L’AMA di Poseidon DAO: l’incontro con Giovanni Motta e Emanuele Ferrari
L’AMA di Poseidon DAO: l’incontro con Giovanni Motta e Emanuele Ferrari
Interviste

L’AMA di Poseidon DAO: l’incontro con Giovanni Motta e Emanuele Ferrari

Chevron down
Ascolta qui
download

Dopo il successo dei primi due AMA, Poseidon DAO ritorna con un terzo incontro, che si terrà lunedì 10 ottobre alle ore 9 PM CET.

Lo space tenuto da Poseidon DAO in collaborazione con The Cryptonomist lo scorso lunedì 3 ottobre è stato ricco di sorprese. Protagonisti indiscussi Giovanni Motta e Emanuele Ferrari i quali hanno raccontato i loro più recenti progetti e come gli NFT hanno cambiato il loro modo di lavorare e vivere. 

L’appuntamento si inserisce all’interno di una serie: ogni settimana, infatti, nel suo canale Twitter, Poseidon ospiterà diversi artisti, collezionisti ed esperti del settore NFT al fine di far conoscere e creare sinergie tra i vari attori del settore. 

Emanuele Ferrari, il crypto artist presente al primo AMA di Poseidon DAO

Fotografo di moda famoso in tutto il mondo, Emanuele Ferrari ha collaborato con grandi brand e pubblicato sulle testate più famose del settore. Accresciuta la sua fama in europa, si è fatto conoscere oltre oceano grazie al magazine “The Next Door Models” nel quale le modelle venivano fotografate durante la vita di tutti i giorni, senza le costruzioni imposte da uno shooting fotografico. 

Avvicinatosi al settore NFT a fine 2021, ha dapprima iniziato ad acquistare opere, per poi poter dar vita a progetti collectors-oriented. È proprio da questa pregressa esperienza come collezionista che sono nati i progetti Secret e Moongirls, volti ad ampliare e premiare la platea di holders. 

La scelta del debutto nel mondo degli NFT, nel caso di Emanuele, è dovuta a sempre maggiori pressioni da parte degli stylist nel mondo della fotografia di moda, i quali, impongono specifici canoni limitando così la possibilità di espressione artistica dei fotografi. 

Il suo talento è stato subito apprezzato anche nel Web3 e questo gli ha permesso di diventare cliente di se stesso, permettendogli di raggiungere una maggior soddisfazione personale pur senza lasciare del tutto il vecchio lavoro. 

“Ora mi sento un artista, prima ero solo un lavoratore”, ha detto al pubblico presente. Attenzione anche alla figura della modella che, centrale nel mondo del fashion, secondo Emanuele, nel mondo degli NFT è – per ora – resa mero oggetto.

Secret e Moongirls di Emanuele Ferrari

Nonostante l’idea della serie Moongirls sia precedente a Secret, Emanuele Ferrari ha scelto di lanciare prima Secret in quanto reputava che la propria platea di collezionisti fosse troppo ristretta per un progetto come Moongirls. 

Il progetto Secret – nato come una sorta di Pass per le Moongirls – ha riscosso un enorme successo, eguagliato da quello della serie successiva. Per Moongirls, primo esempio di fotografia generativa sul Web3, Emanuele si è avvalso dell’aiuto di diversi artisti tra cui Xcopy, JakNFT, DeeKay e Giovanni Motta, i quali hanno dato libero sfogo creativo sulla base della foto proposta. 

Giovanni Motta, l’artista NFT di spicco presente all’AMA di Poseidon DAO

Giovanni Motta vanta vasta esperienza in campo artistico, apprezzato anche in oriente dove è rappresentato dalla galleria Func Gallery a Shanghai in China. Nelle sue opere, sia fisiche che digitali, è la ricerca introspettiva a guidarlo. 

Autodidatta, si immerge in lunghe sessioni di meditazione per ricercare elementi del suo passato per poi imprimere nelle opere gli elementi che la meditazione gli riporta alla mente. Avvicinatosi agli NFT per allontanarsi dalle dinamiche di potere delle quali molto spesso gli artisti di arte fisica sono succubi, costretti sempre a produrre per delle gallerie che trattengono percentuali elevatissime, con l’arte digitale ha trovato la serenità nel lavoro che non è venuta meno neanche in questo momento di bear market.

Metaborg e Five Stars di Giovanni Motta

A seguito del successo che le sue opere 1/1 hanno riscontrato tra i collezionisti di non fungible tokens, Giovanni si è dedicato a Metaborg, fumetto acquistabile come NFT il cui primo numero è stato rilasciato a luglio 2022. Nel progetto ha inserito molti altri artisti e diversi collezionisti i quali – presentati alla fine del primo numero – saranno i protagonisti indiscussi del secondo. Tramite un dialogo con le persone dietro i personaggi, è riuscito a creare una versione bambina di ognuno di loro. 

Presentato anche il progetto Five Stars che si ricollega sempre a Metaborg ed in cui convive sia l’arte fisica che l’NFT, il quale verrà lanciato prima del secondo numero di Metaborg. Ispirandosi al progetto “I’m a coin” di Kevin Abosch, Five Stars unisce la certificazione data dal sangue dell’artista con l’autentica per eccellenza che è l’arte su blockchain. I possessori degli NFT Five Stars potranno, infatti, riscattare un’opera fisica “firmata” con il sangue dello stesso artista, il quale, ha dichiarato, renderà disponibili i propri dati genetici su blockchain così chiunque abbia l’opera fisica in futuro potrà far analizzare il DNA per assicurarsi che l’opera sia un Motta originale.

Discussione e confronto

Il confronto tra gli artisti, nel corso dell’AMA si è incentrato sul ruolo delle tokenomics nei progetti di arte digitale, secondo Giovanni un ottimo strumento di marketing, un tool con il quale spiegare la propria arte, mentre secondo Emanuele uno strumento che permette, non solo di spiegare agli holders cosa c’è dietro il progetto, ma anche di remunerare i collezionisti, cosa per lui fondamentale.

Entrambi, inoltre, si sono prodigati anche in consigli verso i nuovi artisti: Giovanni suggerisce di crearsi una solida routine, lasciandosi, però, del tempo per sperimentare senza dimenticare un’attenta gestione dei profili social. Per Emanuele, invece, è necessario mettersi prima dalla prospettiva di chi compra, acquistando opere prima di venderle e prendersi sempre cura di tutti gli owner.

Il prossimo AMA di Poseidon DAO

Poseidon DAO ha annunciato gli ospiti principali del prossimo AMA che si terrà lunedì 10 ottobre alle 9 PM CET: Emanuele Dascanio, Matteo Mauro e Leo Caillard.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.