Colombia: una moneta digitale nazionale per prevenire l’evasione fiscale
Colombia: una moneta digitale nazionale per prevenire l’evasione fiscale
News dal Mondo

Colombia: una moneta digitale nazionale per prevenire l’evasione fiscale

By Stefania Stimolo - 18 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In Colombia, il nuovo governo del presidente Gustavo Petro, vuole creare una moneta digitale nazionale per prevenire l’evasione fiscale del Paese.

Colombia: il nuovo governo vuole istituire una nuova moneta digitale nazionale

Secondo quanto riportato, il nuovo governo colombiano col Presidente Gustavo Petro, vuole creare una moneta digitale nazionale o CBDC, per prevenire l’evasione fiscale e tutte le attività finanziarie illecite del Paese. 

A dichiararlo è Luis Carlos Reyes, capo dell’Autorità nazionale colombiana per le imposte e le dogane, che ha anche affermato che la moneta nazionale digitale avrebbe anche lo scopo di facilitare le transazioni per i cittadini.

Nello specifico, la creazione di tale moneta sarebbe parte di una nuova politica monetaria che eviterebbe le transazioni in contanti. E infatti, con la valuta digitale, Reyes sostiene che non potrà essere utilizzata fisicamente in alcun modo, al contrario di quello che succede col peso colombiano. 

Non solo, la CBDC fermerebbe l’evasione fiscale che, secondo le stime riportate, rappresenta tra il 6% e l’8% del PIL. 

Colombia: la valuta digitale nazionale limita le transazioni in contanti

Nella nuova politica monetaria, pare che il governo di Petro stia inserendo delle entrate aggiuntive.

A tal proposito, Reyes ha commentato: 

“Uno degli obiettivi importanti è che quando si effettuano pagamenti di un certo importo, questi devono essere registrati su un supporto elettronico. questo è importante per migliorare la tracciabilità dei pagamenti effettuati nell’economia. Quando le transazioni sono in contanti, non vengono registrate da nessuna parte, ed è più facile effettuare vendite che non vengono registrate [e, quindi]le persone che devono pagare l’IVA o l’imposta sul reddito su queste transazioni possono evaderle”.

In sostanza, la nuova valuta digitale nazionale servirebbe proprio per limitare le transazioni in contanti. Al momento, non sono stati svelati dettagli sul tipo di valuta digitale che il governo colombiano intende lanciare: se una CBDC o una moneta digitale garantita da asset. 

Il Presidente Gustavo Petro favorevole a Bitcoin e crypto

Salito ufficialmente in carica il 7 agosto 2022, Gustavo Petro è diventato il nuovo Presidente della Colombia, e già in passato era intervenuto in merito al Bitcoin, affermandosi come sostenitore delle crypto e della Blockchain. 

Nel 2017, infatti, aveva pubblicato un tweet in cui lasciava intendere che le crypto come BTC avrebbero potuto togliere potere al governo e alle banche tradizionali per restituirlo al popolo. 

Mentre, a ottobre 2021, sempre Petro avrebbe commentato la scelta di Nayib Bukele, Presidente di El Salvador, di minare Bitcoin con energia geotermica dei vulcani, dichiarando che la moneta virtuale è pura informazione, e quindi energia. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.