Previsione del prezzo di Bitcoin: secondo Tim Draper arriverà a $250k
Previsione del prezzo di Bitcoin: secondo Tim Draper arriverà a $250k
Bitcoin

Previsione del prezzo di Bitcoin: secondo Tim Draper arriverà a $250k

By Andrea Porcelli - 7 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo il miliardario Tim Draper la sua previsione del prezzo del Bitcoin raggiungerà cifre folli. 

Durante l’evento di Web Summit 2022, il fondatore della Draper Fisher Jurvetson (DFJ), ha esteso la sua previsione di sei mesi, dichiarando che secondo lui il Bitcoin (BTC) raggiungerà il prezzo di 250k per unità entro la metà del 2023. Seppure sembri una previsione molto audace, a dirlo è una persona che nel settore ha guadagnato molto e si è fatto spazio come un grande investitore del settore.

Tim Draper: previsione del prezzo del Bitcoin a $250k entro il 2023

Nonostante il bear market, Tim Draper sembra essere davvero convinto delle sue dichiarazioni. Non solo ha previsto il Bitcoin al prezzo esorbitante di $250.000 per unità, ma ha dichiarato, inoltre, che il Bitcoin è la vera assicurazione contro la cattiva economia del governo:

Stiamo vedendo inflazione, la stanno combattendo, stiamo vedendo anche cattive policy e governo dell’economia. E Bitcoin è un’assicurazione proprio contro la cattiva governance, e pare che ce ne sia davvero tanta adesso”.

Senza alcun dubbio il venture capitalist Tim Draper è uno dei più grandi sostenitori del Bitcoin, ne apprezza la sua libertà ed ha piena fiducia nella criptovaluta:

“Bitcoin crea un mondo più libero, un mondo con più fiducia. È una valuta onesta: non è legata alle banche, non è legata ai governi. Ed è decentralizzata”.

La previsione di Tim Draper: a far volare il prezzo di Bitcoin saranno le donne

Una dichiarazione davvero importante quella di Tim Draper, che finisce di stupire il pubblico del Web Summit 2022 nella sua Draper University con la sua ultima dichiarazione: a far raggiungere $250k a Bitcoin saranno le donne:

“Saranno le donne a portare Bitcoin a 250.000$. E la ragione è che le donne controllano circa l’80% delle spese retail, e non puoi comprare ancora cibo, vestiti e affittare case in Bitcoin – quando questo sarà possibile, non ci saranno ragioni per avere ancora valute fiat, e ci sarà una sorta di corsa verso le banche.”

Questa la dichiarazione del CEO della Draper Fisher Jurvetson, che collega la vendita retail al Bitcoin, spiegando appunto che il miglior uso per Bitcoin sarà quello di acquistare cibo, vestiti e riparo, non appena sarà permesso.  

Una dichiarazione che dà speranza per gli investitori di Bitcoin, che nell’ultimo periodo hanno visto la crypto scendere di non poco. 

Le frecciatine di Tim Draper a Ethereum 

“Ethereum è piuttosto centralizzato. E continuano a stamparne. Non funziona bene come Bitcoin, dove ce ne sono soltanto 21 milioni.”

La frecciatina ad Ethereum sembra proprio quella di un fan accanito del team Bitcoin, anche se il venture capitalist ha forse dimenticato del Merge e della trasformazione in un ecosistema deflattivo da parte di Ethereum. 

Infatti, con il passaggio al Proof of Stake l’ecosistema di Ethereum, non solo è diventato molto più green, ma ha anche potenziato il meccanismo di burning. 

Ovvero la quantità di Ether prodotti dal sistema sarebbero inferiori a quelli bruciati dal meccanismo introdotto con il London Upgrade. Tutti possono verificare in tempo reale se, come e quando questo stia avvenendo.

Forse per questa dichiarazione Tim Draper è stato trovato impreparato. 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.