banner
Prezzo di Ethereum in risalita
Prezzo di Ethereum in risalita
Ethereum

Prezzo di Ethereum in risalita

By Marco Cavicchioli - 8 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Negli ultimi giorni il prezzo di ETH (Ethereum) è in risalita, dopo aver passato intere settimane in rosso. 

Il prezzo di Ethereum inizia a riprendersi dal grosso calo

Durante l’attuale fase di calo, iniziata a metà novembre 2021, il picco minimo è stato toccato proprio il mese scorso, sotto quota 900$. In quel momento c’erano parecchi timori in merito alla possibilità che il calo potesse continuare ancora. 

Tuttavia, dopo un primo immediato rimbalzo a 1.100$, il crollo sembrava essersi arrestato. 

Infatti, da allora il prezzo non è più sceso a 900$. Anzi, ormai sono quasi una ventina di giorni che il prezzo non scende più sotto quota 1.000$. 

In particolare a partire da lunedì 4 luglio il prezzo ha iniziato a risalire un po’, tanto da essere tornato anche abbondantemente sopra quota 1.200$. 

In questo momento il prezzo di ETH è del 18% superiore a quello di lunedì, sebbene questo recupero momentaneo si è limitato a riportarlo su valori simili a quelli precedenti al crollo di metà giugno. Rispetto al picco minimo del 18 giugno il recupero è stato di quasi il 40%. 

Nonostante ciò è ancora addirittura del 74% inferiore al valore massimo di sempre, fatto registrare ad inizio novembre. 

Sicuramente un ruolo in questa risalita temporanea lo stanno giocando le notizie positive che riguardano il Merge. A dire il vero, infatti, a giugno sembrava piuttosto strano che il prezzo di ETH fosse così tanto in difficoltà nonostante continuassero ad uscire diverse notizie positive in merito al passaggio a PoS. 

Basti dire che da aprile fino al picco minimo di giugno il prezzo era sceso del 73%, proprio nel periodo in cui venivano effettuati con successo i primi test sul Merge. 

Quella è sembrata una discesa decisamente anomala, non tanto per il fatto in sé che il prezzo stesse scendendo, ma soprattutto per la corposa entità del crollo. 

Forse, però, in quella fase, iniziata comunque a metà novembre 2021, ha contato di più l’impatto negativo del fortissimo ritracciamento dei mercati finanziari statunitensi dopo la decisione della Fed di terminare il quantitative easing, e di iniziare a ritirare liquidità dai mercati. 

Fed, finanza tradizionale e crypto

Ora quella fase sembra essere terminata, perché gli investitori e gli speculatori sembra abbiano terminato di riposizionare i loro capitali, quindi può esserci maggiore spazio per i fondamentali. 

Le notizie positive sui test del Merge della nuova Beacon Chain con l’attuale blockchain di Ethereum basata su PoW fanno parte proprio di questi fondamentali, ed è possibile che a partire da fine giugno siano tornate ad avere un impatto significativo sul prezzo. 

In realtà per ora è ancora presto per affermare che il recupero del 40% del prezzo di ETH rispetto al minimo di giugno sia il chiaro segnale di un’inversione di tendenza, ma perlomeno sembra chiaro che la lunga fase di riposizionamento seguente al quantitative tightening sia terminata, o comunque momentaneamente arrestata. Resta da capire se l’attuale slancio al rialzo durerà, oppure se avrà vita breve. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.