Ripple investirà $100 milioni per combattere il cambiamento climatico
Ripple investirà $100 milioni per combattere il cambiamento climatico
News dal Mondo

Ripple investirà $100 milioni per combattere il cambiamento climatico

By Vincenzo Cacioppoli - 20 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Ripple è pronta ad investire $100 milioni destinati alla sostenibilità ambientale e alla lotta contro il cambiamento climatico. L’investimento servirà a contribuire alla rimozione del carbonio, aiutando la crescita di società innovative incentrate sul clima che si occupano specificatamente di questo tipo di attività.

L’investimento di Ripple contro il cambiamento climatico

Questo investimento aiuterà ad accelerare i progressi verso gli obiettivi climatici concordati a livello globale per limitare l’aumento della temperatura a 1,5 gradi Celsius.

Brad Garlinghouse, CEO di Ripple, ha affermato che:

“Il nostro impegno di 100 milioni di dollari è una risposta diretta all’invito all’azione globale per le aziende di aiutare ad affrontare il cambiamento climatico distribuendo risorse tra cui tecnologia innovativa, capitale strategico e talento. 

Sebbene la riduzione delle emissioni e la transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio siano fondamentali, i mercati del carbonio sono importanti per raggiungere gli obiettivi climatici. Blockchain e criptovalute possono svolgere un ruolo catalizzatore nel consentire ai mercati del carbonio di raggiungere il loro pieno potenziale portando più liquidità e tracciabilità a un mercato frammentato e complesso”.

Nei piani dell’azienda c’è anche la prospettiva di acquistare crediti di carbonio additivi che serviranno a raggiungere l’obiettivo prefissato di essere un’azienda ad emissioni zero entro il 2030. Iniziativa simile è quella di STEPN, che si avvale del marketplace Nori blockchain-based per l’acquisto di “Carbon Removal Credits”.

I vertici della società sono sicuri di riuscire a raggiungere l’obiettivo già nel 2028. D’altra parte secondo alcune stime la domanda di compensazioni di carbonio dovrebbe salire alle stelle a $550 miliardi entro il 2050 per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima.

Monica Long, Direttore generale di RippleX presso Ondulazione, ha detto che:

“La tokenizzazione dei crediti di carbonio può svolgere un ruolo fondamentale nel ridimensionare i mercati del carbonio per soddisfare la crescente domanda, garantendo nel contempo la credibilità, l’integrità e la trasparenza dei mercati esistenti.

Diversi progetti di rimozione del carbonio e fintech stanno già basandosi sull’XRPL per portare sul mercato nuove soluzioni climatiche. Portando la blockchain nelle iniziative climatiche globali, l’industria può verificare e certificare più rapidamente i crediti di carbonio NFT, eliminare il potenziale di frode e persino garantire che la compensazione stia effettivamente rimuovendo il carbonio a lungo termine”.

riscaldamento globale
Il super investimento di Ripple per frenare il riscaldamento globale

La causa di Ripple con la SEC non sembra essere conclusa

Ripple, un sistema di trasferimento di fondi in tempo reale, un network per gli scambi in valute e per invio di rimesse, creato nel 2012 da Ripple Labs, all’epoca OpenCoin, deve ancora risolvere una lunga causa con la SEC che si trascina da oltre un anno e che riguarda la vendita di prodotti finanziari non regolamentati negli USA. Secondo i legali dell’azienda l’accusa non avrebbe alcun fondamento e sono certi che il tutto si risolverà in nulla di fatto entro la fine dell’anno.

Ripple da sempre è in prima linea sulle tematiche legate al clima e alla sostenibilità ambientale, avendo anche co-fondato il Crypto Climate Accord, lanciato ad aprile dello scorso anno e che ha già arruolato oltre 500 membri nei settori delle criptovalute e della finanza. Inoltre, la tecnologia Ripple è un membro fondatore del Crypto Impact del World Economic Forum e Acceleratore di sostenibilità.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.