Gamestop e gli NFT: un progetto dedicato al gaming
Gamestop e gli NFT: un progetto dedicato al gaming
NFT

Gamestop e gli NFT: un progetto dedicato al gaming

By Amelia Tomasicchio - 2 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Come anticipato, Gamestop ieri ha finalmente aperto le porte del suo nuovo marketplace di Non-Fungible Token (NFT) dedicato al gaming.

La piattaforma è stata costruita utilizzando ImmutableX, come anticipato a febbraio scorso quando le due aziende avevano stretto una partnership che coinvolgeva anche un investimento di ben 100 milioni di dollari.

Il marketplace è stato in versione beta per circa 4 mesi, dal luglio scorso, per testarne tutte le funzionalità ed essere poi pronti per il lancio ufficiale avvenuto lunedì 31 ottobre..

Con lo scopo di dare facile accesso al mondo del Web3 e permettere la vendita e l’acquisto di asset NFT per il gaming, la piattaforma include giochi popolari come Gods Unchained, Guild of Guardians e Illuvium.

Gli NFT di Gamestop

Andando sul sito del marketplace, aperto come sottodominio del sito principale di Gamestop, è chiaro dal primo sguardo che si tratta di una piattaforma dove il gamer si trova al centro.

L’obiettivo infatti di Gamestop con questo nuovo progetto è proprio quello di facilitare l’accesso al Web3 e quindi traghettare i giocatori nel mondo del gaming su blockchain. Non per niente, largo spazio è dedicato anche ai tutorial.

Interessante anche notare che ci sia una sezione dedicata ad Habbo, un gioco degli anni 2000 che potrebbe essere considerato uno dei precursori degli attuali metaversi.

Cos’è ImmutableX

ImmutableX è un layer 2 basato sulla blockchain di Ethereum che permette di avere transazioni veloci e fee praticamente ridotte a zero. Questo consente anche di avere una tecnologia a zero impatto di emissioni di carbonio.

Il principale utilizzo di questo layer 2 è indirizzato al mondo degli NFT e quindi del Web3 e del gaming, con giochi come Delysium, Undead Blocks, Starheroes e molti altri ancora.

Il coinvolgimento di Gamestop nel mondo NFT e crypto

Già a luglio scorso Gamestop aveva anche lanciato un wallet Ethereum self-custodial che sfrutta la tecnologia del Layer 2 di Loopring per la custodia di crypto, NFT e dApp. Il wallet, che si può trovare sul sito ufficiale di Gamestop, è disponibile come estensione per browser e anche per iPhone.

L’obiettivo del nuovo wallet ethereum-based è quello di facilitare agli utenti il conservare, inviare e ricevere ETH, NFT, ERC20 token e dApps, utilizzando la tecnologia ZK-rollup del Layer 2 di Loopring.

Il caso di Gamestop su Reddit

Circa un anno fa, nel pieno del lockdown e della pandemia del Covid-19, Reddit divenne il teatro per un pump organizzato del titolo in borsa di Gamestop, GME, ad opera del gruppo Wall street Bets.

GameStop, a dicembre del 2020, era un’azienda in forte crisi. Quotata in borsa dal 2004, ha accusato sia la crisi del passaggio al digitale e quindi dell’inutilità dei negozi fisici e anche la crisi relativa alla pandemia.

A dicembre 2020 il fondo RC Ventures aveva acquisito il 13% della società per 76 milioni di dollari presentando un piano di rilancio incentrato sull’ecommerce. A gennaio le azioni di GameStop crescono passando da 4 a 18 dollari. 

Nonostante ciò, gli hedge fund scommettono sulla fine di GameStop e Melvin Capital e Citron Research iniziano a vendere allo scoperto le azioni di GameStop. 

È qui che entra così in gioco il gruppo di Wall Street Bets, che ha iniziato a comprare in massa le azioni di GameStop per farne salire il prezzo, dimostrando che un gruppo di “piccoli investitori” può riuscire a mettere in ginocchio anche la finanza tradizionale.

Subito dopo anche delle criptovalute sono state pumpate da questo gruppo di investitori retail, come Dogecoin e anche Ripple.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.