HomeWikiWalletIl wallet crypto MetaMask integra Stripe

Il wallet crypto MetaMask integra Stripe

Il celebre wallet crypto MetaMask ha annunciato ufficialmente che i suoi utenti statunitensi potranno utilizzare Stripe per effettuare acquisti di criptovalute pagando in valuta fiat. 

In altre parole ha aggiunto Stripe alle modalità di pagamento in valuta fiat. 

Stripe

Stripe è una piattaforma statunitense, fondata nel 2009 in California, che fornisce sistemi di pagamento online. 

È nata come una sorta di concorrente di PayPal, e nel corso dei suoi 14 anni di vita è arrivata ad avere 8.000 dipendenti ed un fatturato di 12 miliardi di dollari. 

Di recente è balzata agli onori delle cronache per la sua collaborazione con Twitter, ora X. 

Infatti dall’anno scorso è in atto una collaborazione con il social network per consentire pagamenti in criptovalute, e quest’anno è stata scelta come partner per la distribuzione ai creatori dei guadagni ottenuti con la monetizzazione delle views. 

Stripe non è quotata in borsa, ma secondo una stima dell’anno scorso del Wall Street Journal varrebbe circa 74 miliardi di dollari. Da notare che una simile stima fatta in precedenza aveva calcolato in 95  miliardi di dollari il valore dell’azienda, che quindi nel 2022 avrebbe perso parte del proprio valore. Infatti a novembre dell’anno scorso annunciò il licenziamento di circa il 14% della propria forza lavoro. 

Sempre l’anno scorso la società aveva annunciato collaborazioni anche con altre importanti realtà, tipo Ford Motor Company e Spotify. In particolare viene utilizzata da quest’ultima proprio per aiutare i creator a monetizzare gli abbonamenti, accettare pagamenti e donazioni, e generare flussi di entrate ricorrenti. 

MetaMask news: il wallet crypto e l’integrazione di Stripe 

MetaMask è in assoluto uno dei wallet Ethereum più utilizzati al mondo. In realtà supporta anche altre chain, come Binance Smart Chain, Avalanche, Fantom e Celo, ma è utilizzato primariamente in ambito Ethereum tanto che supporta ben tre second layer (Polygon,  Optimism e Arbitrum). 

Essendo un’estensione del browser viene utilizzato molto ad esempio per applicazioni online che richiedono pagamenti o incassi di criptovalute. 

Da un po’ di tempo a questa parte consente però anche l’acquisto di criptovalute pagando in valuta fiat, ed è per questo che offre diversi servizi di pagamento in valuta fiat, come per l’appunto PayPal. 

Oltre a PayPal consente pagamenti anche con Apple Pay e Google Pay, con Coinbase pay, MoonPay ed altre realtà simili. 

Sebbene l’integrazione di PayPal tra i metodi di pagamento sia più importante di quella di Stripe, quest’ultima risulta particolarmente interessante proprio in questo periodo, dato che l’azienda californiana si sta ampliando sempre di più nel mondo crypto. 

Se da un lato MetaMask è sicuramente interessata soprattutto ad aumentare le possibilità di pagamento per i propri utenti, dall’altro probabilmente è anche interessata a coinvolgere quegli utenti di Stripe che sono maggiormente interessati alle criptovalute, e che magari sono creator su Spotify o su X. 

Per ora Stripe, e le altre modalità di pagamento in valuta fiat, possono essere utilizzate solo per acquistare criptovalute. Queste poi possono essere prelevate in qualsiasi momento, anche perchè MetaMask in realtà è un wallet non-custodial. 

Consente anche il prelievo in valuta fiat, ma non sembra che si possa già utilizzare Stripe anche per questo. 

MetaMask ha 30 milioni di utenti, e fornisce connessioni ad oltre 17.000 servizi Web3. 

Criptovalute e valute fiat

In genere chi acquista criptovalute pagando in valuta fiat spesso non fa anche l’inverso. 

Infatti per chi possiede criptovalute risulta essere più comoda la vendita in stablecoin, che non in valuta fiat vera e propria, perchè muovere stablecoin è molto più facile. 

Oltretutto al giorno d’oggi è facilissimo spendere stablecoin praticamente ovunque, grazie alle carte di debito degli exchange alimentabili in criptovalute. 

Pertanto le integrazioni come quella di Stripe in MetaMask servono primariamente per acquistare crypto pagando in fiat, e dato che MetaMask è un wallet non custodial, una volta acquistate le criptovalute è possibile farci tutto quello che si vuole, senza limiti, barriere o ostacoli. 

Inoltre non bisogna dimenticarsi che i protocolli DeFi veri e propri non supportano le valute fiat, quindi chi acquista criptovalute per utilizzarle all’interno di piattaforme crypto in genere non le riconverte più in valuta fiat. 

Piattaforme di pagamento come PayPal consentono ormai il deposito e la vendita di criptovalute, sebbene non in tutte le parti del mondo e non in tutte le crypto, e questo rende ancora più semplice spendere criptovalute. 

In futuro probabilmente sarà sempre più facile spendere direttamente criptovalute, anche senza convertirle in alcun modo in valute fiat, e questo renderà ancora più importante l’utilizzo di wallet non custodial tipo MetaMask. Per questo motivo è importante che integrino quante più opzioni possibile di conversione da fiat in crypto. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS