HomeCriptovaluteZcash, Monero e il fork Bitcoin Cash

Zcash, Monero e il fork Bitcoin Cash

Il mese volge al termine ed è tempo di bilanci, vediamo insieme chi sale e chi scende tra alcune delle crypto più interessanti come Bitcoin Cash, un Fork di Bitcoin, Monero e Zcash.

Analisi delle crypto Zcash, Monero e Bitcoin Cash

Gennaio è stato un mese d’oro per molte crypto ma mentre gli inizi facevano gridare al miracolo con tutto il quadro verde e in alcuni casi recuperi del 50%, in. quest’ultima settimana c’è chi ha tirato il freno e chi ha addirittura cambiato rotta. 

Vediamo da vicino alcune crypto come Monero, Zcash e Bitcoin Cash. 

Zcash (ZEC) 

La crypto che è stata fondata da Zooko Wilcox è una valuta duale nel senso che offre due tipi diversi di indirizzo. 

Gli indirizzi trasparenti sono visibili sulla chain mentre Zcash è una criptovaluta che offre due tipi di indirizzi: indirizzi trasparenti che sono pubblicamente visibili sulla blockchain e quelli privati che non lo sono. 

Zcash riversa il 20% degli introiti da mining (Proof of Work) per finanziare tre succursali del progetto. 

L’8% del 20% di cui sopra va a Zcash Community Grant, il 7% a sostegno della Electric Coin Company e il 5% a sostegno della fondazione di Zcash. 

Questa settimana come accennato nell’introduzione alcune crypto hanno tirato il freno e tra queste c’è Zcash che perde il 6,33%. 

Il token anche oggi perde un ulteriore 6,54% da ieri e si riporta a 40,94 Euro.

Ad oggi ci sono in circolazione 16.250.231,25 di ZEC.

Monero (XMR

Anche Monero così come accaduto a Zcash è in fase di rallentamento, il prezzo è 169.120 Euro in calo dell’1%.

Il volume di scambio è di 83,412,264 Euro, venticinquesima nella Market cap con 3,058,243,118 Euro. 

Il token è il quinto per performance tra le trenta crypto più capitalizzate, ma nel 2022 ha registrato una perdita di un quarto del valore per questo il 2023 aveva fatto tirare una boccata d’aria graditissima agli investitori. 

Lo scorso anno Monero era partito altrettanto bene e si era mantenuto per un bel po’ prima di iniziare una lunga discesa subito dopo la primavera. 

In poco tempo Monero è riuscito a lasciare sul campo oltre la metà del proprio valore di mercato (due mesi). 

La volatilità per tutta la seconda parte dello scorso anno è stata la protagonista indiscussa ed ha permeato anche Monero. 

Nell’ultima parte dell’anno il Token ha recuperato un po’ di terreno perdendo in totale solo (si fa per dire) il 23,3%.

Monero, si prefigge l’obiettivo di assicurare la privacy sia di chi manda sia di chi riceve valore da o per i fondi. 

Bitcoin Cash (BCH) 

Bitcoin Cash è uno dei vari “fork” di Bitcoin esattamente quello avvenuto il primo agosto del 2017 con conseguente accrescimento della capacità delle transazioni così da essere più funzionale negli scambi di tutti i giorni. 

Questa nuova versione riesce ad integrare in maniera più efficace le transazioni potendo processare di più nello stesso momento così da sveltire il processo.

Bitcoin Cash è molto più scalabile poiché i blocchi della Chain essendo più grandi (da 1 MB di BTC a 8 MB), possono contenere più transazioni eseguite al giorno e di conseguenza rendere tutto più rapido.

Secondo alcuni detrattori i blocchi con una  grandezza maggiore porteranno alla centralizzazione delle operazioni di creazione di Bitcoin Cash poiché blocchi di dimensioni maggiori necessitano di hardware più evoluti e non accessibili a tutti.

Così facendo secondo questi critici i Miners che potranno permettersi di minare saranno sempre meno e l’attività sarà concentrata in un numero minore di mani. 

Il prezzo di Bitcoin Cash scende intanto nell’ultima settimana di un 2,41% e dalla giornata di ieri di un altro 3,36% portandosi a 120,75 Euro per BCH con un circolante di 19.298.000.

George Michael Belardinelli
George Michael Belardinelli
Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS