3 criptovalute alternative a Pepe per guadagni immediati!
3 criptovalute alternative a Pepe per guadagni immediati!
Sponsored

3 criptovalute alternative a Pepe per guadagni immediati!

By Massimo De Vincenti - 2 Set 2023

Chevron down

SPONSORED POST*

Nonostante un mercato ribassista che persiste da oltre un anno, il mondo delle criptovalute continua ad attrarre sia la finanza tradizionale di Wall Street, sia quella dei trader occasionali.

Il repentino successo di PEPE ha reso ricchi migliaia di investitori in una marcia trionfale che è culminata con la quotazione della meme coin su Binance.

Mentre alcuni progetti di criptovalute sembrano destinati a un futuro brillante, altri potrebbero però scomparire nell’oscurità. Negli ultimi giorni si è parlato molto di PEPE ma non per il suo aumento di prezzo.

A fare notizia è stato il massiccio prelievo da 15 milioni di dollari dal Wallet Multisig (un wallet il cui utilizzo richiede la  firma di più persone) di PEPE per motivi ancora da chiarire.

Uno scandalo che ha colpito pesantemente PEPE, facendola crollare in poche ore di quasi il 15% del suo valore. Le rassicurazioni da parte del team di sviluppo hanno avuto solo un breve effetto balsamico sul prezzo ma la fiducia degli investitori è ancora in bilico.

In questi casi è piuttosto comune che i trader si mettano alla ricerca di alternative valide per diversificare il proprio wallet, anche alla luce degli ultimi avvenimenti.

Per sostituire un investimento ad alto rischio/rendimento è necessario puntare su una tipologia di criptovaluta analoga, meglio ancora se in fase di prevendita per aumentare le possibilità di esplosione.

Per questo gli esperti hanno individuato tre alternative a PEPE ad alto potenziale: Sonik Coin, Wall Street Memes e yPredict.

Sonik Coin: la criptovaluta incentrata sulla velocità

Sonik Coin si posiziona come un’audace alternativa a PEPE coin, provando a diventare la criptovaluta meme che raggiunge più velocemente una capitalizzazione di mercato di 100 milioni di dollari.

Ispirata al famoso personaggio dei videogiochi, Sonik innova introducendo il concetto di “stake-to-earn”. Gli investitori possono collocare i loro token in un contratto di stake intelligente, che consente di ricevere ricompense per aver partecipato al progetto.

La strategia di Sonik consiste nell’offrire rendimenti annuali interessanti per favorire la crescita. Il 40% di tutti i token è riservato alle ricompense della comunità, che saranno distribuite nell’arco di quattro anni, fornendo un vero e proprio incentivo a investire a rimanere nel progetto a lungo termine.

Ad oggi, sono stati messi in staking un totale di 24.291.742.356 token $SONIK, che offrono un tasso di interesse annuo del 99%. Tuttavia, è importante notare che questo tasso di interesse tende a diminuire con l’aumentare degli investitori.

Il prezzo del token $SONIK è pari a 0,000014 dollari. L’offerta totale di token è di 299.792.458.000, una cifra che non è affatto casuale, corrisponde infatti alla velocità della luce!

$SONIK sarà quotato sul DEX di Uniswap dopo la fase di prevendita dove le transazioni potranno essere effettuate in ETH o USDT.

Wall Street Memes: la meme coin che ha polverizzato ogni record

Il mondo delle criptovalute è in subbuglio e al centro dell’attenzione c’è un nome che sta rapidamente diventando sinonimo di successo: Wall Street Memes (WSM). 

Questo nuovo fenomeno sta scuotendo il panorama finanziario, tanto che la sua prevendita ha raggiunto cifre incredibili, superando la soglia dei 27 milioni di dollari e senza dare segni di rallentamento.

Ma Wall Street Memes è molto di più di un semplice investimento. È diventato un vero e proprio fenomeno virale, una forza capace di catalizzare l’attenzione grazie anche alla sua massiccia presenza sui social network. 

L’account Twitter di WSM vanta una schiera di oltre 260.000 seguaci, dimostrando la sua influenza e risonanza nella comunità online.

Negli ultimi mesi la FOMO, acronimo di “Fear Of Missing Out” (la paura di perdere l’occasione) è salita a dismisura. Questo sentimento è stato spesso il motore di movimenti di massa nel mondo delle criptovalute, come dimostrato dai successi di Dogecoin e Shiba Inu. 

$WSM è costruito sulla blockchain Ethereum ed è classificato come token ERC-20. L’offerta massima totale di WSM è fissata a 2 miliardi, di cui il 50% è riservato alla fase di prevendita, mentre il 30% sarà destinato alle ricompense per la community.

yPredict: La rivoluzione AI nel mondo del trading

Nell’ampio panorama delle criptovalute e delle tecnologie emergenti, spicca un progetto ambizioso che promette di sfruttare l’intelligenza artificiale in un contesto finora inesplorato. 

Stiamo parlando di yPredict, un nome che sta guadagnando l’interesse della comunità finanziaria grazie alla sua proposta di utilizzare algoritmi avanzati per decifrare i flussi di dati, rivelando tendenze che sfuggirebbero all’occhio umano.

Il cuore del progetto è la sua blockchain, che agisce come fondamento tecnologico su cui poggia il progetto. La visione di yPredict è chiara: utilizzare l’IA per analizzare masse di dati che altrimenti rimarrebbero incomprensibili o trascurate e rivelare opportunità di trading nascoste sotto la superficie.

Il whitepaper di yPredict spiega le ambiziose prospettive future. L’obiettivo è lanciare entro la fine del 2023 la versione completa delle sue piattaforme chiave: Analytics, Repository e Marketplace. In particolare, il Marketplace di ypredict.ai si profila come un terreno di collaborazione tra esperti e investitori.

Qui i professionisti avranno l’opportunità di monetizzare le loro competenze, offrendo previsioni e analisi che verranno trasformate in segnali di trading a cui gli investitori potranno attingere in qualsiasi momento. 

Questa innovativa sinergia tra competenze umane e potenza dell’IA promette di creare un ecosistema dinamico e collaborativo.

Ma il presente è altrettanto interessante. yPredict si trova attualmente in una fase cruciale di prevendita dove ha raggiunto una raccolta di fondi superiore ai 3,6 milioni di dollari.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti

Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.