HomeTradingPrezzi e news delle crypto Cardano (ADA) Sui (SUI) e Ecoterra

Prezzi e news delle crypto Cardano (ADA) Sui (SUI) e Ecoterra

In questo articolo approfondiamo le ultime notizie e i movimenti di prezzo relativi alle crypto Cardano (ADA), Sui ed Ecoterra, facendo luce sui fattori che ne determinano le traiettorie e sulle potenziali opportunità che presentano.

Prezzi e statistiche di mercato delle crypto Cardano (ADA) Sui (SUI) e Ecoterra

Tra i tre progetti senza alcun dubbio Cardano (ADA) è il più importante per il mercato. Nonostante abbia appena lanciato la propria stablecoin (Djed), il token sembra venire da un mese non dei più positivi.

Il token ADA infatti, negli ultimi 30 giorni, ha perso il 15% del suo valore, portando il proprio prezzo a 0,37 USD.

Per quanto riguarda la capitalizzazione di mercato, Cardano presenta ben 12,8 miliardi di dollari, con un volume giornaliero di scambio a 122,5 milioni di dollari.

L’offerta in circolazione del token è di 34,9 miliardi di ADA, con un tempo  di dentenzione medio di 203 giorni. 

Il token SUI invece, nato il 3 maggio del 2023, subito dopo il suo lancio il suo prezzo si è stabilizzato intorno ai 1,15 dollari, scendendo di quasi il 75%.

Negli ultimi giorni ha avuto leggeri aumenti del 4%, per poi ristabilirsi allo stesso prezzo.

Per quanto riguarda le statistiche di mercato, la capitalizzazione di mercato è di 605,8 milioni di USD, con un volume di scambio nelle ultime 24 ore di 246,7 milioni di dollari.

L’offerta in circolazione del token è di 528,3 milioni di SUI. Il token dovrà ancora faticare per raggiungere e superare il suo massimo di 1,50 USD. 

Diversa è invece la questione del token ecosostenibile EcoTerra, il token infatti è ancora in prevendita e non è stato lanciato. Il prezzo di listing è di 0.01 USD, mentre al momento e per i prossimi 5 giorni, il prezzo di pre-sale sarà di 0.0075, poi passerà a 0.0085 fino al momento del lancio. 

Il Whitepaper di Ecoterra, ci fornisce dati per quanto riguarda la fornitura di token disponibili, che sarà di 2 miliardi. 

La Stablecoin di Cardano ha un nuovo nome: Djed

Cardano, la piattaforma blockchain nota per il suo approccio innovativo alla finanza decentralizzata (DeFi), sta facendo di nuovo faville. Questa volta con il lancio della tanto attesa stablecoin sovracollateralizzata. Sebbene il progetto sia in cantiere da tempo, il team ha recentemente rivelato il nome ufficiale della stablecoin: Djed.

Djed, che sarà indicata con il simbolo DJED, mira a offrire stabilità e sicurezza in un mercato delle criptovalute in rapida evoluzione. È agganciato al dollaro americano, il che significa che ogni token Djed manterrà un valore equivalente a un dollaro americano. Questo meccanismo di ancoraggio è stato progettato per garantire che gli utenti possano effettuare transazioni e immagazzinare valore senza la volatilità tipicamente associata alle criptovalute.

Per sostenere Djed, Cardano sfrutta la sua criptovaluta nativa, ADA. Utilizzando ADA come garanzia, la stablecoin raggiunge un elevato livello di sicurezza e affidabilità. ADA, essendo l’asset nativo della blockchain di Cardano, gode di una posizione forte e consolidata all’interno dell’ecosistema. Questa integrazione rafforza ulteriormente la stabilità e l’affidabilità di Djed.

Tuttavia, vale la pena notare che Cardano vuole evitare confusioni con le monete stabili algoritmiche come DAI o Terra. Pertanto, il progetto ha scelto consapevolmente di riferirsi a Djed come a una “overcollateralized stablecoin” piuttosto che a una algo stablecoin. Questa distinzione sottolinea l’approccio conservativo del progetto di Djed, in cui la stabilità è ottenuta attraverso un rapporto di collateralizzazione che supera il valore dei token emessi.

La chiave dell’ecosistema Djed è il token Shen (SHEN), che funge da moneta di riserva per Djed. Il token Shen svolge un ruolo cruciale nel mantenere la stabilità e il valore di Djed, fungendo da asset di riserva a sostegno di ogni token emesso. Questo meccanismo di riserva aiuta a garantire che Djed rimanga pienamente supportato da asset di valore equivalente, mantenendo così il suo ancoraggio al dollaro statunitense.

Con il lancio di Djed sulla mainnet di Cardano previsto per il 31 gennaio, gli sviluppatori di Cardano stanno aprendo la strada a una nuova era di stabilità e affidabilità all’interno dell’ecosistema Cardano. Il modello di sovracollateralizzazione, combinato con il sostegno di ADA e il meccanismo di riserva facilitato da Shen, crea un’infrastruttura robusta che mira a resistere alla volatilità del mercato e a fornire agli utenti una soluzione affidabile di stablecoin.

Mentre Cardano continua ad avanzare con il suo approccio innovativo alla DeFi, Djed è pronta a diventare un attore significativo nel mercato delle stablecoin. La sua integrazione all’interno dell’ecosistema Cardano, insieme alle sue solide fondamenta e all’enfasi sulla stabilità, posiziona Djed come un potenziale game-changer nel più ampio panorama delle criptovalute.

Sui Network lancia la Mainnet e svela il Token Bridge per trasferimenti cross-chain senza soluzione di continuità

Sui Network, il protocollo blockchain Layer-1 che ha suscitato un notevole interesse nella comunità crittografica, ha ufficialmente lanciato la sua mainnet. Questo atteso traguardo segna un importante passo avanti per il progetto, consentendo agli utenti di impegnarsi pienamente nell’ecosistema blockchain di Sui Network.

Con il lancio della mainnet, Sui Network introduce una serie di interessanti caratteristiche e funzionalità. Gli utenti possono ora sfruttare la solida infrastruttura della rete, consentendo loro di partecipare a varie attività, tra cui lo sviluppo di contratti intelligenti, applicazioni decentralizzate (dApp) e gestione sicura di asset digitali.

Una delle caratteristiche principali che accompagnano il lancio della mainnet è il token bridge della rete Sui. Questo ponte di token sicuro facilita i trasferimenti di asset senza soluzione di continuità tra diverse reti blockchain. Consentendo la compatibilità tra le catene, Sui Network permette agli utenti di superare le limitazioni e le barriere che spesso esistono tra ecosistemi blockchain separati.

Il token bridge è stato progettato per garantire un trasferimento sicuro ed efficiente degli asset digitali, fornendo agli utenti un accesso illimitato per spostare i propri token tra le catene supportate. Questo apre un mondo di possibilità per gli utenti, consentendo loro di sfruttare i punti di forza e le opportunità disponibili su più reti blockchain.

Il token bridge della Rete Sui è una componente essenziale per promuovere l’interoperabilità e ampliare la portata delle applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi). Grazie a questa capacità, gli utenti possono trarre vantaggio da vari protocolli DeFi, accedere alla liquidità di diverse borse decentralizzate (DEX) e impegnarsi in attività di prestito e mutui cross-chain.

Il lancio della mainnet e la disponibilità del token bridge sottolineano l’impegno di Sui Network nel creare un ecosistema blockchain senza soluzione di continuità e di facile utilizzo. Eliminando le barriere e consentendo transazioni cross-chain senza attriti, Sui Network mira a migliorare l’esperienza dell’utente e a promuovere l’adozione diffusa della tecnologia blockchain.

Inoltre, il team di Sui Network ha dato priorità alla sicurezza e alla scalabilità durante tutto il processo di sviluppo. Il lancio della mainnet rappresenta il culmine di test e ottimizzazioni approfondite, per garantire che gli utenti possano fidarsi della solida infrastruttura della rete e affidarsi alle sue efficienti capacità di elaborazione delle transazioni.

In prospettiva, Sui Network ha piani ambiziosi per espandere ulteriormente il suo ecosistema e attrarre una gamma diversificata di sviluppatori, utenti e progetti. Il lancio della mainnet e del token bridge pone solide basi per la crescita futura e prepara il terreno per l’integrazione di nuove caratteristiche e funzionalità.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS