HomeBlockchainCrypto tasse: l’Unione Europea adotta nuove regole nel settore fiscale

Crypto tasse: l’Unione Europea adotta nuove regole nel settore fiscale

Novità nel settore delle crypto tasse, con l’Unione Europea che ha annunciato di aver ufficialmente adottato la nuova direttiva per il settore fiscale: il DAC8 (l’Ottava Direttiva sulla Cooperazione Amministrativa). 

Le nuove regole mirano principalmente ad ottenere uno scambio automatico di informazioni sui redditi derivanti da transazioni in criptovalute. 

Crypto tasse: l’Unione Europea adotta la direttiva DAC8 che rafforza la comunicazione in ambito fiscale

Il Consiglio Europeo ha rilasciato un comunicato stampa in cui annuncia ufficialmente di aver adottato il DAC8 (l’Ottava Direttiva sulla Cooperazione Amministrativa). 

Si tratta di nuove regole che mirano a rafforzare la cooperazione tra le autorità fiscali nazionali, istituendo una comunicazione automatica che riguarda i redditi derivanti da transazioni in criptovalute e i ruling fiscali per le persone facoltose.

In pratica, l’Unione Europea si sta dando da fare per aiutare gli Stati membri ad affrontare le sfide poste dalla digitalizzazione dell’economia. A tal proposito, il Consiglio Europeo ha così detto:

“Finora, la natura decentralizzata dei cripto-asset ha reso difficile per le amministrazioni fiscali degli Stati membri garantire la conformità fiscale. L’intrinseca natura transfrontaliera dei cripto-asset richiede una forte cooperazione amministrativa internazionale per garantire un’efficace riscossione delle tasse.

E infatti, attraverso il DAC8, le società crypto saranno obbligate a riportare le informazioni sulle partecipazioni dei loro clienti, che saranno immediatamente condivise con le autorità fiscali.

Crypto tasse: il DAC8 dell’UE comprende stablecoin, NFT, DeFi e lo staking

La normativa DAC8 include con la parola crypto-asset le stablecoin, i Non-Fungible Token (NFT), i token della finanza decentralizzata (DeFi) e il reddito derivante dallo staking sulle criptovalute.

Non solo, il Consiglio Europeo ha sottolineato che le disposizioni del DAC8 rispecchiano il Crypto-Asset Reporting Framework (CARF) e una serie di emendamenti al Common Reporting Standard (CRS), preparati dall’OCSE su mandato del G20.

Nello specifico, si parla di disposizioni che riguardano le procedure di due diligence, gli obblighi di segnalazione e altre norme applicabili ai fornitori di servizi di segnalazione di cripto-asset. 

Inoltre, le nuove disposizioni integreranno le normative esistenti, come il Regolamento sui mercati degli crypto-asset (MiCA) e le norme antiriciclaggio previste dal Regolamento sui trasferimenti di fondi (TFR).

Il DAC8 sarà ora pubblicato nella Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione.

Cresce il mercato crypto in Europa

In questi giorni, è stato pubblicato un report di Chainalysis che ha parlato della crescita del mercato crypto in Europa. 

Con Europa però è stata definita la regione CNWE che comprende l’UE, e altri Paesi come Regno Unito, Norvegia, Islanda, Albania e Serbia, escludendo Russia, Bielorussia e Ucraina. 

Tale regione CNWE ha rappresentato il 17,6% del volume di scambio dell’intero mercato crypto a livello globale tra luglio 2022 e giugno 2023, con un valore complessivo on-chain di circa mille miliardi. 

Il CNWE però non è il primo mercato crypto al mondo, ma secondo. E infatti, al primo posto si piazza la regione del Nord America di cui fanno parte gli USA, che ha registrato un volume del 20%. 

Al terzo posto,poi, c’è la regione CSAO, di cui fanno parte Asia centro-meridionale e Oceania col volume di scambio di poco inferiore al CNWE. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS