Argentina: aumentano scambi con le stablecoin a causa del crollo del peso
Argentina: aumentano scambi con le stablecoin a causa del crollo del peso
Criptovalute

Argentina: aumentano scambi con le stablecoin a causa del crollo del peso

By Stefania Stimolo - 6 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In Argentina pare che i cittadini si stiano affidando alle stablecoin, in vista del crollo della valuta fiat nazionale peso argentino. La causa principale di tale evento è l’incertezza politico-economica che sta facendo aumentare l’inflazione e la svalutazione della moneta locale. 

Argentina si affida alle stablecoin a causa della situazione politico-economica

Secondo quanto riportato, pare che l’Argentina si stia affidando alle stablecoin e valute estere a causa di una svalutazione importante della sua valuta fiat nazionale, il peso argentino, dovuta al clima di incertezza politico-economico. 

Infatti, pare che il tasso di cambio dollaro-peso sia crollato principalmente a causa delle dimissioni del ministro dell’Economia, Martin Guzman, uno degli artefici dell’accordo stipulato dal Paese con il Fondo Monetario Internazionale (FMI) per ristrutturare il debito che il Paese ha con l’organizzazione.

Ecco l’annuncio su Twitter con allegata la foto che mostra la lettera di dimissioni di Guzman. 

“Con la profonda convinzione e la fiducia nella mia visione su quale sia il cammino che deve seguire l’Argentina, continuerò a lavorare e ad agire per una Patria più giusta, libera e sobria.”

Subito dopo Guzman, a dimettersi ci hanno pensato anche altri funzionari del ministero come Ramiro Tosi, Roberto Arias e Rodrigo Ruete.

Argentina e l’aumento volume di scambi delle stablecoin 

inflazione crypto argentina
L’Argentina combatte l’elevata svalutazione della valuta locale con crypto e stablecoin

Queste dimissioni a catena hanno portato il prezzo delle stablecoin a salire dell’11% su alcuni crypto-exchange, mentre il tasso di cambio tra pesos e dollari statunitensi ha raggiunto cifre record. 

Secondo i dati di Criptoya, infatti, il costo dell’acquisto di Tether (USDT) in pesos argentini (ARS) è stato di 271,4 ARS attraverso il crypto-exchange di Binance, un salto di +12% rispetto a prima dell’annuncio delle dimissioni e del 116,25% rispetto all’attuale tasso di cambio fiat di USD/ARS.

Anche l’inflazione è un’altra causa che ha portato l’Argentina ad aumentare l’adozione delle crypto. 

A maggio, era stato riportato dalla Americas Market Intelligence (AMI) dei dati al riguardo che mostravano l’enorme crescita dell’adozione delle criptovalute nel Paese sudamericano, doppiando Paesi come Perù, Bolivia e Messico. 

Non solo, l’Argentina si è anche posizionata al decimo posto nella classifica Global Crypto Adoption Index di quel periodo della società Chainalysis. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.