Elon Musk potrebbe controdenunciare Twitter
Elon Musk potrebbe controdenunciare Twitter
News dal Mondo

Elon Musk potrebbe controdenunciare Twitter

By Marco Cavicchioli - 19 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La notizia l’ha riferita il New York Post citando una fonte vicina al caso: Elon Musk ha in programma di intentare una contro-querela contro Twitter. 

Elon Musk cerca di combattere la causa iniziata da Twitter

elon musk causa
Elon Musk è pronto a rispondere a Twitter con lo stesse armi

Dopo il suo rifiuto di portare a termine l’accordo di acquisto della società per 44 miliardi di dollari, Musk è stato querelato dai soci Twitter che stanno cercando di obbligarlo a concludere l’affare. 

Oggi, martedì 19 luglio 2022, si terrà la prima udienza presso il tribunale del Delaware di questa battaglia legale, perché Twitter ha chiesto un processo rapido, mentre Musk sta cercando di evitarlo. La società punta all’avvio della procedura giudiziaria già a settembre, mentre Musk spera di rimandarlo a febbraio. 

Uno dei modi per cercare di evitare l’inizio del processo già a settembre potrebbe essere proprio quello di controquerelare la società in modo da mettere altra carne al fuoco, magari costringendo la Corte a doversi prendere più tempo. 

Infatti, il New York Post riferisce che gli avvocati di Musk stanno cercando di convincere il giudice della Corte di Cancelleria del Delaware a concedere loro più tempo per poter raccogliere maggiori informazioni sui bot su Twitter. La questione sollevata da Musk per rifiutarsi di portare a termine l’accordo è proprio la sovrastima dei dati ufficiali del social network riguardo il numero reale di utenti attivi, perchè molti di questi in realtà sarebbero bot assolutamente irrilevanti dal punto di vista economico. 

Il Post ipotizza anche che una lunga battaglia legale contro la società potrebbe far perdere ulteriore valore in borsa alle sue azioni, dando così ad Elon Musk maggior forza per cercare eventualmente di rinegoziare al ribasso il prezzo di acquisto. 

Prima dell’annuncio dell’intenzione di acquistare la società a 54,2$ ad azione, il loro prezzo in borsa era di circa 40$. Dopo essere salito sopra i 54$ è tornato a scendere, fino agli attuali 38$. Per poter offrire meno di 54,2$ ad azione probabilmente sarebbe necessario un ulteriore crollo. 

Musk ha 20 giorni, a partire da martedì scorso, per presentare le proprie controdeduzioni alla Corte, quindi un’eventuale controquerela potrebbe arrivare nel corso dei prossimi giorni.  

I pensieri del professor Miller sui possibili risvolti del processo

Secondo il professore di diritto societario e finanziario dell’Università dell’Iowa, Robert T. Miller, sarebbe probabile che il giudice possa accogliere la richiesta di Twitter di un processo rapido, quindi l’ipotesi di una controquerela sembra decisamente plausibile. 

Miller tuttavia lavorava presso Wachtell, Lipton, ovvero lo studio legale che rappresenta Twitter, e non si aspetta nemmeno che l’eventuale controquerela possa ridurre le probabilità che il giudice opti per un processo rapido. Afferma, però, che se Musk producesse nuove argomentazioni potrebbe potenzialmente guadagnare tempo aggiuntivo. 

In caso di procedura rapida, gli avvocati di Twitter punteranno ad un processo di quattro giorni da tenersi in settembre. 

Tuttavia il Post riferisce anche che alcuni analisti legali non prevedono che la Corte finisca per ordinare a Musk di completare l’acquisto di Twitter. 

Miller comunque afferma che anche in caso di ordine perentorio della Core, Musk potrebbe rifiutarsi di firmare fisicamente i documenti per chiudere l’acquisizione, ed in tal caso il Delaware dovrebbe nominare un funzionario chiamato “special master” che agisca per suo conto. A quel punto, però, la Corte potrebbe anche multare Elon Musk, o addirittura condannare ad una pena carceraria.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.