HomeCriptovaluteTerra Luna è un'arma della SEC verso le altre crypto

Terra Luna è un’arma della SEC verso le altre crypto

Il sospetto che la causa intentata dalla SEC contro Terra Luna sia una testa di ariete per creare un precedente nel mondo crypto è sempre più diffusa. 

SEC vs. Terra Luna e mercato crypto 

La SEC secondo il consiglio generale di Delphi Lab contro Terra Luna ha messo in piedi un’azione talmente dura da destare sospetti nel mondo crypto. 

Terraform Labs e Do Kwon il suo co-fondatore sono al centro di una querelle giudiziaria intentata proprio dalla Securities and Exchange Commission americana. 

La causa sembra essere la testa di ariete che qualora dovesse generare una sentenza a favore delle SEC potrebbe essere usata per colpire altre stablecoin. 

Gabriel Shapiro che di Delphi Labs è il consigliere generale è intervenuto a tal proposito su Twitter. 

Shapiro, ieri, ha dichiarato ai 33.800 follower su Twitter che la denuncia contro Do Kwon è Terraform Labs (Terra Luna) è una mossa che sembra funzionale a un piano. 

Per il consigliere generale della società:

“hanno orchestrato una frode multimiliardaria in titoli di criptovalute che coinvolge una stablecoin algoritmica e altri titoli di criptovalute”.

Per la Securities and Exchange Commission Terra Classic USD (USTC) già Terra USD (UST) non è altro che una security:

“[La SEC] affermerà che l’integrazione, la promozione, il marketing, gli accordi commerciali ecc. La costruzione degli ecosistemi di stablecoin sono ‘sforzi di altri’ che sono ‘ragionevolmente previsti’ e possono portare a profitti in relazione alle stalle.”

La SEC non ha attaccato solo l’operato della società in quanto emittente di una valuta che avrebbe dovuto essere registrata presso il regolatore. 

Il principale regolatore americano ha preso di mira anche Mirror, il protocollo lanciato da Terraform Labs in quanto fuorilegge. 

Tramite Mirror gli utenti di Terraform Labs hanno potuto creare l’mAsset ovvero una sorta di paniere crittografico di asset come azioni. 

La Securities and Exchange Commission, con il MIR (Mirror Protocol), ha creato un precedente che secondo Gabriel Shapiro sarà usato in futuro come caso da portare ad esempio per nuove azioni legali. 

Il consigliere generale Shapiro ha evidenziato anche che per l’ente regolatore massimo LUNA è una ricevuta, ulteriore prova della bontà della causa. 

La storia della tutela del cliente e delle regole americane in sede di emissione di prodotti finanziari però fa acqua da tutte le parti. 

A Bankless, un podcast sulla finanza e non solo, Ryan Sean Adams, ai microfoni ha spiegato le stesse perplessità del consigliere generale di Delphi Labs. 

Su Twitter anche Ryan Sean Adam ha un buon seguito (221.300 follower) e il 16 febbraio ha argomentato le sue tesi in un tweet. 

Su Twitter i sospetti dilagano

Secondo il commentatore se la SEC uscisse vittoriosa molteplici cause legali dall’esito scontato partirebbero verso altre stablecoin minando l’intero mondo crypto.

Intanto il perseguitato Do Kwon non dovrebbe essere in fuga come da più parti si vocifera. 

L’ex massimo dirigente di Terra Luna si sarebbe rifugiato infatti nel cuore dell’Europa e per la precisione in Serbia. 

La Corea del sud ha emesso un mandato di cattura per Do Kwon, mandato che per ora non ha sorbito gli effetti sperati né fatto fare passi avanti alle indagini. 

George Michael Belardinelli
George Michael Belardinelli
Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS