutto il 2021. 

Il fatto è che ormai nel settore sono presenti veri e propri colossi in grado di attrarre enormi volumi di capitali. Quindi se magari da un lato potrebbero esserci meno progetti in grado di raccogliere fondi, questi potrebbero essere in grado di raccoglierne in grande quantità. 

Il mercato crypto

Il settore crypto del 2022 è cambiato rispetto a quello del 2020, o del 2019, e tale cambiamento è avvenuto proprio anche grazie alla bullrun del 2021. 

Anzi, nell’attuale fase di lateralizzazione, o di vero e proprio bear market, molti progetti medio-piccoli poco solidi stanno fallendo, se non addirittura scomparendo, lasciando in piedi un numero inferiore di progetti, spesso medio-grandi, molto più solidi e maggiormente in grado di attrarre capitali. 

Pertanto da un lato sembra paradossalmente ridurre un poco il rischio che tali capitali possano andare persi o sprecati, e dall’altro i relativamente pochi grandi progetti rimasti vedono ridursi in modo significativo la concorrenza. 

Qualcosa di simile accadde ad esempio già tra il 2018 ed il 2020, per ciò che riguardava le folli raccolte di capitali tramite ICO, molte delle quali fallirono. A rimanere in vita furono solo un numero relativamente ristretto di progetti, alcuni dei quali oggi prosperano anche grazie ad una concorrenza relativamente ridotta. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.