Il ceo di Binance è moderatamente ottimista sui mercati
Il ceo di Binance è moderatamente ottimista sui mercati
Criptovalute

Il ceo di Binance è moderatamente ottimista sui mercati

By Vincenzo Cacioppoli - 23 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

il mercato delle criptovalute è crollato di oltre il 60% dai suoi massimi e Bitcoin solo nell’ultima settimana ha lasciato sul terreno il 20% del suo valore. Una situazione da far tremare i polsi anche al più navigato dei trader. Ma non la pensa allo stesso modo uno degli uomini più ricchi al mondo proprio grazie alle criptovalute: il fondatore e ceo del più grande exchange al mondo Changpeng Zhao di Binance.

“Non sto discutendo sul fatto che sia disastroso. È brutto”,

Ha detto giovedì scorso in una intervista a Fortune a Parigi  Zhao, aggiungendo anche che per i più coraggiosi tutte le crisi nascondono anche grandi opportunità di guadagno “Ma quando sta accadendo questo disastro, c’è anche un’opportunità”.

In riferimento alle previsioni future per il mercato Zhao non si è troppo sbilanciato ma ha solo affermato che probabilmente Bitcoin resterà sotto i suoi massimi per almeno i prossimi due anni. 

“Penso che probabilmente ci vorrà del tempo per tornare, visto questo calo dei prezzi, dal massimo storico di 68k a 20k. Probabilmente ci vorranno alcuni mesi o qualche anno”, ha detto Zhao al giornale inglese Guardian, “Nessuno può prevedere il futuro”.

Bitcoin si trova al livello più basso da marzo del 2020 e stenta a risalire la china per provare un rimbalzo. Ma nello stesso sempre il fondatore di Binance ha detto che la maggior parte degli investitori in criptovalute avrebbero fatto i salti di gioia se qualcuno quattro anni fa gli avesse detto che nel 2022 Bitcoin avrebbe raggiunto i 20000 dollari.

“20k pensiamo siano molto bassi oggi. Ma sai, nel 2018, 2019, se dicessi alle persone che bitcoin raggiungerà i 20.000 nel 2022, sarebbero stati molto felici. Nel 2018/19, bitcoin valeva dai $ 3.000 ai $ 6.000″. 

ha detto Zhao al Guardian.

Il fondatore di Binance ha anche spiegato che questa è una fase normale di debolezza del mercato, considerando la volatilità alta dei mercati delle criptovalute. Nello stesso tempo ha rassicurato investitori ed utenti della solidità del suo exchange affermando senza mezzi termini che malgrado il crollo delle quotazione del token e il calo dei mercati, la società non ha alcun bisogno di raccogliere capitali freschi.

Questa precisazione si è resa necessaria dopo che si era sparsa la notizia che anche Binance aveva temporaneamente sospeso i prelievi lunedì scorso ( come Celsius la società di prestiti di criptovalute), a causa, sembra,  di quella che ha definito una “transazione bloccata sulla catena”. Alla domanda però se il blocco dei prelievi fosse comunque legato in qualche modo ai problemi di liquidità a cui sta andando incontro un pò tutto il mercato, Zhao ha replicato:

“Non credo sia una pura coincidenza. Nelle turbolenze del mercato, ci sono più transazioni su una blockchain e molti dei nodi blockchain falliscono”.

Alla domanda se lui ritenga che per il mercato delle criptovalute sia arrivato un periodo definito “inverno crypto” come nel 2017/2018, Zhao ha replicato che secondo lui molti progetti falliranno, perché sono stati creati quando il mercato era ai suoi massimi. 

“In questo momento, sembra decisamente che molti progetti siano in difficoltà perché una volta raggiunto il massimo storico, tutti i progetti spendono denaro come se fossero sempre al massimo. Quindi ora, quando cade, sembra d’inverno. Ma per i progetti che hanno risparmiato denaro, stiamo ancora bene, stiamo ancora assumendo, stiamo ancora crescendo”.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.