Giappone: nuovo quadro giuridico per le stablecoin entro un anno
Giappone: nuovo quadro giuridico per le stablecoin entro un anno
Stable Coin

Giappone: nuovo quadro giuridico per le stablecoin entro un anno

By Stefania Stimolo - 3 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In Giappone, il Parlamento ha approvato una legge che chiarisce lo status legale delle stablecoin, iniziando a costruire il nuovo quadro giuridico sulle monete digitali che entrerà in vigore entro il prossimo anno. 

Giappone: nuova legge su stablecoin e il quadro giuridico in arrivo

giappone regolamentazione
Nuove regolamentazioni in arrivo in Giappone per il mercato delle stablecoin

Secondo quanto riportato, la nuova legge approvata venerdì in Giappone definisce le stablecoin come monete digitali che devono essere legate allo yen o a un’altra valuta fiat, garantendo ai titolari il diritto di riscattarle al valore nominale.  

Si tratta di un primo passo del Parlamento giapponese verso la costruzione di un vero e proprio quadro giuridico sulle stablecoin che entrerà in vigore entro un anno. Infatti, l’Agenzia giapponese per i servizi finanziari ha dichiarato che nei prossimi mesi introdurrà una normativa che regolamenterà gli emittenti di stablecoin. 

Non solo, la definizione legale sottolinea che le stablecoin possono essere emesse solo da banche autorizzate, agenti di trasferimento di denaro registrati e società fiduciarie. 

La nuova legge non è applicabile per le stablecoin esistenti garantite da attività di emittenti esteri come Tether (USDT), o le loro controparti algoritmiche. Inoltre, al momento, i crypto-exchange in Giappone, non quotano le stablecoin.

Giappone: Mitsubishi UFJ Trust and Banking Corp emetterà la sua stablecoin 

Non appena il nuovo quadro giuridico sulle stablecoin del Giappone sarà pronto, la Mitsubishi UFJ Trust and Banking Corp. sembra aver già dichiarato che emetterà la propria stablecoin, chiamata Progmat Coin. 

La banca, unità di Mitsubishi UFJ Financial Group Inc. avrebbe affermato che il token sarà interamente sostenuto da yen depositati in un conto fiduciario e che garantirà il rimborso al valore nominale.

In generale, il Giappone con questa mossa si unisce a tutte le economie che si stanno preparando a erigere barriere di protezione intorno alle stablecoin, proprio dopo il crollo di TerraUSD del mese scorso, che ha portato a perdite multimiliardarie. 

I governi si proteggono dalle stablecoin

A fronte delle ingenti perdite degli investitori riguardanti il crollo di UST e Luna, i governi si sono mossi per tutelarsi dalle stablecoin. 

Oltre il Giappone oggi, anche il Regno Unito mira a prevedere, ove possibile, e ad evitare nel concreto i problemi derivanti da eventuali crack di criptovalute e stablecoin. 

Entro il 2 agosto, il Tesoro del Regno Unito dovrà emettere un documento per dare maggiori poteri alla Banca Centrale inglese, così da indagare più da vicino gli emittenti di stablecoin e migliorare la normativa esistente. 

Al contrario, la Corea del Sud ha voluto agire in modo più pesante mettendo Do Know, fondatore di Terra Luna, sotto indagine da parte dell’ufficio del procuratore del distretto meridionale di Seoul.  

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.