HomeCriptovaluteBitcoinL'OG del Bitcoin e CEO di Blockstream Adam Back fa una previsione...

L’OG del Bitcoin e CEO di Blockstream Adam Back fa una previsione azzardata: il Bitcoin supererà i 100.000 dollari prima dell’halving del 2024

Autoproclamatosi cypherpunk e CEO di Blockstream, un’azienda leader nella tecnologia blockchain, Back ha un curriculum di previsioni accurate sulle tendenze del mercato e sugli sviluppi nello spazio delle criptovalute, la sua ultima previsione, una scommessa secondo cui il Bitcoin supererà i 100.000 dollari prima dell’halving del 2024, ha suscitato entusiasmo e dibattito tra gli investitori e gli appassionati.

Nel fine settimana Back ha lanciato il guanto di sfida su Twitter, annunciando pubblicamente la sua scommessa:

“La scommessa è aperta: Scommetto che il Bitcoin raggiungerà o supererà i 100k dollari tra oggi e il dimezzamento (31 marzo 2024)”.

L’audace previsione sul Bitcoin di Adam Back: il prezzo crescerà a dismisura nel periodo pre-halving

Questa audace dichiarazione non è stata fatta isolatamente. Back ha corroborato la sua convinzione con una scommessa tangibile, accettando di puntare 1 milione di satoshi (0,01 BTC) con l’utente pseudonimo di Twitter “Vikingo”. 

La posta in gioco è alta, ma la reputazione di Back e la sua conoscenza del mercato suggeriscono che non fa scommesse del genere alla leggera.

Back ha fatto questa previsione a giugno e la sua posizione non è cambiata. Il suo tempismo è strategico, con l’obiettivo che la previsione si avveri circa un mese prima dell’halving previsto per fine marzo 2024 o inizio aprile. 

Per raggiungere questo monumentale traguardo di prezzo, il Bitcoin dovrebbe apprezzarsi di un incredibile 243% nei prossimi otto mesi circa.

Per gli scettici, è importante notare che Back non si limita a fare ipotesi azzardate. Per elaborare le sue previsioni si basa su modelli storici. 

Negli otto mesi che hanno preceduto l’ultimo halving nel maggio 2020, il prezzo di BTC è rimasto relativamente stagnante, senza registrare guadagni significativi. 

Tuttavia, i sei mesi successivi al dimezzamento hanno visto il valore della criptovaluta intraprendere un viaggio parabolico, segnando l’inizio di un mercato rialzista.

Non è la prima volta che Adam Back offre al pubblico previsioni azzardate 

Quando qualcuno ha messo in dubbio la fattibilità della sua previsione, Back ha attribuito il precedente undershoot a una confluenza di fattori. 

Ha sottolineato l’impatto della pandemia COVID-19, le misure di quantitative easing, le perturbazioni economiche e gli eventi specifici delle criptovalute, come le liquidazioni a cascata di DeFi (Decentralized Finance) e il fallimento di operatori del settore come 3AC, Celsius, Blockfi e Genesis. 

Questi fattori, ha ipotizzato, potrebbero aver portato a un errore di calcolo nelle precedenti proiezioni.

Back non si è tirato indietro nell’elaborare la sua posizione rialzista. Ha teorizzato che l’adozione positiva da parte del settore finanziario tradizionale, combinata con un aumento dei possessori di Bitcoin e della riflessività dei minatori, potrebbe contribuire a una correzione al rialzo ritardata. 

Questo scenario “bulltard”, come lo ha definito, suggerisce che, nonostante le discrepanze del passato, una convergenza di fattori favorevoli potrebbe spingere il valore del Bitcoin verso l’alto.

Il suo sentimento è rispecchiato dal collega Samson Mow, appassionato di Bitcoin, che prevede che la criptovaluta potrebbe raggiungere un nuovo massimo storico prima del dimezzamento, piuttosto che dopo.

A dare credito alla previsione di Back è la sua analisi del settore minerario. I minatori, che svolgono un ruolo fondamentale nella convalida delle transazioni e nella sicurezza della rete, hanno un’influenza sostanziale sui prezzi del Bitcoin. 

Back ha sottolineato che, per far sì che i minatori rimangano redditizi dopo l’halving, i prezzi del Bitcoin dovrebbero raggiungere circa 98.000 dollari, secondo un rapporto di Seeking Alpha. 

Ciò suggerisce che la necessità dei minatori di coprire i costi potrebbe agire come un limite massimo di prezzo, spingendo potenzialmente il valore della criptovaluta verso l’alto.

Vale la pena notare che non è la prima volta che Back prevede un prezzo del Bitcoin a sei cifre. Ha fatto una previsione simile per la fine del 2021, anche se la tempistica si è rivelata troppo ottimistica.

Mentre la previsione di Back si ripercuote sulla comunità crittografica, lo stato attuale del Bitcoin rimane relativamente stabile. 

Aggirandosi intorno alla soglia dei 29.100 dollari, la criptovaluta sta consolidando i suoi guadagni dopo un periodo di intensa volatilità. Le altcoin, invece, continuano a registrare un graduale declino, contribuendo a un calo marginale della capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute.

Conclusioni

In conclusione, il mondo delle criptovalute attende con ansia l’esito dell’audace scommessa di Adam Back sulla traiettoria del Bitcoin. 

Il curriculum di Back come visionario cypherpunk e il suo ruolo centrale in Blockstream gli hanno fatto guadagnare il rispetto della comunità. 

Sebbene la previsione dei movimenti di mercato sia intrinsecamente incerta, l’analisi di Back si basa su modelli storici e su una comprensione sfumata dei fattori che guidano il mercato delle criptovalute. 

Mentre l’orologio si avvicina al dimezzamento del 2024, tutti gli occhi saranno puntati sul grafico del prezzo del Bitcoin, in attesa di vedere se la scommessa di Back diventerà realtà.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS