Hetzner blocca l’accesso di 1.000 validatori della crypto Solana
Hetzner blocca l’accesso di 1.000 validatori della crypto Solana
Blockchain

Hetzner blocca l’accesso di 1.000 validatori della crypto Solana

By Amelia Tomasicchio - 3 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Hetzner, una società di cloud e hosting, ha bloccato 1.000 validatori Solana, causando la morosità di oltre il 20% dello staking della crypto SOL. Il motivo sarebbe la volontà dell’azienda di non supportare più questo genere di attività del settore crypto.

Cosa è successo alla blockchain di Solana

La morosità si verifica quando un validatore a cui è stata assegnata una determinata cifra in staking va offline. A questo punto, andando offline, i validatori e il delegante non guadagnano più ricompense.

Più di 1.000 validatori Solana sono così andati offline, causando la morosità di più di un quinto del valore in staking che protegge la rete. 

La blockchain di Solana sembra comunque non essere stata coinvolta, nonostante il 22% del voto di sicurezza della rete sia offline. La pagina di stato di Solana non mostra alcun problema, al momento della segnalazione, ma come sappiamo in passato la rete ha subito numerose interruzioni.

I problemi di Solana

Molte volte negli scorsi mesi la blockchain di Solana ha avuto diversi problemi ed è andata offline più volte.

Ad esempio, lo scorso 30 settembre aveva avuto un periodo in down, ma in realtà durante il 2022 sono già tre le volte che la rete aveva dei malfunzionamenti. E ovviamente anche la crypto SOL ne ha risentito.

L’andamento della blockchain di Solana e il coinvolgimento di Hetzner

Secondo un report pubblicato di recente da RockawayX la morosità della blockchain di Solana è del 22%, il punteggio più alto dallo scorso maggio. 

Secondo un precedente report, Hetzner stava già pensando di vietare agli operatori la gestione di nodi. I termini di servizio dell’azienda stabiliscono infatti che l’attività di criptovalute sarebbe vietata. 

Su Hetzener, fino a tempo fa, si appoggiavano molti operatori di nodi Ethereum, ospitando circa il 16% di tutti i nodi Ethereum, mentre attualmente questo numero è sceso al 12%.

Ora, sembra che Hetzner abbia preso provvedimenti contro i validatori di Solana, mettendone offline oltre 1000.

I delegati e i validatori colpiti dalla mossa di Hetzner dovranno trovare alternative adeguate per riprendere a guadagnare le ricompense dello staking. Il cofondatore di Solana Labs, Anatoly Yakovenko, ha infatti invitato i partecipanti alla rete a spostare le loro attività su altre piattaforme di cloud/hosting.

I validatori della crypto Solana

Ad agosto la Solana Foundation aveva rilasciato un rapporto sullo stato di salute della blockchain. Secondo il report, la rete è composta da 3.400 persone sparse in tutto il mondo, ma specialmente in Germania con il 21%, seguita dagli USA con poco più del 20% e poi l’Irlanda con il 9,5% dei validatori.

Le ultime novità sulla crypto Solana

Solana, in collaborazione con l’azienda OSOM, ha lanciato poco tempo fa il primo crypto-smartphone. L’annuncio era già stato anticipato a giugno di quest’anno e lo smartphone, basato sul telefono OSOM OV1, era già in commercio da tempo. 

A fine settembre, gli NFT di Solana avevano anche raggiunto il loro massimo storico in termini di volumi, quando 312.000 Non-Fungible Token vennero coniati in un solo giorno.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.