Cardano SPO: Wish Pool [WISH]
Cardano SPO: Wish Pool [WISH]
Interviste

Cardano SPO: Wish Pool [WISH]

By Patryk Karter - 10 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana della rubrica Cardano SPO è uno stake pool che sta donando a enti di beneficenza che aiutano gli studenti svantaggiati a completare la loro istruzione: Wish Pool [WISH].

L’ospite precedente era uno stake pool gestito da Crypto Buff, che lavora da tempo nel settore e ha un proprio canale YouTube.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista con Wish Pool [WISH]

Cardano SPO Wish Pool
Cardano SPO [WISH] dona a enti di beneficenza che si impegnano a fornire istruzione ai meno fortunati

Ciao, grazie per il vostro tempo. Diteci qualcosa sul vostro team, dove vi trovate e quali sono i vostri background?

Innanzitutto, grazie Patryk per averci invitato a questa intervista. Siamo un gruppo con un forte background nell’amministrazione di server (Unix/Linux, Windows e anche mid-range), nella gestione di progetti e in vari settori, tra cui quello finanziario. Si può dire che abbiamo un livello di maturità in quanto il team ha tra i 20 e i 30 anni di esperienza nel settore.

Io sono il più anziano del team e mi occupo delle operazioni quotidiane e del marketing. Ci piace dilettarci con la tecnologia e imparare cose nuove, quindi gestire uno stake pool di Cardano era molto interessante per noi. Abbiamo la fortuna di risiedere a Singapore, dove è facile trovare hardware conveniente e aggiornato e infrastrutture sicure e ad alta velocità.

Nel tempo libero ci piace dedicarci alla fotografia, alla cinematografia e alla beneficenza. Per questo motivo, uno dei nostri obiettivi è quello di fare donazioni regolari a enti di beneficenza per l’istruzione.

Qual è il percorso che vi ha portato a Cardano e a diventare Stake Pool Operator (SPO)?

Come molte persone, abbiamo sentito parlare per la prima volta di Cardano dopo aver visto la presentazione sulla lavagna di Charles Hoskinson che spiegava perché Cardano è una criptovaluta di terza generazione dopo Bitcoin ed Ethereum. Dopo aver visto altri video e aver letto la roadmap, mi sono appassionato.  

In particolare, mi piaceva il fatto che Cardano avesse come missione quella di fornire servizi bancari a coloro che non hanno accesso alle banche. All’epoca il mio pensiero era: “Se mai dovrò investire in criptovalute, perché non scegliere una moneta che possa fare molto bene mentre guadagno”. 

Quando è stato possibile gestire uno Stake Pool, ho sperimentato prima sulla Testnet per interesse. Ho una solida esperienza di amministrazione Unix/Linux e diventare un SPO era piuttosto interessante per me. Sono passato sulla Mainnet dopo aver incontrato altri SPO che stavano faticando a validare i loro primi blocchi.

Decidemmo di unire le nostre risorse e di delegare i nostri ADA rimanenti a un membro del gruppo in una coda a rotazione per aiutarli a validare i loro primi blocchi. Questo fu l’inizio di F2LB, che ora è un gruppo consolidato nella community che aiuta i pool a validare i loro primi blocchi. Siamo ancora molto attivi in F2LB per guidare i nuovi SPO e rispondere alle loro domande.  

Ci siamo tolti dalla coda degli ADA delegati per dare la possibilità ad altri che ne hanno veramente bisogno. Ciononostante, continuiamo a delegare ogni epoca al primo pool nella coda di F2LB perché crediamo fermamente che questa sia la cosa giusta da fare per mantenere Cardano veramente decentralizzato.

Qual è la missione del vostro stake pool? Le ricompense dei deleganti sono influenzate dalle donazioni a enti di beneficenza?

Prima ancora di avviare Wish Pool, stavamo già aiutando le associazioni di beneficenza che supportano i bambini svantaggiati a completare la loro istruzione superiore. Abbiamo persino contribuito alla creazione di film documentari per dare visibilità alle associazioni educative che sosteniamo.

Lo facciamo perché crediamo fermamente che regalare l’istruzione a uno studente meritevole possa aiutarlo a spezzare il ciclo di povertà della sua famiglia. Per questo motivo, quando abbiamo creato Wish Pool, ci siamo impegnati a destinare parte dei nostri profitti all’aiuto di enti di beneficenza per l’istruzione. Va notato che questa quota viene prelevata solo dai nostri profitti. Le ricompense dei deleganti non sono interessate.

Crediamo così tanto nel potere dell’istruzione che anche durante il primo anno, quando Wish Pool non ha avuto profitti per mesi, abbiamo continuato a donare agli enti di beneficenza che supportiamo. Pertanto, se delegate i vostri ADA a Wish Pool, otterrete il 100% delle vostre ricompense abituali, aiutando indirettamente gli studenti svantaggiati a completare la loro istruzione. Nel lungo periodo, speriamo che gli studenti di successo riescano a far uscire le loro famiglie dalla povertà.

Cosa vi entusiasma di più di Cardano nel corso dei prossimi anni? Come può la tecnologia blockchain aiutare il mondo?

Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui Cardano avrà completato la sua roadmap di sviluppo in modo da poter realizzare il suo pieno potenziale. Attendo con ansia il giorno in cui ci sarà un’adozione di massa. Quando le persone utilizzeranno in sicurezza le criptovalute nella loro vita quotidiana, dall’acquisto di beni al trasferimento di denaro transfrontaliero in maniera fluida.

Affinché ciò accada, credo che ci debba essere un equilibrio tra regolamentazione e innovazione. Preferirei una minore sorveglianza, ma le recenti truffe hanno mostrato i pericoli che i cattivi attori possono infliggere se lasciati senza controllo. La giusta dose di regolamentazione consentirebbe all’innovazione di prosperare e, allo stesso tempo, farebbe sì che le persone siano più propense a investire nelle criptovalute.

Man mano che la capitalizzazione di mercato di Cardano crescerà, sarà meno vulnerabile alla manipolazione dei prezzi e avremo una valuta veramente decentralizzata e non gestita da un singolo governo.

Ottimo contributo. Qualche commento aggiuntivo? Dove è possibile rimanere in contatto?

Uno dei progetti che stiamo mantenendo è Cardano SPOT Check. Si tratta di un sito di supporto per i Cardano Stake Pool Operator. È nato come sito per gli SPO dove controllare i propri nodi per assicurarsi che siano in grado di produrre blocchi. Successivamente, il sito si è ampliato fino a includere suggerimenti e indicazioni per l’installazione, la manutenzione e la risoluzione dei problemi dei nodi Cardano.  

Avremmo potuto tenere per noi tutte queste conoscenze e mantenere un vantaggio competitivo nei confronti degli altri SPO. Tuttavia, crediamo fermamente in Cardano e, per farlo crescere, la community deve continuare a condividere le conoscenze e a migliorare l’ecosistema. Uniti si sta in piedi, divisi si cade. Date un’occhiata a Cardano SPOTCheck.

Per saperne di più su di noi, visitate il nostro sito web.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOG.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.