HomeCriptovaluteUltime news dell’exchange crypto Coinbase: trading, smart contract e altro ancora

Ultime news dell’exchange crypto Coinbase: trading, smart contract e altro ancora

Coinbase, uno degli exchange crypto più importanti, ha di recente annunciato due importanti novità: il lancio della sua offerta in abbonamento, Coinbase One, in altri tre Paesi, e Coinbase Cloud collegato alla rete Oracle di Chainlink per migliorare l’affidabilità degli smart contract. 

Di seguito tutti i dettagli.

Coinbase One: la migliore soluzione per i trader e gli utenti del Web3

Come anticipato, Coinbase ha di recente annunciato il lancio della sua offerta in abbonamento, Coinbase One, nel Regno Unito, in Germania e in Irlanda. 

Ora disponibile in 35 paesi e con una grande concentrazione in Europa, Coinbase One offre il meglio di Coinbase ai trader nuovi e avanzati e agli utenti di Web3.

Nonostante il mercato ribassista, Coinbase One ha continuato a registrare una crescita organica costante. Con il suo rilascio in tre nuovi mercati europei, Coinbase One aggiunge anche nuove funzionalità in merito a ciò che i clienti possono ottenere dal servizio in abbonamento. 

Nello specifico, vediamo: premi di puntata potenziati, zero commissioni di negoziazione e un servizio clienti globale 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, offerte partner esclusive per membri tra cui Messari Pro, Blockworks, Lemonade, CoinTracker e Alto IRA. 

Non solo, è presente anche un modulo fiscale 8949 precompilato che organizza automaticamente le transazioni crittografiche e può essere presentato direttamente tramite servizi di dichiarazione dei redditi online o tramite i commercialisti.

Per concludere, i membri che si iscrivono a Coinbase One prima del 25 maggio possono richiedere un NFT “membro fondatore” commemorativo scaricando l’ultima versione dell’app Coinbase e facendo clic sull’icona “Richiedi il tuo NFT” per seguire passo dopo passo il processo di conio di Coinbase.

La rete Oracle di Chainlink aggiunge Coinbase Cloud come operatore di nodi

Un’altra novità importante, è il fatto che Coinbase Cloud sfrutterà la sua infrastruttura globale e la sua esperienza nella gestione dei dati blockchain per rafforzare la sicurezza e l’affidabilità della rete Oracle blockchain di Chainlink.

In altre parole, il servizio cloud dell’exchange crypto con sede negli Stati Uniti fungerà come un nuovo operatore di nodo sulla rete Chainlink in una partnership destinata a migliorare il decentramento dell’ecosistema Web3. 

L’infrastruttura di Coinbase Cloud serve già diverse blockchain leader, tra cui Ethereum, Solana, Algorand e Aptos

Gli operatori del nodo Chainlink sono parte integrante della rete e sono responsabili della connessione di smart contract su diverse blockchain a dati e sistemi.

Chainlink crea dunque un ponte tra Web2 e Web3 estraendo, formattando e trasmettendo dati a smart contract. 

A tal proposito, Kai Zhao, product manager del gruppo Coinbase Cloud, ha sottolineato l’importanza degli operatori di nodi nell’ecosistema delle criptovalute, garantendo la sicurezza e l’affidabilità degli smart contract: 

“Costruendo oracoli decentralizzati, stiamo contribuendo a creare un futuro più decentralizzato e affidabile per la tecnologia blockchain. Crediamo che on-chain sia il prossimo online e non vediamo l’ora di lavorare con Chainlink per favorire questo futuro.“

D’altra parte, William Reilly, responsabile globale della finanza centralizzata, delle vendite e della strategia di Chainlink Labs, ha aggiunto che l’ultimo operatore di nodi aggiungerà esperienza e una solida infrastruttura alla rete Oracle, a vantaggio di un’ampia gamma di prodotti, servizi e applicazioni Web3:

“Il loro coinvolgimento contribuirà senza dubbio al progresso delle applicazioni decentralizzate, spingendo ulteriormente l’industria blockchain a nuovi livelli.”

Bitcoin Lightning Network, SEC e altre controversie 

Ad ogni modo, le novità non finiscono qui, perchè vediamo che di recente Coinbase ha confermato che integrerà il Bitcoin Lightning Network sulla sua piattaforma, garantendo così che le transazioni di Bitcoin si espandano e si muovano a ritmi più rapidi.

Come sappiamo, l’idea alla base del Lightning Network è che aiuti a spostare varie e più piccole transazioni Bitcoin off-chain, assicurando così che la rete abbia meno ‘bagaglio’ da affrontare. 

La rimozione di alcune di queste transazioni minori dal mainframe BTC consente al Bitcoin di muoversi più velocemente durante il trasferimento tra portafogli e al tempo stesso garantisce che le transazioni siano meno costose. 

La notizia che coinvolge il Lightning Network è stata annunciata su Twitter da Brian Armstrong, CEO di Coinbase, il quale ha dichiarato: 

“Lightning è fantastico e qualcosa che integreremo.” 

Notiamo che la notizia arriva in un momento interessante, dato che Coinbase sta affrontando diversi problemi in questo momento. Infatti, non molto tempo fa, la piattaforma di trading ha annunciato di aver ricevuto un avviso Wells dalla Securities and Exchange Commission (SEC). 

Un avviso di Wells non accusa un’azienda di alcun reato. Tuttavia, è un avvertimento per la società che riceve l’avviso che probabilmente verrà addebitato in futuro. Ciò dà all’azienda il tempo di prepararsi e ottenere un buon team legale che combatta per suo conto.

Ad ogni modo, non vi è garanzia in merito al fatto che Coinbase abbia davvero fatto qualcosa di sbagliato o se questo sia solo un altro tentativo da parte della SEC per mettere i bastoni tra le ruote nel mondo crypto, e non resta che aspettare per vedere cosa succederà. 

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS