Craig S. Wright è Satoshi Nakamoto: la prova matematica
Craig S. Wright è Satoshi Nakamoto: la prova matematica
Bitcoin

Craig S. Wright è Satoshi Nakamoto: la prova matematica

By Andrea Porcelli - 2 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Si sta concretizzando sempre di più la teoria secondo cui la vera identità di Satoshi Nakamoto, il misterioso creatore di Bitcoin, sia collegata all’informatico australiano Craig S. Wright.

Tra le varie supposizioni, le varie prove, questa volta ci pensa la matematica. 

Chi è Craig S. Wright e perché potrebbe essere Satoshi Nakamoto

Craig S. Wright afferma lui stesso di essere il creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto.

L’affermazione di Wright ha generato intrighi e scetticismo all’interno della comunità BTC.

Alcuni hanno sostenuto la sua affermazione. Come, ad esempio, il direttore della Bitcoin Foundation, Gavin Andresen, che dal 2015 fino al 2021 era certo che Craig Wright fosse Satoshi Nakamoto, fino a poi ritrattare le sue certezze.

A detta di Wright, sarebbe stato lui insieme al compagno, esperto di sicurezza informatica, Dave Klaiman (defunto nel 2013), a creare Bitcoin. Questa affermazione ha portato la famiglia di Dave Klaiman ad una mossa legale: suo fratello Ira ha fatto causa a Wright chiedendo parte dei 66 miliardi di dollari (al cambio) di Bitcoin presenti nei conti di Satoshi Nakamoto.

Ma mentre il processo era in corso, durante i dibattiti per il controllo dei fondi tramite degli indirizzi intestati a Satoshi Nakamoto, un messaggio molto chiaro, affermava che Wright non era il creatore di Bitcoin:

“Craig Steven Wright è un bugiardo e un truffatore. Non ha le chiavi utilizzate per firmare questo messaggio. Il Lightning Network è un risultato significativo. Tuttavia, dobbiamo continuare a lavorare per migliorare la capacità on-chain. Sfortunatamente, la soluzione non è semplicemente cambiare una costante nel codice o permettere a partecipanti potenti di forzare gli altri. Siamo tutti Satoshi.”

Le prove che sostengono la tesi di Craig S. Wright sono molte, a partire dal famoso libro pubblicato da Craig Wright, registrato con il copyright di Bitcoin.

La matematica fornisce la verità sull’identità di Satoshi Nakamoto

Seppur potrà sembrare strano, tramite calcoli matematici per calcolare le probabilità si può arrivare ad una verità sulla reale identità di Satoshi Nakamoto. 

La tecnica matematica da usare è quella Baynesiana per stimare la veridicità di un’ipotesi, e i fattori da utilizzare sono le prove di cui siamo in possesso. Il modello matematico nella sua forma più semplice presuppone la completa credibilità di ogni attestazione.

Inizia specificando una probabilità precedente di essere vera.

Diciamo: Probabilità precedente = 10^-10

Cioè, uno su 10 miliardi, una probabilità molto piccola di essere vero. Approssimativamente qualsiasi persona a caso che vive sulla terra ha una tale probabilità di essere Satoshi senza alcuna prova rilevante che attesti la persona.

Questa probabilità precedente, a sua volta, viene quindi aggiornata ad una probabilità posteriore alla luce di nuovi dati rilevanti (evidenza).

La Probabilità posteriore viene continuamente aggiornata con ulteriori prove indipendenti.

Con il caso di Craig Wright, si raggiungerà presto la quasi certezza che sia Satoshi Nakamoto, date le molteplici prove di alti valori di attestazione 

Il documentario per dimostrare che Wright è il vero creatore di Bitcoin

Il famoso imprenditore Calvin Ayre ha mostrato tramite Twitter diverse foto in cui si vede che sono in corso delle registrazioni per un documentario su Craig Wright.

Ho iniziato a girare un documentario sulla vita di Craig creando Bitcoin. Hanno assunto un team di professionisti fuori Londra e scaveranno attraverso tutto, comprese tutte le prove che vanno in tribunale per il processo McCormack.”

L’obiettivo del documentario sarà quello di dimostrare la vera identità di Satoshi Nakamoto, ovvero Craig S. Wright, e portare alla luce tutte le prove che lo dimostrino.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.