Il Web 3.0 è già obsoleto: Dorsey lancia il Web5
Il Web 3.0 è già obsoleto: Dorsey lancia il Web5
Blockchain

Il Web 3.0 è già obsoleto: Dorsey lancia il Web5

By Vincenzo Cacioppoli - 17 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Jack Dorsey, l’ex CEO di Twitter, ha annunciato il lancio di un nuovo Web5 basato su Bitcoin.

Il nuovo Web5 di Jack Dorsey

web5 web2 web3
L’idea rivoluzionaria del Web5 dalla mente di Jack Dorsey

La società TBD, controllata da Block e fondata da Jack Dorsey, ha annunciato l’intenzione di costruire un nuovo web decentralizzato incentrato su Bitcoin. Secondo Dorsey il Bitcoin dovrebbe essere l’architrave su cui in futuro si muoverà il web.

Il nuovo progetto, chiamato “Web5”, rappresenta l’ennesima prova della cieca fiducia di Jack Dorsey verso la più famosa criptovaluta. 

Mentre il concetto di Web3 poggia le sue basi sulla tecnologia blockchain e sulla tokenizzazione per decentralizzare la rete, il Web5 è un sistema basato interamente su un solo network distribuito: quello di Bitcoin.

Secondo la nuova concezione del Web5 la rete dovrebbe diventare una piattaforma decentralizzata incentrata sulla sua moneta nativa, che sarebbe appunto BTC. D’altra parte già a dicembre del 2021 Dorsey via Twitter aveva avuto modo di criticare il nuovo Web 3.0, definendolo di proprietà delle società di venture capital, e quindi di non essere affatto decentralizzato.

Qual è l’idea del nuovo Web5?

Ecco allora che il 10 giugno Dorsey ha lanciato l’idea di un progetto di un nuovo web che sia completamente decentralizzato e sicuro senza alcun intermediario che possa controllare i dati degli utenti.

Nel documento di presentazione del progetto si legge:

“Il web ha democratizzato lo scambio di informazioni, ma manca uno strato chiave: l’identità. Lottiamo per proteggere i dati personali con centinaia di account e password che non riusciamo a ricordare. Sul web oggi, identità e dati personali sono diventati proprietà di terzi.”

Il documento stilato dagli sviluppatori del nuovo web continua poi:

“Web5 porta l’identità decentralizzata e l’archiviazione dei dati nelle tue applicazioni. Consente agli sviluppatori di concentrarsi sulla creazione di piacevoli esperienze utente, restituendo al contempo la proprietà dei dati e dell’identità alle persone”. 

Il principale obiettivo del Web5, nella mente dei suoi creatori, sarebbe quello di restituire agli utenti il potere sulla propria identità digitale e sui dati ad essa correlati grazie a strumenti decentralizzati. Evitare insomma che si possano verificare episodi come quelli di Facebook che avrebbe venduto i dati di migliaia di utenti ad un’azienda esterna.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.