banner
Graff Diamonds ha pagato $7.5 milioni in Bitcoin ad un hacker
Graff Diamonds ha pagato $7.5 milioni in Bitcoin ad un hacker
Bitcoin

Graff Diamonds ha pagato $7.5 milioni in Bitcoin ad un hacker

By Marco Cavicchioli - 6 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La società britannica Graff Diamonds ha pagato un riscatto di 7.5 milioni di dollari in Bitcoin ad una banda di hacker russi. 

Gli hacker russi chiedono il riscatto in Bitcoin 

graff diamonds btc
La società Graff Diamonds ha inviato il riscatto ad un indirizzo BTC di proprietà degli hacker russi

Lo ha rivelato Bloomberg citando una causa in atto a Londra.

Graff Diamonds Corp. è una società che si occupa di diamanti, ed in particolare di taglio e lucidatura di diamanti grezzi, oltre che di progettazione, produzione e distribuzione al dettaglio di gioielli ed orologi di lusso. 

Stando a quanto rivela Bloomberg, avrebbero subito un furto di dati dei loro clienti di alto profilo, e sarebbero stati convinti dagli hacker a pagare un riscatto in BTC per non renderli pubblici. 

L’attacco ransomware sarebbe stato effettuato dal gruppo Conti, ed è avvenuto nel settembre 2021. Tra i dati rubati ve ne erano anche alcuni che riguardavano le famiglie reali di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Qatar, tanto che lo stesso gruppo Conti si era poi scusato con loro. Tuttavia aveva minacciato Graff Diamonds di far trapelare altri dati. 

Dichiararono: 

“Il nostro obiettivo è pubblicare quante più informazioni possibili di Graff riguardo alle dichiarazioni finanziarie fatte dalla plutocrazia neoliberista USA-UK-UE, che si impegna in acquisti odiosamente costosi quando le loro nazioni stanno crollando sotto la costrizione economica”. 

Inizialmente chiesero un riscatto di 15 milioni di dollari, ma alla fine si sono accordati per 7.5 milioni, inviati poi a novembre ad un indirizzo Bitcoin. Curiosamente il valore di Bitcoin in seguito è crollato. L’incasso dovrebbe essere stato di 118 BTC, che oggi varrebbero meno di 2,4 milioni di dollari. 

Secondo un portavoce di Graff il pagamento avrebbe neutralizzato con successo la minaccia della pubblicazione dei dati rubati. 

La notizia trapelata grazie a Bloomberg

La scoperta di Bloomberg è stata resa possibile dalla causa che Graff Diamonds ha avviato a Londra contro il suo assicuratore. Infatti, sostengono che tale perdita dovuta ad estorsione dovrebbe essere coperta dalla loro polizza, ma Travellers Companies Inc. si è rifiutata di pagare. 

Il portavoce di Graff ha dichiarato che sono estremamente frustrati e delusi dal tentativo dell’assicuratore di evitare la liquidazione, tanto da non aver avuto altra scelta che rivolgersi all’Alta Corte per ottenerla.

Non vi sono notizie, invece, in merito all’inchiesta delle autorità giudiziarie sull’hack. In teoria gli spostamenti dei BTC inviati potrebbero essere tracciati, tanto forse da poter anche portare ad un recupero di una parte del riscatto, qualora non fosse stato ancora del tutto speso. 

Si tratterebbe comunque di un recupero molto parziale, visto che gli eventuali BTC non venduti allora hanno un valore attuale decisamente inferiore. 

Purtroppo, come rivelato poche settimane fa da Chainalysis al Senato USA, questi attacchi ransomware sono in continuo aumento. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.