Samson Mow e il Principe di Serbia sull’adozione di Bitcoin a Lugano e El Salvador
Samson Mow e il Principe di Serbia sull’adozione di Bitcoin a Lugano e El Salvador
Interviste

Samson Mow e il Principe di Serbia sull’adozione di Bitcoin a Lugano e El Salvador

By Amelia Tomasicchio - 10 Dic 2022

Chevron down

The Cryptonomist ha intervistato in esclusiva Samson Mow, esperto di criptovalute, e Filip Karađorđević, Principe di Serbia, per parlare dell’adozione e della regolamentazione di Bitcoin.

L’intervista è stata condotta durante l’evento Lugano Plan B nel novembre 2022.

Come vede il futuro della Lightning Network?

Samson: Può aiutare l’adozione di Bitcoin nel mondo perché la Lightning Network elimina l’attrito nelle transazioni di bitcoin e permette di vivere in un’economia circolare. È possibile guadagnare bitcoin e spendere bitcoin. Credo che questa sia la chiave per avvicinare le persone a Bitcoin. Possiamo smettere di pensare che Bitcoin sia solo oro digitale, che non sia solo qualcosa da conservare in una cella frigorifera, ma che sia denaro. Credo sia importante che la gente capisca che Bitcoin è denaro. 

Qual è la sua opinione sull’iniziativa di Lugano? 

Samson: Penso che sia buona. Dimostra che El Salvador sta iniziando a far crescere la propria influenza nel mondo, perché ora città e altri Paesi vogliono lavorare con loro e formare un’alleanza Bitcoin. 

Principe di Serbia: Direi che è fantastico che una nazione altamente sviluppata come la Svizzera stia prendendo iniziative per adottare Bitcoin. Non al livello di El Salvador, ma a un certo livello, abbracciando Bitcoin in un Paese che non ne ha bisogno, voglio dire qualsiasi Paese non ne ha bisogno, ma la Svizzera è l’ultimo Paese a cui si potrebbe pensare e quindi è bello avere un esempio in una nazione altamente sviluppata per questo. Dato che El Salvador è un Paese meno sviluppato che ne ha più bisogno, è bene avere più casi di studio per mostrare gli effetti positivi dell’adozione di Bitcoin.

In un tweet ha detto che non vedremo mai più il Bitcoin a 20k, cosa pensa del prezzo del BTC e della sua adozione in futuro?

Samson: L’origine della frase “non vedremo mai più Bitcoin sotto qualcosa” è di Hodlnaut. Lui lo diceva e la gente ovviamente diceva che portava sfiga a Bitcoin, quindi sto solo cercando di togliermi di mezzo. Qualcuno dovrebbe dirlo e se rimane sotto i 20k è fantastico, ma Bitcoin è volatile, quindi è possibile che salga e scenda, ma vedremo come andrà. A lungo termine, Bitcoin raggiungerà milioni di dollari per moneta.

Cosa ne pensa dell’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk? 

Samson: Penso che sia una buona cosa che Elon abbia comprato Twitter perché sembra che voglia aprirlo e rimuovere la politica dalla piattaforma. Come sappiamo, Twitter è molto di sinistra, i tweet democratici e le persone democratiche vengono messi in superficie molto più di quelli repubblicani, quindi la depoliticizzazione della piattaforma è un’ottima mossa. 

Ora ci si aspetta che Elon segua il consiglio di Micheal Saylor e permetta di usare Lightning per filtrare. È semplice: basta ricaricare il proprio portafoglio Bitcoin su Twitter con qualche dollaro e pagare qualche saturazione e questo dovrebbe eliminare la maggior parte dello spam dalla piattaforma. È simile al punto di Hashcash di Adam Back, che utilizza un po’ di potenza informatica per prevenire lo spam e gli attacchi DDOS, ma si può applicare direttamente a Twitter.

È un peccato che Elon Musk sia un shitcoiner, ma spero che non usi la sua piattaforma per promuovere Dogecoin.

Principe: Non so cosa farà Elon a lungo termine, ma a breve termine sarà fantastico per Twitter. 

Cosa ne pensate delle nuove normative in arrivo sulle criptovalute?

Samson: Penso che abbiamo bisogno di una regolamentazione intelligente, che non guardi alle criptovalute come a un unico grande paniere. Bisogna separare Bitcoin come classe a sé stante perché è decentralizzato, poi ci sono le altcoin e le stablecoin. 

Ognuna di esse è molto particolare e unica ed è importante che i politici e le autorità di regolamentazione capiscano la differenza. È possibile regolamentare le altcoin e le stablecoin perché sono emesse da emittenti centralizzati, ma è importante riconoscere Bitcoin come denaro e non cercare di regolamentare il denaro. È simile al tentativo di regolamentare le monete d’oro. 

Non si può dire che si possono possedere solo alcune monete d’oro e che bisogna registrarle, perché il denaro dovrebbe essere solo denaro. Il denaro è un meccanismo con cui le persone facilitano il commercio e lo scambio di valore. Non ha bisogno di essere regolamentato.

Principe: Sono d’accordo. Bitcoin dovrebbe essere visto come una merce e non come una sicurezza non regolamentata, come il resto delle criptovalute. Una delle differenze principali è che Bitcoin non ha un CEO o un team di marketing come Ethereum. È decentralizzato, è denaro puro, dovrebbe essere consentito come modo di comunicare da persona a persona. 

In Serbia, il mio Paese, c’è una nuova legge e non è il massimo perché ci sono alte barriere all’ingresso per le nuove aziende che vogliono ottenere licenze. Direi che quando si crea una nuova legge sulle criptovalute è necessario coinvolgere gli specialisti e tenere sessioni aperte con i regolatori. Dovrebbe essere un processo lento perché deve essere compreso appieno e credo che l’educazione sia la chiave e ciò che è mancato finora.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.