HomeSponsoredPrevisioni Bitcoin Minetrix 2023: il token offre a tutti la possibilità di...

Previsioni Bitcoin Minetrix 2023: il token offre a tutti la possibilità di fare mining di BTC

SPONSORED POST*

Il mining consente la generazione di nuovi token. Nello specifico, la blockchain di Bitcoin utilizza il protocollo Proof-of-Work, tramite il quale i miner si avvalgono della potenza di calcolo di una CPU o di una GPU per risolvere un enigma matematico. 

La soluzione dell’enigma permette di convalidare il blocco successivo con le sue transazioni e di allegarlo alla Blockchain di Bitcoin. In cambio di questa operazione, i miner ricevono nuovi Bitcoin tramite i cosiddetti block rewards.

Per questo, il mining consente agli utenti con un hardware costoso e potente di guadagnare ricompense in Bitcoin. 

In alternativa, chi non può permettersi l’attrezzatura necessaria si rivolge ai servizi di cloud mining, un modello commerciale che permette di noleggiare l’hardware a distanza. 

La potenza di mining aumenta a seconda delle cifre investite, per avere maggiori possibilità di risolvere l’enigma e ricevere ricompense in Bitcoin.

Recentemente, un nuovo progetto in presale chiamato Bitcoin Minetrix ha introdotto la meccanica dello Stake-To-Mine.

Cos’è Bitcoin Minetrix

Bitcoin Minetrix è una piattaforma che offre ai trader la possibilità di effettuare il mining di Bitcoin, acquistando e mettendo in staking un token. 

Il progetto si rivela accessibile sia ai trader esperti, sia ai principianti, anche se non possiedono un computer con una GPU (scheda grafica) molto potente.

Dopo la pubblicazione del whitepaper di Satoshi Nakamoto, gli utenti con potenti e costose GPU hanno monopolizzato il mining del Bitcoin, accaparrandosi una grossa fetta del mercato, anche  a causa degli elevati costi energetici che hanno reso il procedimento ancora più costoso e inaccessibile ai più.

Bitcoin Minetrix vuole riportare il mining nelle mani degli investitori privati, permettendo loro di ottenere un reddito passivo, senza dover acquistare l’hardware o il software necessario.

I vantaggi di Bitcoin Minetrix

Il progetto unisce lo staking al mining, tramite la meccanica dello Stake-To-Mine che permette agli utenti di ottenere potenza di mining (hash rate) del Bitcoin, attraverso lo staking del token nativo BTCMTX. Qui di seguito sono riportati i vantaggi della piattaforma:

  • Il token ERC-20 garantisce un accesso facilitato al cloud mining

  • Non è necessario possedere hardware costoso

  • Possibilità di mettere in staking il token $BTCMTX anche durante la presale

  • Ottenere crediti di mining attraverso lo staking

  • Generare hash rate tramite il burning dei crediti di mining

  • Possibilità di ricevere un reddito passivo

La presale e la tokenomics del progetto

La presale di Bitcoin Minetrix è stata lanciata da pochi giorni. L’attuale valore del token BTCMTX è di 0,011 dollari, ma aumenterà nelle varie fasi della presale.

Il BTCMTX è un token ERC-20 standard, costruito sulla Blockchain di Ethereum. I trader possono mettere in staking il BTCMTX per ricevere crediti per il mining non scambiabili. I crediti si potranno bruciare per ottenere hash rate sul servizio di cloud mining.

La tokenomics del progetto prevede un’offerta totale di 4.000.000.000 dollari, dei quali il 42,50% è stato destinato al mining del Bitcoin, mentre il 35% al marketing. Il 15% andrà alle ricompense della community, mentre il restante 7,50% allo staking.

Oltre a rendere il mining più accessibile, la presale di Bitcoin Minetrix consente ai trader di differenziare il proprio wallet con un token speculativo.

Al momento, la presale ha raccolto più di 500.000 dollari, dirigendosi sempre più velocemente verso il soft cap di 3.080.000 dollari

Gli utenti possono ritirare i token in qualsiasi momento e saranno loro pieni proprietari, senza l’intervento di terze parti. Per acquistare il token BTCMTX è possibile utilizzare ETH, USDT, BNB o carta di credito.

Previsioni su Bitcoin Minetrix

Secondo le previsioni effettuate dagli esperti utilizzando i modelli predittivi IA di yPredict, il token nativo BTCMTX potrebbe avere una crescita del 10x entro il 2030.

Lo Stake-To-Earn è un concetto molto interessante che potrebbe attirare sempre più investitori alla presale, combattendo contro il monopolio del mercato del mining del Bitcoin imposto dai grandi servizi di cloud mining e dai miner professionisti.

Va detto che la piattaforma non è ancora pronta, infatti lo sviluppo comincerà solo al termine della presale. Quindi, i trader dovranno attendere prima di potersi avvalere della meccanica Stake-To-Earn. 

Intanto è possibile mettere in staking i token BCTMTX acquistati in presale, in modo da generare ricompense passive. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS