HomeSponsoredSHIB: Bad Idea AI sale del 40% in 24h grazie alla collaborazione...

SHIB: Bad Idea AI sale del 40% in 24h grazie alla collaborazione con Shiba Inu. Le altre 2 meme coin del momento

SPONSORED POST*

Bad Idea AI è salito di quasi il 40% nelle ultime 24 ore, sovraperformando meme coin di rilievo come Shiba Inu e Dogecoin: si tratta della conseguenza della collaborazione tra Shytoshi Kusama, principale sviluppatore di Shiba Inu, e il team di Bad Idea AI.

Non si sa molto ancora di questo “progetto segreto”, se non che riguarda l’intelligenza artificiale. Intanto continua la salita del token WSM, reduce da una prevendita di successo e dal recente listing su Gate.io e CoinW. 

Bad Idea AI sale del 40% grazie a Shiba Inu

Secondo le ultime news, Shytoshi Kusama, ovvero lo sviluppatore principale di Shiba Inu, ha reso noto su Telegram di un “progetto segreto” in collaborazione con Bad Idea AI. Di questa iniziativa si sa solo che riguarda l’intelligenza artificiale e che ha portato il token BAD a salire di quasi il 40% in 24 ore.

DOGE è sceso dello 0,16% ieri, anche se oggi ha recuperato lo 0,07% (è scambiato a $0,06121) e SHIB dello 0,67%, mentre oggi ha recuperato lo 0,03% ed è scambiato a $0,000007199, BAD invece oggi è scambiato a $0,0000007487.

Bad Idea AI ha condiviso il messaggio di Kusama sul suo account X: si sa che l’azienda parla di sé come del “primo token meme AI”, che sfrutta la blockchain, l’intelligenza artificiale e le DAO per le sue operazioni. 

Nell’attesa di capire di cosa si tratta, gli investitori sono sempre più concentrati sull’andamento del valore di WSM, che punta al listing su Binance, e sulla prevendita di Meme Kombat, che permette di guadagnare con le scommesse e lo staking.

Wall St.Memes: dalla prevendita ai listing CEX tier-1

Wall Street Memes, con la sua prevendita, aveva già fatto capire che non si sarebbe trattato di una semplice meme coin: $30 milioni raccolti sono stati merito anche della sua fiorente community di oltre 1 milione di seguaci sui social e della sua roadmap ambiziosa.

Questo progetto “community first” è stato in grado di catalizzare l’attenzione di Elon Musk, che ha più volte interagito con l’account ufficiale di Wall St.Memes su X, e delle balene, una delle quali ha acquistato WSM per 480 ETH ovvero quasi $840.000.

Al termine della prevendita, WSM è stato quindi in grado di essere listato su exchange CEX tier-1, il primo dei quali è stato OKX e, a seguire, HTX, MEXC, LBank, CoinEx, BitMart, BingX e, qualche giorno fa, WSM è arrivato anche su Gate.io e CoinW.

Questa settimana Wall Street Memes ha anche lanciato lo staking, un altro catalizzatore per il suo successo in prevendita: partito con un APY del 288%, ora è al 44%, una percentuale comunque decisamente alta, più di quella offerta da altri progetti con lo staking. 

WSM potrà raggiungere Binance? Molto probabile, visto che il team ha in serbo molte sorprese, la prima delle quali è un prodotto dedicato ai giovani investitori. Saranno avviati anche i processi di burn e buyback, allo scopo di ridurre l’offerta dei token e quindi di farne salire ulteriormente il valore. 

Come indicato nella roadmap, parte della fornitura totale di token era anche destinata alle ricompense per la community e infatti, in questo momento, è live un airdrop su Gleam, che mette in palio $50.000 in token WSM.

Oggi WSM è scambiato a $0,04811, con un aumento di valore nella settimana superiore all’8%: se continua così, potrà essere listato su Binance e vedere il suo valore esplodere.

Meme Kombat: guadagnare con scommesse sui battle game e con lo staking 

Basato su Ethereum, il nuovo progetto stake-to-earn Meme Kombat unisce i meme e le battaglie virtuali, che crea attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale. Protagonisti dei combattimenti sono i personaggi resi famosi dai meme: tramite il token MK, nativo del progetto, è possibile scommettere sulle battaglie in tre modalità. 

Si potrà scegliere tra la PvP, uno contro l’altro, la PvGame, con la quale il giocatore potrà scommettere sugli eventi del gioco oppure optare per le scommesse dirette e ad azione secondaria, secondo le quali i giocatori possono scommettere sui risultati dei combattimenti o su altri elementi dinamici del gioco.

Il token MK, ora in prevendita a $1,667, permetterà anche di guadagnare tramite lo staking, bloccando i propri token per 14 giorni. L’APY attuale è del 112%, un altro fattore che suscita l’interesse dei potenziali investitori. 

Altri fattori che rendono Meme Kombat un progetto interessante sono la tokenomica e la roadmap. L’offerta totale di MK è pari a 12 milioni, dei quali il 50% è destinato alla prevendita in corso, il 30% ai premi per staking e battaglie, il 10% alla liquidità sui DEX e l’ultimo 10% ai premi per la community.

La prevendita ha raggiunto già oltre $323.000, forse anche perché gli utenti apprezzano il fatto che i token MK acquistati vengono messi automaticamente in staking, prima del termine, per cui hanno già la possibilità di guadagnare.

La roadmap ambiziosa prevede, per ottobre o novembre 2023, il lancio della piattaforma di gioco, poi della stagione 1 di Meme Kombat e, entro dicembre del 2023, anche Meme Kombat 2, con funzionalità di gioco migliorate.

Per partecipare alla prevendita di Meme Kombat basterà collegare il proprio crypto wallet, come MetaMask o Trust Wallet, alla pagina ufficiale del progetto. Sul wallet dovranno essere presenti BNB, USDT o ETH, da scambiare con il numero di token MK desiderati, per un minimo di $5.

Cliccando sul pulsante “Buy Now” si potrà indicare la cifra esatta e acquistare i token MK, che, al termine della prevendita, potranno essere riscattati subito o messi in staking, per ottenere ulteriori introiti. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS