HomeNFTLufthansa Group lancerà un programma di premi fedeltà Web3 sulla blockchain Polygon

Lufthansa Group lancerà un programma di premi fedeltà Web3 sulla blockchain Polygon

Crypto news: Lufthansa Group sta pianificando il lancio di un programma di ricompense di tipo Web3 basato sulla blockchain Polygon con l’obiettivo di premiare i passeggeri delle diverse compagnie aeree. 

Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

L’innovazione di Lufthansa nel mondo Web3: il programma fedeltà sulla blockchain Polygon

Come anticipato, Lufthansa Group, che rappresenta la seconda compagnia aerea maggiore in Europa e che comprende Lufthansa, Swiss International Air Lines, Austrian Airlines e altre, sta attualmente pianificando il lancio di un programma di ricompense di tipo web3

Nello specifico, questo programma sarà basato sulla tecnologia blockchain Polygon e avrà l’obiettivo di premiare i passeggeri delle diverse compagnie aeree appartenenti al gruppo.

Il sistema premia i viaggiatori con carte digitali collezionabili nel riconoscimento di viaggi specifici, e offre agli utenti l’opportunità di scambiare tali carte con altri per completare le collezioni e ottenere ricompense.

Nel corso delle fasi di prova, sono state coinvolte 20.000 persone, le quali hanno visto oltre 150.000 carte collezionabili distribuite.

Il Lufthansa Group, il quale vanta una base di oltre 20 milioni di membri nel suo programma fedeltà attuale, denominato Miles and More, sta seguendo le tracce di un altro programma di successo basato sulla tecnologia Web3: Odyssey di Starbucks, il quale è stato lanciato anch’esso sulla blockchain Polygon.

Vediamo che Uptrip è la nuova piattaforma fedeltà di Lufthansa Innovation Hub, la quale trasforma le esperienze di viaggio in collezioni uniche, premiando i passeggeri con carte collezionabili NFT per ogni viaggio intrapreso. 

Ogni collezione possiede una varietà di carte uniche e, una volta completata, garantirà premi esclusivi, tra cui voucher per l’accesso alle lounge business, miglia aeree gratuite e l’upgrade dello status di viaggiatore frequente.

Gli utenti avranno l’opportunità di selezionare tra un’ampia gamma di carte, tra cui Città (come Lisbona, New York, Rio de Janeiro, Singapore e molte altre), Aerei (come Airbus A320, Boeing 747, Embraer 190) e Speciali (come durante voli il Capodanno, attraverso il Polo Nord e altro ancora).

Per partecipare, gli utenti potranno collegare i loro portafogli digitali, come Metamask, per coniare, trasferire e scambiare le carte collezionabili Uptrip sotto forma di NFT.

Polygon rivoluziona il suo token: nasce POL, la crypto di terza generazione 

In una recente rivelazione che ha destato grande interesse nella comunità delle criptovalute, Sandeep Nailwal, il fondatore di Polygon Labs, ha svelato un importante aggiornamento in arrivo per il token nativo di Polygon, MATIC. 

Questo token sta per subire una trasformazione radicale, diventando POL, una criptovaluta di “terza generazione” che va ben oltre un semplice rebranding. Questo passo rappresenta un notevole avanzamento tecnologico per l’ecosistema Polygon.

Secondo quanto riportato nel post di Nailwal sulla piattaforma X (Twitter), il nuovo token POL offrirà una serie di miglioramenti, tra cui la capacità di staking multi-chain senza i soliti rischi connessi al restaking. 

Questa evoluzione fa parte della proposta più ampia di Polygon 2.0, che mira ad espandere l’ecosistema dalla singola catena a una rete di soluzioni Layer 2 (L2) in grado di interoperare e condividere liquidità.

Il token POL rappresenta un’entusiasmante innovazione, destinata a ridefinire il ruolo dei token all’interno degli ecosistemi. Con l’avvento di Polygon 2.0, POL sarà sottoposto a staking all’interno di uno “staking hub” designato, in un processo che Nailwal definisce “restaking consacrato”. 

Questo permette di impegnare POL su diverse catene e di svolgere vari ruoli all’interno della rete, consentendo agli stakeholder di ottenere premi maggiori senza dover aumentare il capitale investito.

Nailwal ha anche sottolineato il significativo progresso dei token nell’ambito crittografico, paragonando il ruolo passivo dei possessori di Bitcoin della prima generazione alle capacità di staking attive introdotte da Ethereum nella sua seconda generazione. 

Dunque, con l’avvento di POL i possessori potranno godere di un livello di versatilità senza precedenti. Avranno la possibilità di sicurezza diverse reti e di assumere una vasta gamma di ruoli, aprendo nuovi orizzonti per il potenziale delle criptovalute.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS