HomeCriptovaluteBinance annuncia il delist di alcune crypto come IOTA e ANKR

Binance annuncia il delist di alcune crypto come IOTA e ANKR

Il popolare crypto-exchange, Binance, ha annunciato che dal primo settembre delisterà alcune coppie di trading come IOTA/BNB e ANKR/BNB.

Binance e il delist di IOTA e ANKR su BNB

In un suo blog post, Binance ha annunciato il delist di alcune crypto che avverrà a partire dal primo settembre, invitando gli utenti a prendere provvedimenti in merito.

In pratica, da domani, Binance rimuoverà e cesserà il trading per ANKR/BNB, CVC/BUSD, EPX/BUSD, HIVE/BUSD, IOTA/BNB, KLAY/BUSD, LRC/BNB, MBL/BUSD, MTL/ETH, UMA/BUSD. 

Si tratta dunque di coppie che vedono la presenza di BUSD o di BNB. Nel caso di Binance USD (BUSD), la cancellazione potrebbe essere conseguenza di una continua diminuzione da parte del crypto-exchange al supporto della stablecoin di Paxos. 

Ad ogni modo, Binance invita gli utenti di aggiornare e/o cancellare i loro Spot Trading Bots prima della cessazione dei servizi Spot Trading Bots per evitare potenziali perdite.

Non solo, il crypto-exchange specifica che mentre le coppie di trading sopra citate verranno rimosse, gli utenti potranno comunque eseguire il trading su altre coppie disponibili su Binance. 

Binance e il delist di IOTA e ANKR: come procede il prezzo delle due crypto

L’annuncio di Binance è stato pubblicato e condiviso nella giornata di ieri. Nelle ultime 24 ore, dunque, è facile vedere se tale notizia ha avuto ripercussioni sul prezzo delle crypto che saranno rimosse con coppie su BNB, come IOTA e ANKR. 

E infatti, ANKR ha visto un dump di prezzo del -3,50%, e al momento della scrittura vale 0,019$. La 131esima crypto per capitalizzazione di mercato ha anche registrato un calo del volume di transazioni nelle ultime 24 ore del -37,51%. 

IOTA, invece, ha registrato un pump di prezzo nelle ultime 24 ore di +1,25%, valendo al momento della scrittura 0,157$. Il volume di transazioni della 75esima crypto per market cap, però, è sceso del -54%. 

Facendo un paragone della tendenza dei prezzi delle due crypto rispetto all’andamento della regina Bitcoin (BTC) che, di solito, guida il trend generale, ci sono alcune differenze. 

Infatti, tutte e tre le crypto hanno vissuto un pump di prezzo nella giornata del 29 agosto, quando BTC ha toccato i 27.938$ da quota 25.990$ del giorno precedente. IOTA è passata da 0,145$ a 0,157$ e ANKR da 0,01915$ a 0,0205$. 

Da quel giorno però, mentre BTC vale ora 27.239$, rimanendo in un certo senso nel pump, IOTA sta facendo quasi uguale, mentre ANKR è scesa tornando ai livelli di prima del pump generale del 29 agosto. 

L’interruzione del supporto a BUSD entro il 2024

Questa mossa di oggi che riguarda molte coppie trading su BUSD, fa parte di una decisione che Binance ha già annunciato, e cioè di voler interrompere il suo supporto con la stablecoin entro il 2024. 

La motivazione principale è il coinvolgimento da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) degli USA che ha accusato Paxos Trust Company per aver emesso e offerto Binance USD (BUSD), definendolo come security non registrata.

Questa pressione legale avrebbe indotto Paxos a interrompere la creazione di nuovi token BUSD a partire dal 21 febbraio, aggiungendo incertezza sul futuro della stablecoin. 

Ad ogni modo, visualizzando il grafico di BUSD, pare che proprio ieri ci sia stato un vero crollo della sua capitalizzazione di mercato che è passata da 3,1 miliardi di dollari agli attuali 3,07 miliardi di dollari. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS