Per il CEO di Binance il futuro sarà la DeFi
Per il CEO di Binance il futuro sarà la DeFi
DeFi

Per il CEO di Binance il futuro sarà la DeFi

By Vincenzo Cacioppoli - 22 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Changpeng Zhao, il CEO di Binance, ha dichiarato che secondo lui tra qualche anno la DeFi dominerà il settore della finanza digitale.

CZ parla delle potenzialità della DeFi

Nonostante sia il fondatore e CEO del più grande exchange centralizzato al mondo, Binance, Zhao è convinto che il futuro del settore degli asset digitali sarà certamente quello della finanza decentralizzata, che ha conosciuto un vero e proprio boom negli ultimi due anni.

Di finanza decentralizzata, Zhao ne aveva parlato già due anni fa, quando fu lanciato Binance Smart Chain, una prima incursione dell’azienda nel campo della Defi. In quel caso aveva riconosciuto che exchange specializzati nella finanza decentralizzata, come Uniswap e Curve potessero in futuro mettere in difficoltà exchange centralizzati come il suo.

Zhao, in un’intervista, usando un termine abbreviato per la finanza centralizzata, ha affermato:

“La nostra missione non è costruire uno scambio CeFi. In questo momento è una delle nostre attività più grandi a supportare la nostra crescita. Ma a lungo termine, vogliamo spingere il decentramento”.

In quell’occasione Zhao aveva anche affermato che se la decentralizzazione dovesse vincere come modello di business dominante per le sedi di negoziazione nei mercati degli asset digitali, Binance potrebbe comunque trarre profitto da questa cosa, guadagnando dalle sue partecipazioni nei token BNB.

Ora, però, a due anni di distanza questo dubbio sembra essere venuto meno, avendo affermato di essere sostanzialmente sicuro che il futuro del settore si indirizzerà verso la finanza decentralizzata. 

Secondo Zhao, gli exchange centralizzati ormai servirebbero come una sorta di rampa necessaria per la crittografia per i consumatori che non hanno familiarità con lo spazio, 

Ma poi con il tempo una volta che le persone acquisiranno maggiore familiarità con la tecnologia blockchain, passeranno alla DeFi. Anche se questa cosa dovrebbe e potrebbe richiedere ancora qualche anno. 

Il ruolo degli exchange nello sviluppo della DeFi

Secondo il CEO di Binance, le persone non hanno ancora una grande familiarità con il mondo delle criptovalute e degli asset digitali in genere e quindi almeno all’inizio gli exchange centralizzati possono aiutarli a farsi una formazione ed avere quegli strumenti che permettono loro di investire in maniera più consapevole. Raggiunta questa maturità potrebbe essere inevitabile rivolgersi per loro alla finanza decentralizzata.

La finanza decentralizzata in breve rappresenta un’evoluzione della finanza digitale e un totale adeguamento alla caratteristica di decentralizzazione della tecnologia blockchain. La finanza decentralizzata è un sistema finanziario che non si basa su intermediari finanziari centrali come broker, exchange o banche, ma utilizza invece smart contract sulla blockchain.

La DeFi permette ormai di effettuare, non solo trading, ma anche tutta una serie di servizi offerti da banche ed istituzioni finanziarie tradizionali, come ad esempio guadagnare interessi, attivare prestiti, dare a prestito, acquistare polizze assicurative, scambiare strumenti derivati, scambiare risorse e altro ancora, con la sostanziale differenza che tutto questo avviene più rapidamente e non richiede documentazione né la presenza di terze parti.

Secondo Zhao, entro una decina di anni gli exchange di questo tipo supereranno per volumi e diffusione quelli centralizzati, come appunto Binance e Coinbase:

“Penso che tra cinque o 10 anni, gli scambi decentralizzati saranno più grandi degli scambi centralizzati… Direi al massimo, in 10 anni, DEX e DeFi saranno più grandi di CeFi”.

Allo stesso tempo, però, Zhao vede anche un futuro in cui i due sistemi potranno benissimo coesistere insieme, perché molte persone continueranno a preferire gli exchange più centralizzati come il suo:

“Penso che ci siano ancora molte persone che sono molto più a loro agio nell’usare un’e-mail e una password. Se chiedi alla generazione dei miei genitori, preferirebbero di gran lunga [e-mail e password] invece di utilizzare una chiavetta USB per eseguire backup crittografati delle loro chiavi private in modo distribuito”.

La DeFi garantisce maggiore inclusività

Infine, Zhao ha anche evidenziato il ruolo positivo dell’innovazione tecnologica legata allo sviluppo della DeFi, che facilita di molto il compito degli utenti, e renderà questi strumenti sempre più attrattivi:

“Penso che la tecnologia migliorerà al punto in cui le cose decentralizzate saranno molto più utilizzabili. In realtà è più facile da usare perché devi fare KYC [normativa conosci il tuo cliente]. Non devi fare tutti questi processi molto noiosi. Puoi avere il controllo del tuo portafoglio da solo”. 

Zhao ha parlato anche in un tweet dell’importante decisione presa dall’Europa con la nuova regolamentazione, approvata a Luglio, del MiCA, che dovrebbe entrare a regime nel 2023, di non intervenire per limitare il ruolo delle stablecoin e sul sistema del PoW, che regola Bitcoin.

Nel tweet, Zhao ha scritto come la liquidità, che viene garantita ai mercati proprio dalle stablecoin, è fondamentale per proteggere gli utenti del mondo delle criptovalute. Il fondatore di Binance ha definito la nuova legge sulla regolamentazione delle crypto della Unione europea sicuramente utile, ma forse un po’ troppo restrittiva.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.