HomeTradingL'andamento del valore di Bitcoin e Ethereum

L’andamento del valore di Bitcoin e Ethereum

Da un po’ di tempo a questa parte l’andamento del valore di Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) è molto simile. 

Focus sull’andamento del valore di Bitcoin e Ethereum

I due trend ormai da novembre dell’anno scorso procedono quasi all’unisono. 

Analisi di Bitcoin (BTC)

L’andamento del valore di mercato di Bitcoin (BTC) negli ultimi giorni è piuttosto piatto e monotono. 

Infatti, ormai da venerdì 3 marzo non fa altro che lateralizzare all’interno di una fascia molto compressa tra i 22.200$ ed i 22.500$, con poche brevi escursioni poco sopra o poco sotto. 

È come se dopo il calo improvviso da 23.400$ a 22.400$ di venerdì scorso il prezzo si sia stabilizzato. 

In realtà quel calo è stato solo l’ultimo di una serie iniziata il 21 febbraio, dopo aver fallito per la quarta volta il superamento dei 25.000$. 

Qualcosa di simile era già accaduta ad inizio febbraio a Bitcoin, dopo che giovedì 2 aveva fallito il quarto tentativo di superare i 24.000$. 

Quindi tra fine gennaio ed inizio febbraio ha provato per ben quattro volte a portarsi stabilmente sopra i 24.000$ senza riuscirci, ed a quel punto ha iniziato a scendere, fermandosi otto giorni dopo attorno ai 21.600$. 

In seguito per quattro giorni ha lateralizzato attorno a quella cifra, per poi di colpo abbattere quel muro e puntare dritto ai 25.000$ il 15 febbraio. 

A quel punto sembra essere iniziata una fase analoga a quella appena conclusa, ma su livelli di 1.000$ superiori. 

Infatti, ha provato per quattro volte a superare i 25.000$, per poi il 21 febbraio iniziare a scendere. 

La discesa è durata dieci giorni, al posto degli otto di quella del precedente ciclo di medio-breve termine, ed ora sono quattro giorni che lateralizza nella ristrettissima fascia compresa tra 22.200$ e 22.500$. 

Qualora nel giro di un paio di giorni riuscisse a tornare sopra i 24.000$, o addirittura abbattere anche il muro dei 25.000$, il ciclo di medio-breve termine si sarebbe replicato in maniera quasi identica. 

Va però sottolineato che 25.000$ sembra una resistenza molto più difficile da sfondare rispetto ai 24.000$. 

Analisi di Ethereum (ETH)

L’andamento del valore di mercato di Ethereum (ETH) è stato molto simile, anche se su livelli differenti. 

Sempre venerdì 3 marzo il prezzo di ETH è sceso a 1.560$, e da allora ha continuato a lateralizzare all’interno di una fascia molto compressa tra i 1.560$ ed i 1.580$. 

Questo trend sembra identico a quello del prezzo di Bitcoin. 

In precedenza, mentre Bitcoin tentava invano quattro volte di portarsi stabilmente sopra i 25.000$, Ethereum provava invano a portarsi sopra i 1.700$, anche se per tre giorni, dal 17 al 19 febbraio compresi, sembrava esserci riuscito. 

Il calo è iniziato il 21 febbraio, in contemporanea a quello di Bitcoin. 

Invece tra fine gennaio ed inizio febbraio, quando Bitcoin provava per quattro volte a superare i 24.000$, il prezzo di Ethereum era rimasto quasi costantemente sopra i 1.600$. 

Da questa differenza sembra emergere che in questa fase l’andamento del prezzo di Ethereum sia influenzato da quello di Bitcoin, e non viceversa. 

Da notare che un’altra differenza riguarda i movimenti in percentuale. 

Ad esempio dopo i quattro tentativi falliti di riportarsi sopra i 24.000$ BTC ha poi perso l’11% in otto giorni, mentre ETH perse il 13% in cinque giorni. 

E dopo il fallimento del quarto tentativo di superare i 25.000$ BTC ha perso di nuovo l’11%, mentre ETH ha perso il 9%, stavolta entrambi in dieci giorni. 

Il confronto tra Bitcoin ed Ethereum: andamento del valore, regolamentazione e mercato

Quindi a trascinare l’andamento del valore di mercato di Ethereum in questo periodo sembra essere l’andamento del valore di mercato di Bitcoin, con piccole differenze che fanno comprendere come i due trend in realtà si muovono in modo autonomo, ma con il secondo che influenza pesantemente il primo. 

Estendendo il confronto a tutto il 2023 si nota che Bitcoin da fine 2022 ha guadagnato il 34%, mentre ETH il 30%. Ed estendendolo fino a novembre 2021, quando furono toccati i valori massimi assoluti di sempre, BTC perde il 67% mentre ETH il 68%. 

Quindi, ci sono più differenze in questo inizio 2023, a favore di Bitcoin, rispetto a quelle precedenti da quando furono toccati i massimi. 

In particolare negli ultimi 30 giorni il prezzo di Bitcoin ha perso il 3,5%, mentre quello di Ethereum il 5%. 

È possibile che su questa differenza pesino le parole del presidente della SEC, Gary Gensler, pronunciate di recente, con cui suggerisce che solo Bitcoin sia una commodity, mentre anche Ethereum, come le altre criptovalute, andrebbe in realtà considerato una security. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS