banner
Giappone: il gigante bancario SMBC svilupperà progetti NFT
Giappone: il gigante bancario SMBC svilupperà progetti NFT
NFT

Giappone: il gigante bancario SMBC svilupperà progetti NFT

By Stefania Stimolo - 26 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il gigante bancario del Giappone, la Sumitomo Mitsui Financial Group (SMBC Group) ha dichiarato che collaborerà con la startup blockchain HashPort per sviluppare progetti NFT e Web3.

Giappone nel Web3 e NFT con la SMBC Group

In Giappone, il gigante bancario Sumitomo Mitsui Financial Group (SMBC Group), con 2,1 trilioni di dollari di patrimonio, ha dichiarato che collaborerà con la startup blockchain HashPort per sviluppare progetti NFT e Web3.

“NOTIZIA: Il gigante bancario giapponese SMBC (2,1 trilioni di dollari di patrimonio) svilupperà progetti NFT e Web3”

La SMBC Group, che gestisce una delle maggiori banche giapponesi, insieme ad HashPort, pare voglia istituire quello che è stato chiamato “token business lab”, con l’obiettivo di sperimentare attività di token come gli NFT.

NFT in Giappone: Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG) con Animoca Brands 

A quanto pare, la SMBC Group segue quello che già a marzo era stato annunciato dalla Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG), la più grande banca giapponese, che aveva stretto una collaborazione con Animoca Brands per sviluppare attività di NFT. 

Grazie a questa collaborazione, MUFG Bank si è impegnato a sostenere lo sviluppo del mercato NFT, sfruttando il know-how di Animoca Brands in materia di contenuti digitali, diritti di proprietà intellettuale e gestione del mercato NFT.

L’idea della MUFG Bank è quella di contribuire alla protezione del Web 3.0, che coinvolge l’esplosivo mercato dei Non-Fungible Token, sostenendo l’emissione e la quotazione degli NFT e fornendo servizi per il loro acquisto, come la loro conservazione, ecc.

Non solo Non-Fungible Token, il quadro giuridico per le stablecoin

Mentre saranno esplorati i Non-Fungible Token grazie all’interesse da parte della Sumitomo Mitsui Financial Group e, precedentemente dalla MUFG Bank, il Giappone è anche pronto per inquadrare le stablecoin.

Infatti, il mese scorso, il Parlamento giapponese ha approvato una legge che chiarisce lo status legale delle stablecoin, definendole come monete digitali che devono essere legate allo yen o a un’altra valuta fiat, garantendo ai titolari il diritto di riscattarle al valore nominale. 

Questa definizione è solo un primo passo verso la costruzione di un vero e proprio quadro giuridico sulle stablecoin che entrerà in vigore entro il prossimo anno. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.