Il Proof of Reserve di Binance è stato appena cancellato
Il Proof of Reserve di Binance è stato appena cancellato
Criptovalute

Il Proof of Reserve di Binance è stato appena cancellato

By Andrea Porcelli - 16 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Una nuova notizia è stata appena confermata: il Proof of Reserve di Binance è stato cancellato dal sito. La notizia potrebbe creare un panico negli investitori della grande piattaforma di exchange. Al momento non sono state rilasciate dichiarazioni in merito, Changpeng Zhao, il CEO di Binance non ha ancora parlato in merito alla cancellazione della prova delle sue riserve. 

Il CEO di Binance però, è stato chiaro nello spiegare che tutti gli investitori dovrebbero fidarsi delle blockchain, perché grandi raccoglitori di informazioni sicuri ed affidabili. 

Binance e il Proof of Reserve

L’ultimo mese per Binance è stato ricco di comunicazione con gli investitori. L’exchange ha reso pubblici i dettagli sui suoi indirizzi di portafoglio crittografico. Ha assunto una società di contabilità esterna per preparare il suo rapporto di Proof of Reserve (PoR), che copre la parte delle sue attività e passività, compresa una piccola parentesi sui dati finanziari.

E ha inoltre promesso che ulteriori informazioni saranno disponibili nel breve periodo.

“Quando diciamo Proof of Reserve, ci riferiamo specificamente a quei beni che teniamo in custodia per gli utenti. Ciò significa che stiamo mostrando prove e prove che Binance ha fondi che coprono tutti i nostri asset, così come alcune riserve”.

Questo quanto spiegato dettagliatamente da Binance sul suo sito web, dove ha creato un blog specifico per comunicare la sua trasparenza.

Ma c’è chi, dal lato dell’investitore, non è ancora soddisfatto e pensa che la community necessiti di ancora più trasparenza. A parlarne è stato Douglas Carmichael, professore di contabilità presso il Baruch College di New York ed ex revisore capo del Public Company Accounting Oversight Board statunitense. Secondo Douglas Carmaichael gli investitori non dovrebbero comunque essere soddisfatti del rapporto:

“Non riesco a immaginare che risponda a tutte le domande che un investitore potrebbe avere sulla sufficienza della garanzia. È l’aspetto principale a cui sembra riferirsi”.

Il rapporto afferma che il suo scopo è quello di mostrare ai clienti che gli asset coperti dal rapporto sono garantiti, esistono sulle blockchain e sono sotto il controllo di Binance. 

Cosa significa la cancellazione del Proof of Reserve?

Come già spiegato prima non si hanno ancora notizie certe sul perchè Binance abbia cancellato la sua prova di riserve. Gli utenti dell’exchange sperano non si tratti di un problema con la solvibilità, questo andrebbe a creare molto panico e molti problemi nel settore, soprattutto considerata la grande potenza di Binance. 

Sono arrivate inoltre molte critiche su Twitter verso il CEO di Binance, anche da personaggi ben noti come, ad esempio, Jim Cramer. 

Jim Cramer è un personaggio televisivo e autore statunitense. È il conduttore di Mad Money su CNBC e un conduttore di Squawk on the Street. Ex gestore di hedge fund, fondatore e socio senior di Cramer Berkowitz. 

Oggi su Twitter Jim Cramer, ha usato parole poco delicate per la piattaforma di exchange, innanzitutto con un tweet rivolto ai suoi utenti dove chiedeva se davvero si fidassero di Binance. 

Con il secondo tweet, ha lanciato un attacco, dicendo:

“Mi fiderei dei miei soldi più in Draftkings che in Binance”

Non è tardata la risposta di Changpeng Zhao, che si è controbattuto con un:  

“Ora siamo al sicuro”, 

riferendosi ai mancati investimenti in Binance di Jim Cramer. 

La proof of reserve non convince gli analisti

Nonostante ora sia stata cancellata, la Proof of Reserve di Binance non aveva convinto tutti. 

Come evidenziato da un investment manager ed ex membro della Financial Accounting Standards Board (FASB), il report pubblicato dalla società di revisione Mazars risulta carente: mancano infatti informazioni relative alla qualità dei controlli interni e al modo in cui i sistemi di Binance liquidano gli asset per coprire i prestiti a margine

Un altro campanello d’allarme riguarda la mancanza di informazioni sulla struttura societaria di Binance. Secondo il report del Wall Street Journal, il Chief Strategy Officer di Binance, Patrick Hillmann, non è stato in grado di indicare la società madre di Binance, poiché l’azienda si trova in una fase di “riorganizzazione aziendale” da quasi due anni.

Sono state inoltre evidenziate alcune differenze tra le passività totali di Bitcoin. La Proof-of-Reserves dell’exchange mostra che Binance era collateralizzato solo al 97%:

“Abbiamo scoperto che Binance era collateralizzato al 97%, senza tenere conto degli asset ‘Out-Of-Scope’ promessi dai clienti come collaterale per gli asset ‘In-Scope’ forniti tramite i servizi di prestito e margin trading. Questo ha come risultato un saldo negativo nel suo Customer Liability Report.

Se si includono gli asset In-Scope forniti ai clienti tramite margin e prestiti, sovracollateralizzati da asset Out-Of-Scope, abbiamo individuato che Binance era collateralizzato al 101%.”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.