Gli ETH in staking su LIDO sono al massimo storico. Dove conviene fare staking oggi
Gli ETH in staking su LIDO sono al massimo storico. Dove conviene fare staking oggi
Sponsored

Gli ETH in staking su LIDO sono al massimo storico. Dove conviene fare staking oggi

By Massimo De Vincenti - 10 Set 2023

Chevron down

SPONSORED POST* 

Il valore totale bloccato (TVL) nei progetti di liquid staking è salito nonostante la fase ribassista del mercato, raggiungendo quasi 20 miliardi di dollari nell’ultimo anno.

In particolare, questa crescita ha superato quella di altri settori della finanza decentralizzata, tra cui i prestiti e i DEX.

I protocolli di liquid staking, come Lido (LDO), Frax Ether (FXS) e Rocket Pool (RPL), offrono agli utenti l’opportunità di guadagnare premi mantenendo la liquidità per altre attività nel settore cripto.

La crescita del settore è in gran parte dovuta a Shanghai, l’aggiornamento di Ethereum che ha permesso di ritirare facilmente gli ETH messi in staking.

Inoltre, le recenti regolamentazioni negli Stati Uniti hanno colpito i servizi di staking centralizzati come Kraken, fornendo ai protocolli di liquid staking un netto vantaggio rispetto alle loro controparti centralizzate.

Tra questi, Lido è uno dei migliori. Secondo i dati di DeFillama, nell’aprile 2022 il TVL di Lido ha raggiunto un picco di 20,32 miliardi di dollari. Tuttavia, la crescita si è fermata in seguito al depeg di Terra UST, con un conseguente crollo a 4,51 miliardi di dollari.

Il declino è stato influenzato dal forte calo del valore di ETH. Contemporaneamente, il TVL di ETH Lido è sceso da 6,59 milioni a 4,27 milioni. In seguito, il TVL ha registrato una ripresa, salendo al massimo storico di 8,63 milioni.

Va detto che la crescita del TVL in ETH non si è ancora tradotta in un aumento equivalente del TVL in dollari, soprattutto a causa del valore attuale dell’ETH. Ethereum ha avuto calo dell’11% durante l’ultimo mese, arrivando a un valore di 1.623 dollari.

Le migliori criptovalute per lo staking

Gli investitori sono sempre più interessati ai progetti che permettono lo staking dei loro token. 

In generale, lo staking è un’ottima strategia per ottenere ricompense passive, inoltre permette alle nuove criptovalute di arginare la pressione di vendita del mercato, una volta arrivate sugli exchange.

Allo stesso modo, lo staking è un’alternativa economica ed ecologica al mining, in quanto non richiede l’utilizzo di costosi componenti hardware, come ad esempio le schede grafiche di ultima generazione.

Al momento, le migliori criptovalute per lo staking sono yPredict, Wall Street Memes e Bitcoin BSC.

yPredict

yPredict è un ecosistema “All-In-One” progettato per fornire strumenti di trading potenziati da una IA, modelli predittivi e soluzioni SEO.

L’intelligenza artificiale aiuterà i trader con segnali di trading e analisi del sentiment di mercato in tempo reale, così come con previsioni sul valore delle criptovalute.

Gli sviluppatori possono vendere i modelli predittivi tramite il marketplace, dando ai trader la possibilità di trovare nuove soluzioni per pianificare gli investimenti.

Per la SEO, yPredict mette a disposizione un Backlink Estimator e un Editor IA, utili per migliorare l’indicizzazione dei siti web sui motori di ricerca e aumentare la visibilità.

Per abbonarsi alla piattaforma e accedere ai servizi è necessario utilizzare il token nativo YPRED. Inoltre, YPRED si potrà mettere in staking per ricevere ricompense pari al 45% per ogni 10% dei token pagati per ogni abbonamento.

Il token YPRED viene venduto a 0.1 dollari in presale, durante la quale il progetto ha raccolto più di 3.7 milioni di dollari.

Wall Street Memes

Wall Street Memes è una meme coin ispirata all’approccio irriverente verso la finanza tradizionale e alle gesta del gruppo subreddit Wall Street Bets.

La presale del progetto ha raccolto più di 27 milioni di dollari. Al termine della presale, previsto verso la fine di settembre, il token WSM arriverà sugli exchange di primo livello. Gli analisti del settore ritengono che Wall Street Memes possa godere di un lancio esplosivo e raggiungere l’ambizioso obiettivo di market cap di 1 miliardo di dollari.  

Il token WSM viene venduto in presale a 0.0337 dollari, inoltre recentemente il team di sviluppo ha abilitato lo staking. Si tratta di una funzione particolare per una meme coin, ma che può dare valore e utilità al token, permettendo ai trader di ricevere ricompense passive.

Bitcoin BSC

Bitcoin BSC è un progetto concentrato sullo staking, infatti il team lo ha abilitato sin dalla presale, cominciata da pochi giorni. Costruito sulla Smart Chain di Binance, il token BEP-20 BTCBSC viene venduto a 0.99 dollari in presale, emulando il valore del Bitcoin del 2011.

Come il token originale, anche Bitcoin BSC dispone di una fornitura totale di 21 milioni di token, il 69% dei quali sarà dedicato allo staking.

Lo staking del Bitcoin BSC fornirà ricompense passive per ogni conferma dei blocchi come nel caso di Bitcoin, ovvero ogni 10 minuti. In questo modo, i trader potranno subito sfruttare i Bitcoin BSC acquistati in presale per ottenere ricompense passive.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti

Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.