Il sentiment sul CAC40 diventa rialzista per la prima volta dal 2020
Il sentiment sul CAC40 diventa rialzista per la prima volta dal 2020
Fintech

Il sentiment sul CAC40 diventa rialzista per la prima volta dal 2020

By George Michael Belardinelli - 11 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Per la prima volta dal 2020 il dato del sentiment schizza verso l’alto registrando una positiva sferzata di interesse da parte degli investitori del CAC40. È successo in contemporanea con il primo turno del ballottaggio per le elezioni francesi. 

I derivati cartolarizzati scambiati in aprile sono stati ben 102,8 milioni secondo Spectrum Markets. 

Ad aprile, il SERIX ha raggiunto un livello mai registrato da dicembre 2020 arrivando a quota 101, con un trend rialzista che parte da febbraio 2021, quando il dato era al suo minimo storico di 85 (sempre su base 100).

Che cos’è il SERIX e perchè il sentiment sul CAC40 è positivo

market positive sentiment
Il sentiment di mercato sull’indice CAC40 torna ad essere positivo

Spectrum Market ha creato un indice ad hoc che misuri il polso degli investitori. 

SERIX che sta per Spectrum European Retail Investor Index è come dice l’acronimo stesso un indice che utilizza i dati di trading presi dalla borsa paneuropea e verifica il sentiment degli investitori rispetto al mercato.

L’indice viene calcolato facendo la proporzione tra le operazioni bearish e quelle bullish, per ottenere una cifra su base 100 che indichi la forza e la direzione del sentiment. 

La Spectrum Markets (Spectrum MTF Operator GmbH) ha sede in Germania a Francoforte sul Meno. È una sede di negoziazione paneuropea di derivati ​​cartolarizzati rivolti alle istituzioni finanziarie e ai loro investitori disponibile in Germania, Francia, Italia, Spagna, Svezia, Norvegia, Paesi Bassi, Irlanda e Finlandia. 

L’influenza delle elezioni presidenziali francesi 

In una dichiarazione Michael Hall, Capo della distribuzione di Spectrum Markets, si è espresso così:

“Le elezioni presidenziali in Francia, che molti hanno visto come un potenziale punto di svolta per l’intera Unione Europea, hanno naturalmente attirato molto interesse da parte degli investitori al dettaglio del continente. Soprattutto quando il primo turno di votazioni ha portato a quella che sembrava una corsa testa a testa tra i due candidati, Emmanuel Macron e Marine Le Pen, questo ha davvero catturato l’attenzione degli investitori. 

A lungo termine, il sentimento degli investitori al dettaglio nei confronti dell’indice azionario francese CAC 40, riflesso nel grafico SERIX, è migliorato più o meno costantemente da febbraio 2021 e i dati di aprile suggeriscono che gli investitori si sentono ampiamente ottimisti riguardo alle prospettive per la Francia con Macron in futuro”. 

La sensazione è che i mercati si sentano al sicuro con una riconferma di Macron e questo è quanto i dati hanno registrato da febbraio 2021 ad oggi. 

Hall prosegue:

“Le elezioni presidenziali in Francia, che molti hanno visto come un potenziale punto di svolta per l’intera Unione Europea, hanno naturalmente attirato molto interesse da parte degli investitori al dettaglio del continente. Soprattutto quando il primo turno di votazioni ha portato a quello che sembrava un collo e una corsa al collo tra i due candidati, Emmanuel Macron e Marine Le Pen, questo ha davvero catturato l’attenzione degli investitori. 

A lungo termine, il sentimento degli investitori al dettaglio nei confronti dell’indice azionario francese CAC 40, riflesso nel grafico SERIX, è migliorato più o meno costantemente da febbraio 2021 e i dati di aprile suggeriscono che gli investitori si sentono ampiamente ottimisti riguardo alle prospettive per la Francia con Macron in futuro”. 

Nel mese di aprile il 39,5% delle negoziazione sono state effettuate al di fuori dell’orario standard ed è il dato mensile più alto mai riscontrato negli ultimi due anni.

I derivati negoziati erano così divisi: 

  • 87,4% su indici; 
  • 7,1% su materie prime;
  • 4,4% su coppie di valute;
  • 1,1% su azioni

Per quanto riguarda i mercati sottostanti negoziati S&P 500 (24,3%), DAX 40 (23,4%) e NASDAQ 100 (17,8%).

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.