HomeCriptovaluteLa banca crypto Silvergate liquiderà volontariamente i suoi beni

La banca crypto Silvergate liquiderà volontariamente i suoi beni

Silvergate Bank, un istituto finanziario con sede a San Diego noto per la sua posizione amichevole nei confronti delle crypto, ha annunciato che “liquiderà volontariamente” i suoi beni e chiuderà le operazioni. 

L’annuncio è stato dato dalla holding della banca, Silvergate Capital Corp., mercoledì scorso.

L’annuncio e le motivazioni della liquidazione della banca crypto Silvergate

La decisione di liquidare arriva dopo che la banca ha rivelato di dover ritardare la presentazione della relazione annuale 10-K a causa delle domande dei suoi revisori.

Secondo la società, le domande riguardavano le pratiche contabili e i controlli interni della banca.

Silvergate Bank è stata una scelta popolare tra le imprese che operano nel settore delle criptovalute, offrendo servizi come i bonifici bancari e la custodia degli asset digitali. 

La banca è stata anche determinante nel facilitare le transazioni tra le istituzioni finanziarie tradizionali e le imprese di criptovalute, contribuendo a colmare il divario tra i due mondi.

Nonostante la sua reputazione nello spazio delle criptovalute però, Silvergate Bank ha affrontato delle sfide negli ultimi anni.

La banca ha registrato una perdita netta di 23,9 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2020, rispetto a un utile netto di 7,1 milioni di dollari nello stesso periodo dell’anno precedente. La banca ha attribuito la perdita all’aumento delle spese legate alle sue iniziative di crescita.

Inoltre, il titolo della banca è stato sotto pressione negli ultimi mesi. Le azioni di Silvergate Capital Corp. sono scese di oltre il 30% a gennaio, in seguito alla notizia che Kraken stava valutando la possibilità di quotarsi in Borsa attraverso una fusione con una società di acquisizione a fini speciali (SPAC).

Gli investitori temevano che la mossa di Kraken potesse erodere la quota di mercato di Silvergate nello spazio bancario delle criptovalute.

La decisione di liquidare è una sorpresa per molti operatori del settore, vista la posizione di rilievo di Silvergate Bank nello spazio bancario delle criptovalute. La banca aveva recentemente annunciato l’intenzione di espandere i propri servizi per includere i prestiti in criptovalute, una mossa che è stata vista come un segno del suo continuo impegno nel settore.

Una decisione strategica per Silvergate?

Tuttavia, la decisione potrebbe essere strategica. La liquidazione delle attività della banca e la chiusura delle operazioni potrebbero consentire a Silvergate di concentrarsi sul suo core business e di ridurre le spese.

Potrebbe inoltre offrire alla banca l’opportunità di snellire le proprie operazioni e migliorare la propria performance finanziaria.

L’annuncio ha sollevato interrogativi sul futuro del settore bancario delle criptovalute. Alcuni analisti hanno suggerito che la notizia potrebbe portare a un maggiore controllo normativo sulle crypto-banche, in quanto le autorità di regolamentazione potrebbero essere preoccupate per la stabilità del settore.

Altri hanno suggerito che la notizia potrebbe essere un segno di consolidamento nello spazio crypto-bancario. Con diversi operatori in lizza per una quota del mercato, è possibile che i piccoli operatori come Silvergate facciano fatica a competere.

Nonostante l’incertezza che circonda il settore, ci sono ancora motivi per essere ottimisti sul futuro del crypto banking. La crescita dell’industria delle criptovalute ha creato la necessità di servizi finanziari specializzati e molte banche tradizionali esitano ancora a servire il settore.

Le banche crypto come Silvergate sono intervenute per colmare il vuoto, offrendo servizi che le banche tradizionali non sono in grado di fornire o non sono disposte a farlo.

Sebbene la notizia della liquidazione di Silvergate sia certamente preoccupante, è importante ricordare che il settore nel suo complesso è ancora agli inizi.

Man mano che l’industria delle criptovalute continua a crescere e a maturare, è probabile che emergeranno altre istituzioni finanziarie specializzate per soddisfare le esigenze del settore. 

Vale la pena di notare che non tutte le crypto banche sono create allo stesso modo. Alcune hanno avuto più successo di altre nel navigare nel panorama normativo e nel costruire relazioni con le istituzioni finanziarie tradizionali.

Coinbase, uno dei maggiori exchange di criptovalute al mondo, ha lanciato i propri servizi bancari attraverso la sua controllata Coinbase Bank. La banca offre, tra gli altri servizi, conti fiat, carte di debito e trasferimenti ACH.

Il successo di questi grandi operatori suggerisce che c’è ancora spazio per la crescita e l’innovazione nello spazio bancario delle criptovalute.

Tuttavia, mette anche in evidenza le sfide che gli operatori più piccoli possono affrontare per competere con queste aziende consolidate.

La notizia della liquidazione di Silvergate ci ricorda i rischi e le incertezze che comporta investire nel settore delle criptovalute.

Gli investitori dovrebbero essere cauti e fare le dovute verifiche prima di investire in qualsiasi attività legata alle criptovalute, comprese le banche. È importante cercare aziende con un solido track record di performance finanziaria e di conformità normativa, nonché una chiara visione del futuro del settore.

Per quanto riguarda il futuro di Silvergate Bank, resta da vedere cosa accadrà agli asset e ai dipendenti della banca. L’azienda non ha fornito alcun dettaglio su come si svolgerà il processo di liquidazione e su quale sarà la tempistica per la chiusura delle operazioni.

Tuttavia, la società ha dichiarato che collaborerà con i suoi clienti per garantire una transizione senza intoppi e che si impegna a “mantenere alti livelli di servizio e assistenza” durante il processo di liquidazione.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS