Centrifuge: il progetto crypto riceve $4 milioni da Coinbase e Block Tower
Centrifuge: il progetto crypto riceve $4 milioni da Coinbase e Block Tower
Criptovalute

Centrifuge: il progetto crypto riceve $4 milioni da Coinbase e Block Tower

By Amelia Tomasicchio - 3 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il protocollo crypto Centrifuge ha annunciato oggi un round di finanziamento da parte di importanti aziende del settore, tra cui Coinbase, Block Tower Capital.

Si tratta precisamente di un round da 4 milioni di dollari arriva quando Centrifuge ha registrato un enorme slancio negli ultimi mesi e una crescente attenzione per gli asset reali nel settore finanziario e delle criptovalute. 

Tra gli altri investitori partecipanti al round di investimento troviamo anche L1 Digital e Scytale.

All’inizio di quest’anno, la società di investimenti in crypto Block Tower Capital ha annunciato una partnership strategica da 3 milioni di dollari con Centrifuge, che ha finanziato oltre 182 milioni di dollari di asset.

Lucas Vogelsang, CEO e co-fondatore di Centrifug, ha dichiarato:

“Stiamo costruendo il mercato del credito del futuro e, insieme a questo, dobbiamo costruire l’ecosistema finanziario per le istituzioni che vogliono transare on chain. Partner come Coinbase e Block Tower sono essenziali per la costruzione di parti critiche di questa infrastruttura, in quanto Centrifuge diventa la piattaforma di riferimento per gli asset del mondo reale e per il credito garantito on chain”.

Come funziona Centrifuge

Centrifuge in sostanza porta gli asset nella DeFi, consentendo a una serie di aziende di accedere a finanziamenti senza avere intermediari, ma integrando altre piattaforme della finanza decentralizzata come Maker e Aave.

Thomas Klocanas, General Partner & Head of Venture di BlockTower Capital, ha dichiarato:

“L’intersezione tra DeFi e credito tradizionale, spesso definita Real World Assets nello spazio degli asset digitali, è una delle tesi più convinte di BlockTower in tutte le nostre strategie. Siamo estremamente entusiasti di continuare a sostenere Centrifuge, che è stata pioniera di questo caso d’uso fin dai primi giorni, nel suo viaggio verso la ri-piattaforma dei mercati del credito privato su scala”. 

Usando Centrifuge, le aziende possono tokenizzare asset off chain come ad esempio mutui, fatture e crediti al consumo, per creare pool garantiti da asset crypto. Una volta inseriti sulla piattaforma e passando quindi ad essere on chain, questi asset vengono transati dagli investitori e chiunque è in grado di fornire liquidità.

Anthony Bassili, Head of Asset Allocators di Coinbase Institutional, ha dichiarato:

“Coinbase ha la missione di aumentare la libertà economica a livello globale attraverso sistemi finanziari aperti. Una caratteristica di una criptoeconomia vivace che serva tutti i tipi di partecipanti, investitori, imprese e istituzioni richiede l’accesso a più classi di attività come il credito on-chain. Poiché l’adozione istituzionale delle criptovalute continua a crescere, gli asset del mondo reale sono una componente critica per la costruzione di portafogli ampi e diversificati all’interno della crypto economia”.

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo protocollo crypto 

Fondato nel 2017, Centrifuge è un protocollo di DeFi che permette di collegare investitori e mutuatari con liquidità senza ovviamente passare da nessuna banca. 

La piattaforma è basata su Ethereum, ma ha anche un bridge sulla blockchain di Polygon.

Centrifuge ha anche un token nativo, CFG che vale 0.26$ al momento della scrittura di questo articolo. CFG era arrivato a valere $2.58 nell’ottobre del 2021, mentre il prezzo più basso registrato è stato nel maggio del 2022 quando il token valeva 0.16$.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.